NEWS

DS 9: annunciati i prezzi

di Paolo Alberto Fina
Pubblicato 24 novembre 2020

La 9, ammiraglia della DS, è offerta con l’ibrido ricaricabile da 225 CV e due allestimenti. Il listino parte da 55.200 euro.

DS 9: annunciati i prezzi

SOLO IBRIDA - La DS 9 è una berlina 4 porte lunga 493 cm, imparentata con la Peugeot 508 (i due marchi fanno parte della PSA), dal look che esprime lusso e opulenza. Svelata a febbraio, ora arriva sul mercato, e con un solo motore: è l’ibrido ricaricabile, già utilizzato per altre auto della PSA, realizzato abbinando il benzina turbo 1.6 da 180 CV con un motore elettrico, da 110 CV, integrato al cambio automatico a 8 marce (la potenza complessiva è di 225 CV). Quando è spinta dal motore elettrico, la DS 9 arriva a percorre fino a 50 km prima di esaurire la carica delle batterie; invece, selezionando la modalità ibrida (che “mixa” la spinta dei due motori), secondo il costruttore, si arriva a percorrere 71,4 km/l.

TANTO DI SERIE - La DS 9 è offerta in due allestimenti: il più dinamico Performance Line+, con prezzi da 55.200 euro, e il Rivoli+, che invece predilige l’eleganza, da 58.200 euro. La Performance Line+ ha di serie il clima automatico bizona, le ruote di 19”, i sedili elettrici e rivestiti in Alcantara, il cruscotto con schermo di 12” e il sistema multimediale con display tattile di 12”, oltre alla frenata automatica, al sistema contro l’involontario cambio di corsia, quello che monitora l’angolo cieco nei retrovisori e il DS Active Scan Suspension, che sfrutta la telecamera frontale per analizzare la superficie stradale e variare il molleggio delle sospensioni. Si pagano a parte l’assistente al parcheggio (costa 800 euro), il tetto apribile elettricamente (1.200 euro) e il DS Night Vision (1.950 euro): utilizzando una videocamera frontale a infrarossi, che opera anche di notte, mostra nello schermo nel cruscotto pedoni, ciclisti e animali davanti all’auto.

HA LA GUIDA ASSISTITA - La DS 9 in allestimento Rivoli+ ha in più il clima automatico con controlli per i passeggeri posteriori ed i sedili anteriori in pelle con funzioni massaggio e ventilazione; sono in pelle anche cruscotto, consolle ed i pannelli delle porte. Sono compresi nel prezzo pure il Surround View, che impiega le telecamere esterne per offrire al guidatore una visuale a 360° all’esterno dell’auto, così da facilitare i parcheggi in spazi angusti, e il Drive Assist, per la guida assistita di secondo livello: la DS 9 resta al centro della corsia di marcia e segue da sé il veicolo che precede, riprendendo velocità o rallentando fino ad arrivare al completo arresto. A richiesta ci sono i sedili posteriori DS Lounge, con funzioni di ventilazione, riscaldamento e massaggio (costano 1.750 euro), oltre al tetto apribile e al DS Night Vision, che però costa 1.500 euro.

DS 9
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
61
29
40
15
28
VOTO MEDIO
3,5
3.46243
173




Aggiungi un commento
Ritratto di BioHazard
24 novembre 2020 - 12:46
È prodotta in Cina, giuliopredali la comprerà di sicuro per omaggiare i suoi padroni cinesi
Ritratto di Giuliopedrali
24 novembre 2020 - 16:34
Non lo sapevo, corro subito in Cina e brucio la Rolls Royce da 15.000 Euro che stavo per comprare in UK... Il bello è che DS non le vendono più in Cina si sono ritirati, come del resto gli altri francesi, Fiat, Alfa Romeo e Maserati non sono neanche più importate neanche loro causa successo mega galattico: poi basta una Kia Pride a soddisfare i cinesi: no...
Ritratto di orlak
24 novembre 2020 - 21:03
Ma come farebbero a essersi ritirati se questa viene presentata in primis per quel mercato. Informarsi meglio?
Ritratto di Giuliopedrali
24 novembre 2020 - 21:10
Presentano tutto in Cina, quella volta hanno presentato anche il mio Maggiolino nel 2011 a Shanghai perchè fa figo, poi non so neanche se lo abbiano commercializzato in Cina... Comunque le vendite della DS in Cina sono zero da parecchi mesi, ma zero nel senso di zero, non compare. Fiat vende zero uguale e anche altri europei un tempo importanti in quel Paese.
Ritratto di Giuliopedrali
25 novembre 2020 - 15:36
orlak in Cina di DS ne hanno vednute 80 a settembre e 6 a ottobre: informarsi meglio, poi dove uno legge che è per la Cina, non forse è e poco per la Francia, dai che il prossimo anno già la dismettono....
Ritratto di Ercole1994
24 novembre 2020 - 18:24
Anche la S90, è prodotta in Cina, con standard europei, e a momenti, è fatta anche meglio delle tedesche. Ormai, la Cina, è diventata sinonimo di qualità per le automobili, e Giulio non ha tutti i torti. Poi discorso diverso, se in Italia, ci rifilano auto cinesi di media qualità, che ancora non convincono il consumatore italiano, anche se, non ti nascondo, che auto come la DR F35, non sono per niente male.
Ritratto di Giuliopedrali
24 novembre 2020 - 18:29
E' come per uno straniero considerare un auto italiana come una Ferrari Roma (già un successo in Germania) o SF90 contro una Ypsilon o la Tipo, sono molto differenti anche in quanto a qualità, eppure all'estero siamo famosi per le Ferrari più che per le Fiat oggi, è un pò è così anche per ste nuove orientali, si stanno facendo conoscere nei mercati maturi più quelle di qualità e futuristiche che le low cost, da noi c'è DR che è un misto mare...
Ritratto di orlak
24 novembre 2020 - 21:05
In verità in China non fanno nessuna concorrente di Ferrari (forse giusto Porsche in Germania e poche altre potrebbero aspirare al di fuori all'Italia).
Ritratto di Giuliopedrali
24 novembre 2020 - 21:11
Per fortuna.
Ritratto di orlak
24 novembre 2020 - 22:00
Concordo. Già i tentativi di emulare Panda Mini e Smart furono quello che furono.
Pagine