DS 7 Crossback: via al nuovo corso

8 marzo 2017

La DS 7 introduce numerose novità a livello di stile e contenuti tecnici, a partire dal nuovo sistema ibrido con batterie ricaricabili.

DS 7 Crossback: via al nuovo corso

PRIMA DI SEI - Il nuovo corso della francese DS inizia con la suv DS 7 Crossback, che debutta al Salone di Ginevra. Si tratta di una crossover di medie dimensioni (è lunga 462 cm) che interpreta alla francese il concetto di lusso. Per stessa ammissione della DS le concorrenti di questo modello saranno Audi Q3, BMW X1 e Range Rover Evoque. Per vincere la sfida la DS ha puntato sulla cura dei materiali e sui contenuti di natura tecnica, molti dei quali all’esordio assoluto su un’automobile della DS, e che verranno ripresi dai sei nuovi modelli attesi fino al 2022. Per esempio, la DS 7 Crossback è dotata del sistema Night Vision, di notte è in grado di segnalare la presenza di pedoni e animali sulla strada. Non mancano le sospensioni a controllo elettronico che interagiscono con il radar frontale: "vede" la strada fino a 25 metri di distanza e, se rilava la presenza di buche, invia l'informazione a una centralina che tara di conseguenza gli ammortizzatori. Per quanto riguarda la meccanica, il pianale deriva da quello delle vetture di medie dimensioni del gruppo PSA (è quello delle Peugeot 308 e 3008), ma con la carreggiata anteriore più larga e una più raffinata sospensione posteriore a bracci multipli (anziché a ponte torcente). 

PARIGI NEL NOME - La DS 7 Crossback ha linee molto elaborate e basa la percezione di qualità sui dettagli, come i fari anteriori a led (si orientano illuminando l'interno delle curve) dallo stile ricercato, i fanali sfaccettati o le estese cromature (ad esempio per l'imponente mascherina). Per l'abitacolo, che dal vivo dà la sensazione di accomodarsi in un raffinato e spazioso salotto (d'effetto l'orologio a scomparsa al centro della plancia), sono previsti cinque ambienti diversi, caratterizzati dall'esteso uso di materiali pregiati (Alcantara, legno, pelle) e realizzati con la collaborazione di note firme della moda francese. Gli allestimenti si chiamano Bastille, Rivoli, Faubourg e Opéra e rendono omaggio ad alcuni quartieri di Parigi.

IN VENDITA A BREVE - La DS 7 Crossback si potrà acquistare da aprile 2017, ma soltanto on line e nell'allestimento a "tiratura limitata" La Prémiere (prezzi da circa 50.000 euro), che offre due motori: a benzina da 225 CV o a gasolio con 180 CV. Per entrambe il cambio è il nuovo automatico a otto marce e la trazione anteriore. In seguito si aggiungeranno altri motori e gli allestimenti che prendono il nome dei quartieri parigini. Per la versione ibrida da 300 CV (l'unica a trazione integrale), che prevede un'unità a benzina e una coppia di unità elettriche, occorre attendere l'inizio del 2019. La batteria per questa versione è agli ioni di litio, ha una capacità di 13 kWh ed è montata sotto il pavimento, dove non ruba spazio al bagagliaio. La DS dichiara un’autonomia in modalità elettrica di 60 chilometri e tempi di ricarica fino a 4,5 ore, che si riducono a 2,5 ore nel caso venga utilizzato un impianto di carica veloce. 

VIDEO
DS 7 Crossback
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
42
36
17
16
33
VOTO MEDIO
3,3
3.26389
144
Aggiungi un commento
Ritratto di M93
8 marzo 2017 - 11:10
DS 7 Crossback - Globalmente è equilibrata ma per poco originale, in quanto mescola stilemi già visti su altre vetture del segmento, come alcune Audi. Interni senz'altro più personali ma che mi lasciano perplesso per alcuni dettagli, come la fila di pulsanti sotto lo schermo centrale (non troppo ben integrato), un po' sottotono e per l'orologio di aspetto posticcio. Selleria e pannelleria, invece, le trovo molto eleganti e raffinate. Il comparto motori, almeno inizialmente, lo vedo poco adatto per una vettura premium. Curioso comunque di vederla dal vivo.
Ritratto di impala
8 marzo 2017 - 20:00
R.I.P ... DS
Ritratto di marcoluga
9 marzo 2017 - 12:35
Dubito che ne vedremo molte in giro...
Ritratto di alexlato2010
9 marzo 2017 - 15:23
questa DS 7 si confronta con la Q5, non la Q3!!!
Ritratto di RAFFAELE EPIS
9 marzo 2017 - 20:04
proprio ieri un concessionario che teneva questo marchio mi ha detto ,che vagono meno della meta' di quanto chiedono --allora e' vero l'abito non fa il monaco --meglio saperlo prima che dopo averla comprata --voi del settore cari giornalisti dovreste dare informazioni piu' veritiere ed attendibili
Ritratto di alexlato2010
15 maggio 2017 - 17:27
è un marchio di lusso. E per ogni marchio di lusso che si rispetti deve avere prezzi alti. (che comunque costa la metà delle tedesche)