NEWS

La FCA investe per rinnovare lo stabilimento di Tychy

di Paolo Alberto Fina
Pubblicato 29 dicembre 2020

Il gruppo FCA destina 165 milioni di euro per aggiornare la fabbrica polacca dove, dal 2022, costruirà tre nuovi modelli con i marchi Alfa Romeo, Fiat e Jeep.

La FCA investe per rinnovare lo stabilimento di Tychy

DAL 2022 - Mentre si avvicina la fusione con il Gruppo PSA, attesa per l’inizio del 2021, la FCA definisce un importante investimento sul fronte produttivo: il gruppo italo-americano, come annunciato dal Governo polacco, spenderà 165 milioni di euro per aggiornare la fabbrica polacca di Tychy, dove ora viene prodotta la Fiat 500. In essa verranno costruiti, dal secondo semestre del 2022, tre modelli inediti per i marchi Alfa Romeo, Fiat e Jeep, offerti anche con sistema ibrido e motore elettrico. 

SORELLE MINORI - La FCA non ha reso noto quali saranno tali modelli, ma è probabile che si tratterà delle suv di piccole dimensioni, le cosiddette b-suv (suv del segmento B). E infatti, un primo indizio era arrivato l’anno scorso, alla presentazione del nuovo piano di sviluppo dell’Alfa Romeo (lo trovi qui): la casa del biscione annunciò, per il 2022, l’arrivo di una suv più piccola della Tonale e, sulla stessa base, nasceranno due modelli con i marchi Fiat e Jeep.

TANTA SCELTA - Le b-suv, del resto, sono una tipologia di auto sempre più in popolari in Europa, anche a discapito delle utilitarie con le quali quasi sempre condivisono meccanica e piattaforma, pertanto diventano irrinunciabili per i grandi gruppi, come dimostra la moltitudine di modelli disponibili, tra cui Volkswagen T-Cross, DS3 Crossback, Hyundai Kona, Opel Mokka e Seat Arona.





Aggiungi un commento
Ritratto di alphia
29 dicembre 2020 - 17:18
Un' Alfa Romeo non fatta in Italia ?!
Ritratto di Quello la
29 dicembre 2020 - 17:51
Già. Come dire "una Jeep non fatta in USA?"
Ritratto di GeorgeNN
1 gennaio 2021 - 14:49
Perchè i B-suv e B-compact della vw; peugeot, opel, citroen sono prodotti nella stessa sede della Casa Madre???
Ritratto di Sprint105
29 dicembre 2020 - 17:24
Per la nostra occupazione sarebbe stato meglio costruirle in Italia. Capisco le politiche industriali ma il Governo farebbe meglio a battere un colpo, come fanno quelli negli altri paesi.
Ritratto di deutsch
29 dicembre 2020 - 17:46
4
più che altro il prestito lo ha chiesto allo stato italiano ed ora ristruttura in polonia....... non mi sembra il massimo
Ritratto di Vincenzo1973
29 dicembre 2020 - 18:33
Il prestito italiano può essere speso solo in Italia, come da accordi. Quelli spesi in Polonia sono altri, ovvio
Ritratto di deutsch
29 dicembre 2020 - 18:45
4
ci mancherebbe, ma cambia poco avendo 6.3 miliardi da investire qui può gestire meglio le risorse per l'estero
Ritratto di Paolo Giulio
31 dicembre 2020 - 14:21
Serve forse che ti spieghi come, con artifizi contabili, ti sposto anche ben oltre 6.3 mld in altri rami d'azienda per farne quello che voglio? ... dai, ragazzi... o credete ancora a Babbo Natale e Befana?
Ritratto di AndyCapitan
29 dicembre 2020 - 22:44
1
qui voglio i fiattari..qui li voglio...i sostenitori dell'azienda italiana....Fca qui.. fca li!!!.....ecco il sostegno agli italiani....ingrandire...ottimizzare ristrutturare in polonia...in turchia....tutto con i nostri soldi....braviiiiii applauso!!!...bon da nient diceva mio nonno!
Ritratto di Vincenzo1973
30 dicembre 2020 - 00:36
Non si tratta di essere fiattari o non. Tutto producono in patria e all'estero. Altrimenti i cayenne in Slovacchia cosa sono? Da quello che si è saputo Melfi è pieno con 500x, Renegade e compass. Pomigliano la panda e tonale. Cassino mezzo vuoto: gracale e Stelvio. Qualcuno dice che deve arrivare anche nuova giulietta. Boh finché non la vedo. Mirafiori è sempre più hub elettrico e dpvrebbe arrivare nel 2022 nuova panda elettrica segmento B. Altro non c'è. Ci sono gli stabilmenti Maserati ma sono già prenotati per i nuovi modelli. Altri non ricordo
Pagine