NEWS

La Exor degli Agnelli trasloca in Olanda

26 luglio 2016

Dopo FCA, CNH e Ferrari anche la “cassaforte” della famiglia della Fiat è stata trasferita in Olanda, dove sarà anche la sede operativa.

La Exor degli Agnelli trasloca in Olanda

AGNELLI SEMPRE PIÙ OLANDESI - Il disegno di riorganizzazione societaria del gruppo facente capo alla famiglia Agnelli ha compiuto un ulteriore passo strategico: è stata spostata in Olanda la sede sociale della finanziaria Exor, detentrice dei pacchetti azionari di controllo delle società Fiat Chrysler Automobiles, CNH Industrial, Ferrari, PartnerRe e tanto altro ancora. In Olanda sarà anche la sede operativa della Exor, al contrario di quella delle altre società controllate, che sono di diritto olandese ma hanno il quartiere generale a Londra. Il nostro paese perde così una società che nel 2015 ha dichiarato ricavi per oltre 136 miliardi di euro: in pratica il primo gruppo industriale italiano. Anche se le azioni della nuova Exor olandese saranno quotate a Milano.

NUOVI SOCI DI RANGO - La mossa era prevista e attesa, per dare coerenza e organicità al gruppo. Contemporaneamente alla notizia del cambio di nazionalità della società, è stato anche reso noto che a breve ci saranno ingressi di rilievo nel capitale della Exor: quelli di Bill Gates (attraverso il suo fondo di investimenti Cascade Investments), di Jacob de Rotschildt e di Nassef Sawiris. La famiglia Agnelli-Elkann (nella foto John Elkann alla guida della finanziaria) manterrà comunque il pacchetto di controllo della Exor, che al momento significa il 52,99% delle azioni. Si prevede anzi che tale quota crescerà ulteriormente.

IL PERCORSO DELL’OPERAZIONE - L’operazione del trasferimento avverrà attraverso la cessione delle azioni della Exor alla Exor Holding N.V. (olandese) con la clausola che i soci i quali non volessero aderire all’iniziativa potranno far valere il diritto di recesso con il pagamento di 31,2348 euro per azione (oggi le azioni Exor valgono 33,51 euro). A garantire questo diritto di recesso saranno la società Giovanni Agnelli & C che detiene le azioni Exor in possesso dei membri della famiglia Agnelli, e strutturata da assicurare l’omogeneità e l’unità degli azionisti. La Giovanni Agnelli & C ha messo a disposizione 100 milioni per questo scopo. Altri 300 milioni sono previsti da parte degli azionisti Bill Gates, Rotschildt e Sawiris. Tutta la partecipazione dovrà essere perfezionata nell’assemblea dei soci Exor prevista per il 3 settembre. Unica eventualità che salti è che le richieste di recesso vadano oltre i 400 milioni di euro. Un’eventualità considerata improbabile.



Aggiungi un commento
Ritratto di lordpba
26 luglio 2016 - 12:38
7
pensa un po', pure io ho traslocato all'estero, in Italia non puoi campare, sia persone che aziende. Rimarrano solo i politici, forse.
Ritratto di luigi sanna
26 luglio 2016 - 13:51
5
Non sai quanto.... me li immagino tutti e 600 (5 Stelle, no) in parlamento che si sputano uno con l'altro. Sono senza spina d'orsale....
Ritratto di luigi sanna
26 luglio 2016 - 13:58
5
Mamma mia cosa ho scritto... DORSALE. Scusate c4zzarola, merito di emigrare anche io in Olanda!
Ritratto di fonser
27 luglio 2016 - 17:27
Tranquilli ragazzi....Lapo ha detto che resta!
Ritratto di Magnificus
26 luglio 2016 - 12:43
Ops ...foto della giulia anche x l'articolo sulla cassaforte che trasloca in olanda...e io che pensavo che avessero esaurito le idee
Ritratto di NinoFarina1950
27 luglio 2016 - 10:39
John con la Giulia ad Amsterdam non mi spaventa. La produzione rimane comunque in Italia e la macchina è sempre un simbolo del made in Italy.
Ritratto di pecchioli3
27 luglio 2016 - 15:41
5
La produzione si, ma i soldi no! L'Olanda è un paradiso fiscale rispetto all'Italia...
Ritratto di NinoFarina1950
28 luglio 2016 - 10:28
Ma che Exor mette i suoi soldi qui o là, che cosa ti cambia a te? Micca in Italia si paga una tassa sul patrimonio. Poi per le tasse sul guadagno è sempre il solito discorso. Le aziende di ogni paese non pagano tasse, o pocchissime, visto che ci sono sempre maniere di scaricarle. Riccordiamoci che le legge sono fatte da ricchi per favorire ricchi.
Ritratto di Magnificus
26 luglio 2016 - 13:08
Una strada ce' sempre :-))
Ritratto di lorenzo.forte
27 luglio 2016 - 10:32
Fatevi una ragione, le multinazionali prendono sempre la strada più vantagiosa. In inghilterra mi sembra riccordare che le nuove aziende non pagono tasse per i primi 5 anni. In Olanda non lo so, ma ci sarà qualcosa di più delle solite canne.
Pagine