NEWS

Dal 2020 il Salone di Detroit sarà a giugno

24 luglio 2018

Gli organizzatori hanno deciso di spostare la programmazione dello storico Salone di Detroit da gennaio a giugno.

Dal 2020 il Salone di Detroit sarà a giugno

UNA NUOVA STAGIONE - A Detroit l’inverno è freddo, molto freddo. Eppure da decenni il salone automobilistico della capitale statunitense dell’automobile si svolge all’inizio di gennaio, con visitatori e addetti ai lavori alle prese con tutti i disagi del caso. Ma anche questa sorta di tradizione è destinata a finire. La Detroit Auto Dealers Association, che organizza il NAIAS, North American International Auto Show, ha deciso di cambiare: niente più gennaio ma giugno. L’edizione del 2020 del Salone di Detroit si terrà l’8 giugno.

RISPOSTA ALLE TANTE DEFEZIONI - La decisione non è venuta per il piacere di cambiare, ma come iniziativa volta ad arginare la tendenza delle case a disertare la manifestazione. Per l’edizione 2019, infatti già si sa che non ci saranno Audi, Mercedes, BMW, Mazda, Mini, Volvo, Porsche, Mitsubishi, Jaguar e Land Rover. Una serie di defezioni che assume la fisionomia di una fuga delle case estere. Come per altri importanti saloni, la questione deriva - più che dalle condizioni meteo sfavorevoli che caratterizzano il NAIAS - dalla sempre maggiore concorrenza esistente tra le rassegne espositive. Non solo e non necessariamente strettamente automobilistiche.

LA CONCORRENZA DEL CES - Il caso più significativo è quello dell’ormai celebre CES, Consumer Electronics Show, che per le case automobilistiche è diventato una ambita location per esporre i propri prodotti, sempre più ricchi di dispositivi elettronici. Se si tiene conto che anche il CES si svolge a gennaio (e non al freddo ma a Las Vegas) si comprende perché gli organizzatori di Detroit cerchino di evitare il confronto diretto. 

SALONE DIFFUSO - Tra le motivazioni che hanno spinto allo spostamento di data c’è anche la speranza che il periodo meteorologicamente più favorevole invogli i costruttori a partecipare organizzando eventi ed iniziative all’aperto, come test di auto, dimostrazioni di funzionamento delle ultime novità tecnologiche, come l’auto a guida autonoma, eccetera. Oltre a ciò gli organizzatori hanno in programma di allestire per l’edizione 2020 una serie di eventi in diversi punti della città, dando vita a una sorta di “salone diffuso”, senza escludere la possibilità che nel periodo del salone cada il week end del gran premio di IndyCar. Nelle immagini di questa pagina come apparirà il nuovo Salone di Detroit.

Aggiungi un commento
Ritratto di Dr.Torque
24 luglio 2018 - 14:15
Sinceramente mi ero un po' stancato dei -20° dell'inverno di Detroit. Finalmente riuscirò a vedere la città a temperature più umane... e non credo di essere il solo a gioire di questa decisione.