Ferrari Monza SP1 e SP2: fondono moderno e antico

03 ottobre 2018

La meccanica della 812 Superfast viene adotta per le barchette da collezione Ferrari Monza SP1 e SP2, ispirate ai modelli leggendari degli Anni '50.

Ferrari Monza SP1 e SP2: fondono moderno e antico

LOOK INCONFONDIBILE - Le Ferrari Monza SP1 e SP2 fanno parte di una nuova “famiglia” di vetture su cui la Ferrari ha investito per il futuro, composta da modelli realizzati in numero ridotto ispirati a grandi Rosse del passato. Le prime supercar di queste nuova gamma (chiamata Icona) si rifanno alle Monza 750 e 860 di metà Anni 50, auto da corsa senza il tetto e il parabrezza costruite in meno di 50 esemplari. Le SP1 e SP2 hanno di conseguenza un aspetto evocativo, grazie alle forme essenziali della carrozzeria e ad una serie di particolari ispirati ai modelli originali, come ad esempio le piccole portiere laterali o la “bolla” con funzione aerodinamica dietro il sedile, che come suggerisce il nome è singolo sulla Ferrari Monza SP1 ma doppio sulla Monza SP2.



AERODINAMICA EVOLUTA - L'ispirazione retrò non va al di là dello stile, perché il telaio, le tecnologie e il motore sono “figlie” dei tempi odierni. La scocca ad esempio è realizzata in fibra di carbonio, un materiale leggero ma resistente che aiuta a tagliare il peso, in verità non proprio contenuto sulle Ferrari Monza SP1 e SP2: il Cavallino dichiara infatti una massa di 1.500 e 1.520 kg, complice anche la lunghezza generosa (465 cm). È probabile però che i tecnici di Maranello abbiano dovuto irrigidire la struttura di base per sopperire al mancanza del tetto, un “problema” comune a tutte le auto cabriolet o spider. Le Ferrari SP1 e SP2 sono dotate inoltre di particolari soluzioni che consentono di regolare i flussi d’aria che si creano a velocità sostenuta, creando una sorta di carenatura su volante e strumentazione.



V12 DA 810 CV - Il motore si trova davanti alla cabina di guida ed è il V12 aspirato di 6,5 litri della coupé Ferrari 812 Superfast, qui accreditato di 810 CV a 8.500 giri e 719 Nm di coppia. La velocità massima dichiarata è “superiore ai 300 km/h”, mentre per lo scatto 0-100 km/h bastano 2,9 secondi. Per accelerare da 0 a 200 km/h le servono invece 7,9 secondi. Le Ferrari Monza SP1 e SP2 verranno costruite in poche centinaia di esemplari riservati ai clienti più affezionati del Cavallino.

VIDEO


Aggiungi un commento
Ritratto di Agl75
3 ottobre 2018 - 14:51
Le immagini sono eloquenti: modelli che incarnano lo spirito stesso dell’auto
Ritratto di Ercole1994
3 ottobre 2018 - 16:30
La SP2 nera con gli interni rossi, è semplicemente spettacolare!
Ritratto di Claus90
4 ottobre 2018 - 11:39
Sono auto da collezione, queste avranno quotazioni stellari negli anni, forse varranno più di una 250 GTO, la mia preferita è la SP2. capolavori.
Ritratto di Giulio Menzo
28 luglio 2019 - 08:56
La SP2 è elegante e spettacolare!!!!!!