NEWS

Ferrari FXX K Evo: si rinnova il bolide da pista

30 ottobre 2017

I nuovi profili aumentano la stabilità dell’auto e la rendono ancor più efficace in circuito.

Ferrari FXX K Evo: si rinnova il bolide da pista

SOLO IN PISTA - Nel giorno in cui Lewis Hamilton si aggiudica il quarto titolo piloti in Formula 1, il circuito del Mugello (Firenze) si tinge di Rosso e ospita le Finali Mondiali 2017, il grande evento a metà fra lo sport e la celebrazione in cui sono previste le gare finali dei campionati organizzati direttamente della Ferrari. Non è un caso che la Rossa abbia mostrato in questa circostanza l’aggiornamento della Ferrari FXX K, la sportiva derivata da un modello stradale (la LaFerrari) che rappresenta il meglio di quanto la Rossa può offrire ai suoi clienti in tema di vetture da pista, non omologate cioè per l’utilizzo su strada pubblica: la Ferrari FXX K Evo va guidata solo in circuito e nel corso di eventi specifici organizzati dal costruttore, che assiste i proprietari delle auto mettendo a disposizione i suoi meccanici.

NUOVI PROFILI - La Ferrari ha migliorato la FXX K Evo con l’obiettivo di renderla ancora più efficace e reattiva in pista, lavorando ad esempio la fibra di carbonio in maniera da tagliare i pesi e modificando l’enorme ala posteriore con la stessa finalità. I tecnici hanno disegnato inoltre nuove appendici aerodinamiche e fatto aumentare la spinta dell’aria verso terra, aspetto fondamentale su una vettura da pista, dove i flussi aerodinamici hanno il compito di mantenerla “inchiodata” all’asfalto nei rettilinei a forte velocità: a 200 km/h vengono generati 640 kg, secondo la Ferrari, e alla velocità massima ben 830 kg, per un miglioramento del 23% rispetto alla Ferrari FXX K. Il “pacchetto” di ali è composto da un nuovo profilo posteriore sdoppiato, che incrementa la spinta a terra dell’alettone mobile, rinnovato per l’occasione in maniera da sfruttare al meglio i vantaggi dell’ala sdoppiata.

L’IMPORTANZA DI FLUSSI - La complessità degli studi che interessano la parte aerodinamica della Ferrari FXX K Evo affiora osservando la struttura di sostegno dell’ala sdoppiata, formata da una coppia di pinne laterali e da una centrale. Quest’ultima ad esempio è disegnata per incrementare la stabilità dell’auto e “ripulire” i flussi d’aria nella zona dei tre generatori di vortici, permettendogli di svolgere in maniera più efficace i loro compiti: estrarre l’aria calda dalla zona del cofano motore (così da raffreddarlo) e far crescere la spinta dell’aria sull’ala posteriore sdoppiata. La Ferrari ha rivisto inoltre la forma dei paraurti, del fondo piatto e delle prese d’aria anteriori nella zona dei freni. Inedite sono anche le tarature delle sospensioni, oltre allo schermo (maggiorato) nel cruscotto e al volante: ora include il manettino per gestire il motore ibrido, composto dal benzina V12 6.3 da 860 CV e da un motore elettrico (190 CV).

Ferrari LaFerrari
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
256
9
5
1
9
VOTO MEDIO
4,8
4.792855
280
Aggiungi un commento
Ritratto di piac
30 ottobre 2017 - 09:55
e che dire...beato chi se la può permettere!
Ritratto di Claus90
30 ottobre 2017 - 10:26
Cosi bella che non sembra vera, un'auto incredibile in ogni profilo, la livrea l'avrei preferita nel classico rosso infuocato, deve bruciare tutto è carica come il tritolo questa meraviglia di auto.
Ritratto di twinturbo
30 ottobre 2017 - 10:50
L'ibrido all'ennesima eccellenza. E meno male che Fca non avrebbe competenza in materia, per i più
Ritratto di Supercharger
30 ottobre 2017 - 11:08
FCA non ha nessuna competenza in materia perchè Ferrari non fa più parte di FCA e questa tecnologia se la tiene per se...infatti non mi sembra di aver visto ancora una punto o una panda con il KERS
Ritratto di Fr4ncesco
30 ottobre 2017 - 11:12
Sbagliato, non è un marchio FCA ma orbita attorno FCA essendo nella stessa holding, ed hanno anche lo stesso CEO. Ma è sempre stato così, dai tempi della Fiat, tant'è che gli utili Ferrari hanno risollevato parecchie volte le sorti di tutto il gruppo. Inoltre sulle auto ad alte prestazioni e da competizione si sviluppano tecnologie che verranno usate su tutte le auto, anche ciò è da sempre così.
Ritratto di Supercharger
30 ottobre 2017 - 12:06
che l'abbia risollevata va bene ma che i marchi fca useranno la tecnologia ferrari nelle proprie vetture ho qualche dubbio...staremo a vedere, di sicuro al momento il gruppo fca è quello più arretrato a livello di tecnologia ibrida
Ritratto di Fr4ncesco
30 ottobre 2017 - 12:29
Era anche quello più arretrato in fatto di guida autonoma, poi un giorno ha deciso di collaborare con Google e si è inserita in quel concorzio europeo di ricerca. E' evidente che al momento e a breve e termine non sono interessati, anche perchè realisticamente parlando, chi di noi comprerebbe un'auto elettirca in questo momento? Lo stesso pensano loro.
Ritratto di Fr4ncesco
30 ottobre 2017 - 13:03
Si e poi non dimentichiamoci che c'è la Pacifica ibrida, la 500 elettrica e già dai tempi di Panda e Regata Fiat faceva ricerca, quindi è una questione di marketing.
Ritratto di Supercharger
30 ottobre 2017 - 13:58
Magari elettrica no ma ibrida penso che molti la comprerebbero
Ritratto di car_expert
30 ottobre 2017 - 12:51
esempio a caso, motore della giulia q, sviluppato da e con ferrari
Pagine