NEWS

DS7 Crossback: già ordinabile in versione La Premiere

26 aprile 2017

La DS7 Crossback sarà nelle concessionarie dal 2018, ma si può già prenotare in una versione speciale a 52.200 euro.

DS7 Crossback: già ordinabile in versione La Premiere

VERSIONE DI PUNTA - Dal 21 aprile e fino al 31 dicembre 2017 sarà possibile ordinare la DS7 Crossback in allestimento La Premiere (nelle foto), versione speciale molto curata in termini di estetica e materiali interni. L’auto va prenotata sul sito internet della DS anticipando 2.000 euro (rimborsabili in caso di mancato acquisto) e sarà in consegna dal 2018, al pari delle varianti meno ricche e costose. Il nuovo modello, lungo 457 cm, porta all’esordio soluzioni tecniche inedite per la casa francese e ha ambizioni molto elevate, se è vero che la DS punta a fare concorrenza alle Audi Q3 e BMW X1. I prezzi, non a caso, sono elevati per un’automobile di questa categoria: la DS7 Crossback La Premiere è ordinabile con il benzina 1.6 da 225 CV e il diesel 2.0 da 180 CV, in vendita rispettivamente a 52.600 euro e 52.200 euro.

DOTAZIONE RICCA - L’equipaggiamento di serie della DS7 Crossback La Premiere include il cambio automatico a 8 marce, le ruote in lega da 20 pollici ed i rivestimenti in pelle Nappa, oltre all’orologio BRM nella plancia e ad alcuni dettagli personalizzati con il logo La Premiere. Le vernici previste sono il grigio Artense metallizzato, il nero Perla metallizzato e il bianco Perla perlato. L’equipaggiamento di serie include anche i fari anteriori a led, le sospensioni a smorzamento controllato, il quadro strumenti digitale e lo schermo nella plancia (entrambi da 12 pollici). Restano in opzione l’impianto audio ad alte prestazioni (900 euro), il tetto apribile (1.100 euro) e il visore notturno DS Night Vision (1.300 euro), che si avvale di una telecamera a infrarossi e riconosce pedoni e animali sulla strada in condizioni di bassa visibilità.

DS 7 Crossback
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
42
36
17
16
33
VOTO MEDIO
3,3
3.26389
144
Aggiungi un commento
Ritratto di nicktwo
26 aprile 2017 - 13:13
bella idea il 1.6 benzina da 225 cavalli... e bella l'idea di proporlo proprio come versione d'esordio (anziche' la solita sfliza iniziale di 4-5 versioni diesel e il benzina iniziarne a parlare solo dopo molti mesi)... insomma un po' sulla scia dello stelvio che per primo in concessionaria si e' potuto provare nella versione 280cv (mi sembra anche giusta la proporzione 280cv per un alfa laddove 225 per un ds, anzi la francese si e' spinta anche oltre le aspettative ihmo)... insomma alfa fa sempre piu' tendenza anche a livello di cosa proporre e quando... saluti
Ritratto di Fr4ncesco
26 aprile 2017 - 13:36
Tra l'altro con 50.000 mila Euro ci si porta a casa uno Stelvio integrale da 210CV di segmento superiore su base Giulia, questa è una variante lusso EMP2 di Peugeot, Citroen e Opel. Anche se per le motorizzazioni più adeguate e prezzi più adeguati alla categoria la ritengo validissima.
Ritratto di MAXTONE
26 aprile 2017 - 15:39
Per me è un auto del tutto priva di senso a questo prezzo: I cavalli oggi servono più per questioni di immagine che per reale necessità visto che le telecamere ti inquadrano fin dentro l'abitacolo per vedere cosa fai, figurati se solo per vedere chi sgarra con la velocità, e in quest'ottica io vedo bene 280 cv su Stelvio perché Alfa Romeo, oggi, è come dire Porsche quando si parla di auto prestazionali, è come declinare Ferrari in varianti berlina e SUV, devono per forza esserci abbondanti se non esuberanti riserve di cavalleria, io stesso sogno Giulia ma mica diesel, minimo vorrei la Veloce se non addirittura la QV. Ma su Citroën o DS che senso hanno 225 cv? Che immagine sportiva hanno mai avuto le Citroën? Avrebbero fatto molto meglio a proporla con un adeguato powertrain ibrido in modo da porla come accreditata rivale della NX 300h (che tra l'altro costa un fottio di soldi meno di questa DS) in quanto Citroën, proprio non ce la faccio a parlare di marchio di lusso DS, può avere un immagine di marca hi tech e fredda simile a Lexus molto più facilmente di quanto non sia sforzarsi di renderla sportiva a tal punto da competere con Stelvio e Macan. Non capisco che senso abbia poi l'articolo quando parla di confronti con generaliste x1 e q3, la prima dopo esser passata alla TA ha assunto le proporzioni della Tucson e se non fosse per scritte ed emblemi la scambierei facilmente per una coreana, la seconda ha una posizione di guida da segmento C anni 90 e il profilo della prima Renault Kolors, se me me regalassero una onestamente la venderei prima ancora di portarla a casa.
Ritratto di MAXTONE
26 aprile 2017 - 15:42
*Koleos (maledetto t9)
Ritratto di flavio84
26 aprile 2017 - 16:35
Eccolo il genio che tira fuori lo stelvio!!non avevo dubbi...
Ritratto di nicktwo
26 aprile 2017 - 17:09
un po' come lo hanno tirato tutti gli altri che hanno poi commentato (anche su altro sito)... mi sa che alla fine siamo tutti geni tranne giusto qualcuno, prova a indovinare chi? ...saluti
Ritratto di flavio84
26 aprile 2017 - 17:30
Io?
Ritratto di The Krieg
26 aprile 2017 - 18:58
La Stelvio è una concorrente di questo suv, per cui è pertinente.
Ritratto di Fr4ncesco
26 aprile 2017 - 19:03
Non proprio, lo Stelvio è uno step su nella fascia di Q5, X3, F-Pace, Macan ecc. Però visto il prezzo il confronto ci sta giustamente.
Ritratto di The Krieg
26 aprile 2017 - 23:16
Quindi questa ds è di una categoria inferiore, ma dal prezzo in linea con le rivali di segmento superiore?! I francesi sono totalmente impazziti...
Pagine