NEWS

Le donne sono più attente alla sicurezza ma meno informate

03 settembre 2009

Secondo uno studio di eSafetyAware, un'iniziativa per sensibilizzare i conducenti sui vantaggi dei sistemi di assistenza alla guida, le donne hanno scarsa conoscenza di come i dispositivi "salvavita" funzionino.

LA SICUREZZA AL PRIMO POSTO - Le donne mettono la sicurezza al primo posto quando acquistano un'automobile, nonostante abbiano il 30% di probabilità in meno di essere a conoscenza dei sistemi elettronici di sicurezza rispetto agli uomini.

Questo è, in sintesi, quello che afferma uno studio condotto dalla campagna eSafaetyAware, una iniziativa promossa dalla Commissione Trasporti dell'Unione Europea, che ha lo scopo di sensibilizzare chi guida un'auto sui vantaggi che possono offrire i sistemi elettroni di assistenza alla guida (ESP, controllo di trazione, ABS ecc.).

La ricerca ha dimostrato le donne sono coinvolte nelle decisioni riguardanti sette acquisti di automobile su dieci e, in genere, l'acquisto viene concordato dai due partner in collaborazione. Da notare però che, secondo lo studio, sebbene entrambi i sessi considerino importante il fattore sicurezza durante l'acquisto di una vettura, sono solo le donne a considerarla una priorità.

POCA CONOSCENZA - In generale, gli automobilisti hanno una scarsa consapevolezza del funzionamento dei sistemi elettronici di assistenza alla guida: per esempio, solo 56 persone su 100 conoscono il funzionamento dei sistemi che avvertono della eccessiva velocità, e solo 35 persone su 100 conoscono come funzionano i sistemi di segnalazione del cambio scorretto di corsia.

Con un livello medio di conoscenza già basso, le donne hanno dimostrato di conoscere ancora meno degli uomini  i meccanismi di tali sistemi. In alcuni casi il divario tra uomini e donne arriva a toccare quota 50%. In pratica, secondo lo studio, ogni due uomini che conoscono ad esempio cosa sia l'ABS, c'è solo una donna che ha reale conoscenza di questo dispositivo.

MA SI PUÒ IMPARARE -  Per promuovere la sicurezza stradale la eSafetyAware ha organizzato la prima eSafety Challenge che si terrà l'8 e il 9 settembre prossimi a Vallelunga. Durante questo evento si terranno dimostrazioni relative a cinque tecnologie elettroniche "salvavita" e saranno presenti alcuni piloti di fama mondiale, come Heikki Kovalainen, Luca Badoer, Robert Kubica e Timo Glock.





Aggiungi un commento
Ritratto di bertob96
3 settembre 2009 - 22:52
dobbiamo rassegnarci!!!!!!!!!!!!!!!!donne al volante.......................pericolo costante!!!!!!!!!!!
Ritratto di Fulvia72
4 settembre 2009 - 11:00
Mi sembra che quasta indagine consideri ancora l'auto come una cosa da uomini, come se le donne non acquistassero un'auto da sole, ma sia solo il capo famiglia a farlo. Che assurdità, ho tante amiche che si sono comprate la loro brava macchinina decidendo da sole e dimistandosi ben informate su quel che hanno acqusitato