NEWS

DR F35: la gamma si espande

Pubblicato 01 giugno 2020

La F35 è un'inedita crossover dallo stile curato, che prosegue l'espansione della gamma della DR. Il prezzo, come da tradizione, resta competitivo e parte da 23.900 euro.

DR F35: la gamma si espande

NUOVA FAMIGLIA - La DR prosegue il rinnovamento e l'espansione della sua gamma con la nuova DR F35, una crossover che si va a collocare in un settore del mercato molto combattuto, ma anche molto interessante in termine di volumi di vendita. La DR F35 è lunga 447 cm, larga 184 cm e alta 167 cm, dunque è una rivale di Hyundai Tucson e Nissan Qashqai. Il passo è generoso (267 cm), a tutto vantaggio dello spazio per i passeggeri, mentre il bagagliaio di 414 litri, con il divano in posizione d’uso, non è ai vertici della categoria (la Tucson può contare su 513 litri).

STILE PERSONALE - La DR F35 deriva dalla Chery Tiggo 7 in vendita in Cina e si distinguere per il look dinamico della carrozzeria. L’anteriore è piuttosto grintoso, grazie alle tante prese d’aria e ai fari a forma di ala. La fiancata è impreziosita da diverse nervature pensate per conferire slancio alla vettura, mentre la parte posteriore si caratterizza per i fanali a sviluppo orizzontale e gli scarichi integrati nel fascione. L’insieme è reso più dinamico anche dai codolini in plastica nei passaruota e dalle ampie ruote, di 19” (a richiesta di 20”). I due schermi, quello di 7” nel cruscotto e a sfioramento di 9” nella consolle, rendono moderna la plancia, dove fa bella mostra anche lo spesso tunnel; qui sono presenti due porta-bibita ed i tasti per alcuni servizi di bordo, oltre al pulsante per avviare e spegnere il motore. 

ANCHE A GPL - La DR F35 è dotata del motore 4 cilindri turbo benzina 1.5, da 156 CV e 230 Nm di coppia: è il medesimo della Chery Tiggo 7. La velocità massima è di 185 km/h e lo ‘0-100’ avviene in 10,5 secondi, per circa 12,8 km percorsi con un litro di benzina. Il cambio è manuale a 6 rapporti, ma si può avere anche il robotizzato con doppia frizione e 6 marce, la trazione è anteriore. Optional l’impianto a Gpl.

FULL OPTIONAL - Anche la F35, come le altre DR, è disponibile con un solo allestimento tutto compreso: costa 23.900 euro e sono di serie le ruote in lega di 19”, la vernice metallizzata, i sedili in ecopelle, il tetto aprile, il regolatore di velocità, la telecamera posteriore di parcheggio e lo schermo di 9” con funzionalità Android Auto e Apple Car Play. A 25.900 euro c’è la versione con cambio automatico, che aggiunge il clima automatico, i sedili anteriori riscaldabili, 6 airbag e le telecamere di parcheggio con visuale a 360°. Assenti però i più recenti sistemi di assistenza alla guida. L’impianto Gpl, ordinabile per entrambe le versioni, costa 1.000 euro.

DR F35
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
7
6
10
10
18
VOTO MEDIO
2,5
2.490195
51


Aggiungi un commento
Ritratto di Piersandro93
1 giugno 2020 - 12:32
Hanno una decina di crossover di simil dimensioni e caratteristiche. Qualunque modello cinese che incontrano, lo importano. Dovrebbero almeno togliere quel cesso della DR4, e della Evo, che è praticamente una rav4 di DUE generazioni fa.
Ritratto di Giuliopedrali
1 giugno 2020 - 12:48
La Evo cioè la DR5 si è un'auto di generazioni fa, ma la DR4 ora si è superata dalla Evo Electric, DR 5.0 e questa F35, ma ha spazi e accessori (la DR4) veramente sorprendenti, è un pò superata però non è male ne qualitativamente ne appunto come funzionalità, certo questa nuova F35 sta su un altro pianeta.
Ritratto di desmo3
1 giugno 2020 - 13:08
ma allora perché io non ne vedo proprio? qui crolla la tua teoria delle auto cinesi low-cost, soprattutto elettriche (quela DR viene sta sotto i 20k euro con gli incentivi).
Ritratto di Giuliopedrali
1 giugno 2020 - 13:32
Questa non è low cost, anzi è la prima premium o quasi di DR, se DR ha deciso di importarla a 24.000 Euro anzi è proprio questa la dimostrazione di qualcosa: che gli italiani spenderebbero per una DR... Comunque non è un utilitaria, diciamo che alcune concorrenti costano ben di più.
Ritratto di desmo3
1 giugno 2020 - 13:37
importare un modello è un TENTATIVO, niente affatto una DIMOSTRAZIONE... quella la fanno i numeri
Ritratto di Giuliopedrali
1 giugno 2020 - 13:54
Si ma è anche una consapevolezza, che ci sono cinesi low cost, cinesi di prezzo medio e anche premium, anzi le più vendute saranno le elettriche di fascia alta.
Ritratto di Santhiago
1 giugno 2020 - 23:40
Le più vendute.. Si, con 6 immatricolazioni saranno le più vendute..
Ritratto di remor
2 giugno 2020 - 06:26
Spesso, parlando con riferimento a una quadro ben più ampio/completo e non con limitazione allo specifico modello, anche nella loro stessa madrepatria sono sopravanzate dai marchi esteri. Qui si è parlato che questa auto in articolo potrebbe/dovrebbe concorrere con le equivalenti ad esempio (sono state messe in ballo) parisegmento Nissan e potenzialmente non avrebbe nulla da far rimpiangere ad esse, ecc.ecc. ma poi in verità già nella stessa Cina una Nissan (la Sylphy) è stata nell'intero 2019 la seconda auto lì più venduta (prima una VW, la Lavida). Cioè loro stessi preferiscono una Nissan alla loro intera (e vasta) produzione nazionale, perchémmai altrove nel mondo ci dovrebbe essere una tendenza inversa? Oramai il loro potenziale momento è andato 15-20 anni fa
Ritratto di Giuliopedrali
2 giugno 2020 - 09:00
remor laciamo stare che è meglio, Silphy è l'auto economica, ma ormai anche su segmenti più alti scelgono cinese, poi la Silphy è cinese, non è fatta in Giappone o cosa, 15-20 anni fa neanche esisteva un industria cinese, era agli albori, ma mi tocca parlare con gente che sa meno di zero. Intanto guarda nel mondo, manco coreani o giap vendono tanto.
Ritratto di alex_rm
2 giugno 2020 - 09:20
Giuliopedali ti ergi ad esperto assoluto del mondo automobilico con le tue frasi deliranti filocinesi e non sai che il sistema dittatoriale cinese protezionistico impone altissimi dazi a chi vuole vendere auto in cina o in alternativa un costruttore straniero deve produrre in cina e fare una joint venture con un costruttore cinese(ed in questo modo i cinesi hanno acquisito qualche conoscenza nel mondo automobilistico). Allora anche le giapponesi vendute negli usa sono americane perche fatte negli usa
Pagine