NEWS

FCA: investimenti in Italia per 300 milioni

05 dicembre 2016

Sono numerosi e diversificati i progetti che la Fiat Chrysler ha in corso nei suoi vari centri di ricerca presenti in Italia.

FCA: investimenti in Italia per 300 milioni

LABORATORIO ITALIA - Il gruppo Fiat Chrysler punta a fare dell’Italia il cuore della sua produzione più avanzata. Per questo sta potenziando la sua attività di ricerca e sviluppo. Nei giorni scorsi la Banca europea per gli investimenti (BEI) ha concesso alla FCA un prestito di 250 milioni di euro appunto con questo fine, e altri 50 milioni sono al centro di un’altra iniziativa in via di perfezionamento con Regione Piemonte. Ministero per lo Sviluppo economico.

TANTE DIREZIONI - Miglioramento del funzionamento dei motori a benzina, sviluppo delle piattaforme ibride, messa a punto di nuovi materiali, ammodernamento degli impianti per migliorare la produttività sono tra i principali filoni di ricerca su cui il gruppo sta lavorando a per i quali sta ottenendo finanziamenti importanti dalle istituzioni europee e italiane. Per rimanere agli eventi più recenti, una tranche importante del prestito concesso dalla BEI andrà, per esempio, a finanziare interventi di miglioramento e ammodernamento degli impianti che la Magneti Marelli, società del gruppo, ha in Puglia. Più in generale le iniziative oggetto di finanziamenti coinvolgono un po' tutte le sedi di ricerca della FCA in Italia.

SEMPRE PIÙ AMBIENTE - Per quel che concerne il capitolo degli interventi relativi ai motori a benzina, i progetti riguardano la ricerca per il miglioramento dei consumi e la riduzione delle emissioni di CO2. Accanto a questo filone di ricerca ci sono comunque anche altri progetti relativi ai combustibili alternativi. Per quanto riguarda il finanziamento di 50 milioni in discussione con la Regione Piemonte  il ministero per lo Sviluppo economico, il suo obiettivo riguarderebbe (deve ancora essere definito) il centro risposta cerchi Fiat di Torino.

2,4 MILIARDI IN 8 ANNI - Il finanziamento ottenuto dalla BEI interessa il triennio 2017-2019, portando a ben 2,4 miliardi il totale degli investimenti in ricerca concernenti il gruppo FCA compiuti dal 2009.



Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
5 dicembre 2016 - 10:30
2
Si ma ha un paio di uffici, uno in Inghilterra e uno in Olanda con una 20ina di impiegati, quindi è un gruppo straniero (cit). Scherzi apparte, quando si parla di investimenti e soprattutto nel sud Italia è sempre una buona notizia, in particolar modo se hanno la garanzia di una grande azienda privata, tutto il resto sono solo chiacchiere.
Ritratto di Strige
5 dicembre 2016 - 21:13
ma sai che non ho mai visto l'ufficio di fca qui a londra, mo dopo natale vado a vedere dove sta.... :D
Ritratto di nicktwo
5 dicembre 2016 - 10:42
da notare i 50mln specifici indirizzati al piemonte con presunto probabile, e' una ipotesi di chiave di lettura, collegamento al fatto di quanto riportato nell'altro articolo da un utente che tante giulia sono state immatricolate proprio in piemonte... insomma il gruppo c'e', se gli italiani dimostreranno di saperne apprezzare i prodotti ci saranno anche ripercussioni positive di ritorno dal punto di vista investitivo... saluti
Ritratto di MAXTONE
5 dicembre 2016 - 10:50
Mi piacerebbe leggere un commento a caldo di Marchionne sulla schiacciante vittoria del NO al referendum.
Ritratto di Porsche
5 dicembre 2016 - 11:06
è l'unica cosa su cui sono d'accordo con marchionne. Purtroppo è andata male. Paese estremamente poco riformabile
Ritratto di Vincenzo1973
5 dicembre 2016 - 11:08
mancanza di coraggio, nulla di nuovo purtroppo. c'e' gente che stappa bottiglie per festeggiare di essere rimasta dov'e'...cioe' al palo.
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
5 dicembre 2016 - 11:26
Commento rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di bridge
6 dicembre 2016 - 07:12
1
Fxx88: Dare dei bifolchi al popolo italiano lo trovo veramente di cattivo gusto... Ha vinto la democrazia in Italia finalmente! La rivoluzione deve partire dal basso!
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
6 dicembre 2016 - 09:34
Commento rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di Fr4ncesco
5 dicembre 2016 - 11:16
2
Se deve essere riformato in peggio meglio non riformarlo proprio, per carità, già siamo abbastanza inguaiati.
Pagine