NEWS

I fari delle suv non passano l'esame dell'IIHS

13 luglio 2016

La statunitense IIHS critica il funzionamento dei fari, bocciando gran parte delle suv in vendita: solo per quattro una valutazione accettabile.

I fari delle suv non passano l'esame dell'IIHS

OPTIONAL NON SEMPRE UTILI - L’istituto di ricerca IIHS (Insurance Institute for Highway Safety) ha pubblicato i risultati di uno studio condotto sui fari anteriori delle suv medie e compatte, ottenendo risultati tutt’altro che incoraggianti (qui il link alla fonte): solo quattro modelli su ventuno hanno raggiunto una valutazione accettabile, ma nessuno è stato premiato con un giudizio positivo. Il tema è di particolare interesse, giacché quasi metà degli incidenti mortali si verificano in condizioni di scarsa luminosità. L’analisi è limitata alle vetture commercializzate negli Stati Uniti e coinvolge modelli a noi familiari, come ad esempio le Audi Q3, BMW X1, Fiat 500X, Jeep Renegade, Mazda CX-5 e Subaru Forester. L'IIHS ha espresso giudizi molto critici e sottolineato come i sistemi di illuminazione optional non valgano sempre il prezzo d’acquisto. L’unica eccezione è rappresentata dalla tecnologia High Beam Assist, che disattiva gli abbaglianti quando rileva il passaggio di un’auto in senso opposto. L’IIHS è un soggetto non-profit fondato dalle compagnie assicuratrici statunitensi, il cui obiettivo consiste nel limitare il numero di incidenti e vittime sulle strade nel paese.

COME SI È SVOLTO IL TEST - L'IIHS ha compiuto i test all’interno del centro prove di Ruckersville, in Virginia, svolgendo tutte le prove in condizioni di buio profondo. La strumentazione constava di uno speciale apparecchio, capace di misurare la profondità del fascio luminoso in cinque condizioni di guida: lungo un rettilineo, lungo una curva profonda a destra e sinistra, lunga una curva meno accentuata sempre a destra e sinistra. Il giudizio finale teneva conto dei riflessi generati dagli anabbaglianti sui guidatori provenienti in senso opposto. Le automobili erano dotate di normali lampade alogene, di lampade allo xeno e di unità a led. Il giudizio migliore è stato assegnato ai fanali della Mazda CX-3 (nella foto sopra): i suoi abbaglianti si comportano bene in tutte le condizioni d’utilizzo, mentre gli anabbaglianti vanno in difficoltà solo nelle curve meno accentuate verso destra. La valutazione “sufficiente” è stata attribuita alle Ford Escape, Honda CR-V, Hyundai Tucson e Mazda CX-3.

ATTENZIONE PRIMA DELL’ACQUISTO - Il giudizio “scarso” è invece stato attribuito alle prestazioni dei fari di BMW X1, Mazda CX-5, Mitsubishi Outlander, Toyota Rav 4 e Volkswagen Tiguan. Decisamente “insufficienti”, sono risultate le Audi Q3, Buick Encore, Chevrolet Trax, Fiat 500X, Honda HR-V (foto qui sopra), Jeep Patriot, Jeep Renegade, Jeep Wrangler, Kia Sportage, Mitsubishi Outlander Sport (venduta in Europa come ASX), Nissan Rogue (in Europa come X-Trail) e Subaru Forester. L’IIHS ha citato come esempio negativo i fari della HR-V, insufficienti in tutte le condizioni: la visibilità è inadeguata tanto con gli anabbaglianti che con gli abbaglianti accesi, in rettilineo ed anche in curva. L’associazione ha invitato poi le case automobilistiche a prendere provvedimenti ed i consumatori ad informarsi prima di finalizzare l’acquisto di una vettura, perché questa potrebbe essere dotata di fari diversi da quelli del test. Per esempio la Hyundai la Tucson ha guadagnato la valutazione “sufficiente” in quanto dotata del sistema di illuminazione optional, mentre quello di serie la porterebbe nel gruppo delle peggiori.



Aggiungi un commento
Ritratto di Claus90
13 luglio 2016 - 15:48
Tanto chi acquista queste luci come optional non lo fa per il reale scopo che è la visibilità migliore ma è per abbellire l'auto, adesso sono messe anche in discussione da questo ente con voti mediocri, le case le fanno pagare dagli 800 ai 1500 euro e non si ha maggiore sicurezza.
Ritratto di Claus90
13 luglio 2016 - 15:59
Mi stupisco di Audi che punta tutta la pubblicità sugli Xeno-led da decenni ecc ecc e poi sono insufficienti nel reale utilizzo altra batosta si prende Vag in America
Ritratto di Claus90
13 luglio 2016 - 16:32
Adesso ci vuole la Russia URSS con la sua armata rossa a dargli il colpo di grazia come fu per la battaglia di Stalingrado
Ritratto di all'avanguardia della truffa2
13 luglio 2016 - 23:08
beh.. se considerate che si sono fatti all'epoca decriptare enigma e, adesso, anche il software tarocco!! Direi che la loro vera superiorità è l'incapacità!!
Ritratto di Fr4ncesco
13 luglio 2016 - 15:55
2
Mi chiedo allora a cosa servano le omologazioni. Dovrebbero imporre requisiti minimi non dico ottimi, ma almeno buoni. La sicurezza non è superflua.
Ritratto di Highway_To_Hell
13 luglio 2016 - 15:56
Acc... Un colpo mortale per gli audistici (la notizia però è vecchiotta)...
Ritratto di Pagani_Z
13 luglio 2016 - 16:56
1
Immagino che i possessori delle RS7 si stanno mettendo le mani nei capelli dopo aver scoperto che i fari di un Q3 fanno schifo quando quelli di un 500X (ringraziamo Magneti Marelli per questo), ora sono sicuro che venderanno le loro RS7 e compreranno la fantastica Giulia (possibilmente 2.2 diesel 150 cv)
Ritratto di pecchioli3
13 luglio 2016 - 18:03
5
Audi come minimo dirà che infatti sta puntanto già sulla tecnologia laser ecc..comunque la data di pubblicazione è 12 luglio, non mi pare vecchiotta è di ieri.
Ritratto di Francesco110
13 luglio 2016 - 21:27
Il Q3 è vecchio e illumina molto male di suo, se vai a vedere la A4 ha uno dei risultati migliori, ha preso sufficiente e l'abbagliante supera addirittura la visione ottimale sulla propria corsia con strada dritta.
Ritratto di all'avanguardia della truffa2
13 luglio 2016 - 23:09
beh, per rimanere in tema luci, direi che il gruppo tedesco gira ancora a fari spenti nella notte!!
Pagine