NEWS

Anche la FCA non partecipa al Salone di Parigi

29 maggio 2018

Continuano le defezioni per il Mondial de l’Auto 2018: non ci saranno così gli stand Fiat, Jeep, Alfa Romeo e Abarth.

Anche la FCA non partecipa al Salone di Parigi

INSIEME A TANTI ALTRI - Il gruppo FCA, con le sue marche Fiat, Abarth, Jeep e Alfa Romeo non parteciperà al prossimo Salone dell’automobile di Parigi 2018, in programma dal 4 al 14 ottobre. La rinuncia del gruppo italo americano viene dopo quella di altri importanti case: Ford, Opel, Nissan, Infiniti, Volvo, Mazda e Volkswagen.

QUESTIONE DI STRATEGIE - FCA France ha spiegato la decisione affermando che “i saloni internazionali fanno parte della strategia globale messa in campo per lanciare i prodotti; sono uno strumento di comunicazione come lo sono altri eventi. A ogni salone si fanno considerazioni sia sotto il profilo del business che della comunicazione e degli investimenti necessari per la partecipazione per valutare se l’essere presenti alla manifestazione rientri nella strategia del costruttore”. La stessa FCA France ha tenuto a dire che le valutazioni sulla partecipazione hanno fatto propendere per il no, ma la cosa non significa che il gruppo non potrà essere presente alle prossime edizioni.

Aggiungi un commento
Ritratto di MAXTONE
29 maggio 2018 - 23:03
Io avrei tanto gradito la presenza di Opel con la Monza di serie, il concept lo hanno presentato nel 2013, e un concept della nuova Manta ma sotto la gestione PSA dubito che rivedremo mai le riedizioni di queste splendide coupé a trazione posteriore.
Ritratto di impala
30 maggio 2018 - 20:48
Parigi non è un buon Salone ... un milione di volta meglio è Ginevra
Ritratto di stefbule
29 maggio 2018 - 21:21
11
Alla fine l'hanno capita che portare la Panda e la 500 ad un salone del genere non se li cacava nessuno.
Ritratto di Fxx88
29 maggio 2018 - 21:53
3
Diciamo che il gruppo FCA non produce solo panda e 500.
Ritratto di Lo Stregone
29 maggio 2018 - 21:37
Sì altro che...ce la raccontano..Poi faranno salone a Montecarlo.
Ritratto di AMG
29 maggio 2018 - 21:39
Ad essere sinceri i Saloni dell'auto generano una marea di visite e non sono affatto un fenomeno in declino, anzi! Certo i costi di partecipazione sono rilevanti. E nel caso in cui il marchio o gruppo ( in questo caso FCA ) non abbiano vere novità da presentare in anteprima mondiale, sfruttando la bellissima vetrina che è il Salone dell'Auto di Parigi (anche se preferisco quello di Francoforte) è ovvio ed anche logico non partecipare. Due anni fa i forfait dei vari marchi a Parigi erano davvero tanti... La stessa cosa non è successa invece a Francoforte lo scorso autunno, dove sono stato e .... Che bellezza!
Ritratto di Giuliopedrali
29 maggio 2018 - 22:05
Ormai hanno dato forfait quasi tutti i grandi costruttori. Non riesco a capire. Va be che si sta spostando tutto a oriente, però una spiegazione ci deve essere.
Ritratto di NeroneLanzi
30 maggio 2018 - 00:16
In buona parte la spiegazione è proprio quella Giulio. Partecipare ad un salone internazionale senza avere l'opportunità di presentare novità è inutile. Per l'Europa c'è già un salone di riferimento che è baricentrale nei piani gamma di tutti i costruttori, poi ci sono gli altri saloni in Nord America e Cina. I saloni secondari per ciascuna region lì si possono sfruttare se non si è riusciti a presentare prodotti a Ginevra, altrimenti è un costo troppo elevato in confronto all'efficacia.
Ritratto di AMG
30 maggio 2018 - 08:28
In verità i saloni alternati di Parigi e Francoforte sono molto più spettacolari di Ginevra ed anche più facili da raggiungere per un ampio pubblico. Difatti hanno un numero di visite superiore al salone ginevrino, fin troppo "basic" nel suo voler essere territorio franco tra i costruttori.
Ritratto di NeroneLanzi
31 maggio 2018 - 14:31
Il problema è che per noi il numero di visitatori conta fino ad un certo punto. Si investe su Ginevra perché garantisce ritorni in comunicazione maggiori a parità di costo.
Pagine