NEWS

Dalla FCA sei prototipi per il Sema 2016

2 novembre 2016

Portano la firma della Mopar, che ha curato l’allestimento e l’esecuzione di questi esemplari unici.

Dalla FCA sei prototipi per il Sema 2016

È in corso a Las Vegas l’edizione 2016 della rassegna Specialty Equipment Market Association, nota ai più con l’acronimo Sema, ovvero la principale al mondo dedicata ai settori della personalizzazione e del tuning. Fra le case automobilistiche presenti in forma ufficiale c’è la FCA, con i marchi Chrysler, Dodge, Jeep e Ram, che espongono in totale 20 automobili preparate dalla Mopar: sei sono del tutto nuove, realizzate per l’occasione, mentre quattordici sono dotate degli accessori inseriti nel catalogo post-vendita. La Mopar è la società del gruppo che si occupa di accessori, personalizzazioni e servizi al cliente.

Dodge Shakedown Challenger

Il prototipo ha l’estetica di una Challenger del 1971, ma il cambio e il motore provengono da automobili oggi in vendita: la trasmissione è manuale a 6 rapporti, la stessa della Viper, mentre sotto il cofano anteriore è presente un motore Hemi da 492 CV. Gli uomini della Mopar hanno realizzato sospensioni specifiche, montato l’impianto frenante delle cattivissime Hellcat e rifinito la carrozzeria, eliminando le maniglie apriporta e il tappo del serbatoio. Le luci anteriori e posteriori arrivano dalla Challenger a listino. Il divanetto è stato rimosso, ma al suo posto si trova un mobiletto dove riporre i caschi.

Jeep CJ66

La stessa operazione è stata ripetuta sulla CJ66, fuoristrada ispirata alla Willys che riprende gli elementi meccanici di alcune Wrangler: il telaio arriva dalla serie TJ, i fari anteriori dal modello oggi in vendita (JK). La carrozzeria si rifà invece alla Jeep Willys del 1966, la CJ, mentre gli assali Dana 44 Crate e le ruote da 35 pollici sono disponibili per la Wrangler JK. Sul prototipo è montato anche il sistema idraulico che sgonfia e rigonfia velocemente i pneumatici, in maniera da far attraversare alla fuoristrada superfici sabbiose. I sedili provengono dalla Viper.

Dodge Durango Shaker

Il Durango Shaker ha una connotazione molto aggressiva, evidente fin dalla verniciatura, che si ripercuote nell’abitacolo: qui sono presenti sei sedili sportivi, gli stessi della Viper, rivestiti in pelle Katzkin e con impunture nello stesso B5 Blue utilizzato per la carrozzeria. Il volante proviene dalla Dodge Charger SRT. Nel vano motore si trova il V8 HEMI da 6.4 litri, abbinato alla trasmissione automatica ad 8 marce, che ottiene una maggior quantità d’aria grazie alla feritoia sul cofano.

Ram Macho Power Wagon

La Dodge ha ripreso il nome Power Wagon dagli anni ’70, quando era utilizzato per un allestimento molto specialistico del suo pick up W150. In questo caso la denominazione viene scelta dalla Ram per una vettura rivolta agli amanti delle attività all’aperto. Nel cassone sono presenti numerosi vani porta-oggetti, l’assetto è rialzato di oltre 12 centimetri e integrato al paraurti si trova un verricello. Il motore è lo stesso V8 a benzina della Durango Shaker, abbinato a terminali di scarico con diametro superiore a 15 centimetri.

Ram ProMaster Pit Stop

La versione per il Nord America del nostro Fiat Ducato è allestita come un bar su quattro ruote, dove una fiancata può essere quasi interamente scoperta: la parete in tessuto, una volta in posizione, si trasforma in tendalino e ripara dal sole. Sul bancone sono ricavate quattro spillatrici. A livello estetico si trovano ruote da 20 pollici, una nuova griglia anteriore e fascioni ristilizzati. Il motore è un benzina V6 da 3.6 litri. Nel vano posteriore è montato un sistema di illuminazione a led, studiato per garantire un effetto retrò.

Chrysler Pacifica Cadence

La monovolume è personalizzata grazie ad oltre 100 accessori provenienti dal catalogo della Mopar, come ad esempio i cerchi in lega da 20 pollici, un sistema interno per organizzare il carico nel baule ed i supporti al tetto dove fissare la tavola da surf. Nell’abitacolo si trovano il sistema per ricaricare la batteria dello smartphone senza fili, un trasportino per gli animali e il kit di prima emergenza. 

Aggiungi un commento
Ritratto di MAXTONE
2 novembre 2016 - 18:58
Sema mi fa pensare al bellissimo dialetto veneto
Ritratto di mirko.10
3 novembre 2016 - 13:27
2
al ram pit stop bar, gli sgabellini dovevano assolutamente avere la base/seduta con copertoni veri e cuscini con stampa di cerchi in lega con dischi.
Ritratto di Fr4ncesco
2 novembre 2016 - 20:05
Affascinanti le scocche d'epoca con elementi meccanici ed estetici moderni. La Shakedown Challenger è una delle proposte più interessanti di sempre. Trovo che sia una figata pazzesca anche il Durango Shaker, in quest'epoca di SUV una muscle della nostra era. Il 6.4 V8 Hemi è davvero mostruoso ma anche la livrea è tanta roba. Una sorta di Ram ProMaster Pit Stop l'ho visto vicino il padiglione statunitense all' Expo, un'interpretazione all'americana di un furgone europeo. Potevano osare di più col Pacifica, io avrei ripreso la livrea dei minivan del gruppo Chrysler anni 80 con elementi in legno e particolari cromati.
Ritratto di Francesco110
2 novembre 2016 - 22:15
A parte quello buono per vender panini non se ne salva uno.
Ritratto di FANTAMAN
2 novembre 2016 - 22:24
notevoli challenger e jeep, dei capolavori in stile retro'
Ritratto di AlexTurbo90
3 novembre 2016 - 00:57
@Fantaman Concordo! Splendide entrambe.
Ritratto di AlexTurbo90
3 novembre 2016 - 00:57
@Fantaman Concordo! Splendide entrambe.
Ritratto di elakos
2 novembre 2016 - 23:50
Oscene.
Ritratto di Fdkk
2 novembre 2016 - 23:58
2
Il monovolume, tenuto conto quelli che ci sono in giro ora, non è male. Il resto mediocrità.
Ritratto di AMG
3 novembre 2016 - 15:11
Sono tutte schifezze allucinanti .... Eccetto le FAVOLOSE carrozzerie d'epoca abbinate a tecnologie moderne! Perché non farle? Io le comprerei. La Willis e la Challenger... STUPENDE!
Pagine