NEWS

La Fiat Punto è l’auto più convertita a Gpl e metano

28 dicembre 2015

Le statistiche del Consorzio Ecogas si riferiscono ai primi 9 mesi del 2015. Seconda in entrambe le classifiche è la Fiat Panda.

La Fiat Punto è l’auto più convertita a Gpl e metano
SOLIDO DOMINIO - La Fiat Punto (nella foto) è l’auto che più di frequente viene trasformata a Gpl o a metano. Lo sostiene una ricerca effettuata in Italia dal Consorzio Ecogas, grazie alla quale scopriamo alcune dinamiche relative al mercato dell’aftermarket per i carburanti a basso impatto ambientale: nello Stivale, a fine 2014, il 7,76% delle automobili in circolazione era alimentato a Gpl o a metano. Le vetture alimentate da questi carburanti possono uscire già allestite dalla fabbrica, ma in alternativa è possibile montare un impianto anche successivamente all’acquisto: il Consorzio ha ottenuto dal Ministero dei Trasporti le statistiche relative a questa tipologia automobili.
 
FORD, OPEL E VW SI DIFENDONO - I dati si riferiscono ai primi nove mesi del 2015 e sono limitati all’Italia. L’automobile convertita più di frequente è la Fiat Punto, prima tanto nella classifica riservata al Gpl (8.433 interventi) quanto nella graduatoria riservata al metano (1.332 trasformazioni). Seconda in entrambe le classifiche è la Fiat Panda. Da qui in poi gli indici assumono una piega differente. La Fiat Grande Punto è terza per il Gpl, seguita dalla Lancia Ypsilon, dalla Ford Fiesta, dall’Alfa Romeo MiTo, dalla Opel Corsa, dalla Volkswagen Polo, dalla Toyota Yaris e dall’Opel Astra. La Ypsilon è terza nella classifica riservata al metano, davanti alla Grande Punto, alla Volkswagen Golf, alla Polo, alla Corsa, alla MiTo, alla Fiesta ed all’Astra.
 
RISPARMIO GARANTITO - Queste due tipologie di carburante non risultano meno impattanti solo a livello ambientale, ma garantiscono benefici anche a livello economico: il Consorzio Ecogas stima un risparmio sul costo del pieno al 55-57% rispetto alla benzina ed al 42-45% rispetto al diesel. Il costo di un impianto si attesta indicativamente a 1.500 euro. Le vetture a Gpl o metano possono circolare liberamente in questi giorni di limitazioni e targhe alterne. Il successo del gruppo FCA può spiegarsi con la maggiore diffusione in Italia delle Alfa Romeo, Fiat e Lancia e con l’esperienza accumulata nel settore, nel quale la FCA investe ormai da lungo tempo.


Aggiungi un commento
Ritratto di 19miki90
28 dicembre 2015 - 20:32
2
Beh le auto che negli ultimi anni sono state tra le più vendute e quindi diffuse sono anche quelle più trasformate, mi pare piuttosto evidente...
Ritratto di pastrellandrea
29 dicembre 2015 - 11:01
La più venduta rimane comunque la Panda e non la Punto. Sarà il tipo di persone che comprano la Punto ad avere la mentalità del GPL. L'ho provata una volta (Punto a GPL) e devo dire che andava benissimo, senza parlare del risparmio...
Ritratto di CarolMar
30 dicembre 2015 - 09:53
A metano ancora meglio. Mio padre l'ha presa nel 2011, la versione per i 150 anni e si trova benissimo. E anche io... perchè me la resta quando devo fare degli spostamenti in macchina di pochi giorni. Un'ottimo abbinamento.
Ritratto di lorenzo.forte
29 dicembre 2015 - 11:59
Sono assolutamente d'accordo con te 19miki90!
Ritratto di lucios
29 dicembre 2015 - 00:42
4
L'ottimo fire si presta alla grande per le trasformazioni, anche se poi diventa un polmoncino. Gli altri, se non rinforzati li vedo abbastanza rischiosi..........mamma mia, anche la yaris............quando è risaputo che le giap sono le più deboli a gas........alla rav4 di mio padre un impiantista lo sconsiglio' vivamente di fare modifiche a gas...........
Ritratto di MAXTONE
29 dicembre 2015 - 10:52
Non direi proprio, in virtù della loro grande affidabilità sono perfette per la conversione a GPL, io sulla mia IS200, tenuta in condizioni impeccabili (che ha ben 15 anni e mezzo essendo stata immatricolata ad agosto 2000) ho un impianto a iniezione sequenziale montato nel 2012 e il 6 cilindri va a meraviglia, il calo prestazionale e' quasi inavvertibile così come il passaggio da benzina a GPL. Ma la cosa più bella e' fare oltre 400 km con soli 27 euro godendosi sei cilindri in linea vellutati (motore stretto parente del 2JZ montato sulla Supra) abbinati al cambio automatico che oltre ad essere di una comodità impagabile regala riprese istantanee, tutt'altra storia che convertire traballanti e asmatiche segmento A e B col cambio manuale.
Ritratto di lucios
29 dicembre 2015 - 12:45
4
Beh! Che dire!?!? Forse la tua è una delle poche giap che non da noie alle valvole e c. Ma, a quanto pare, da quello che si legge in giro e per esperienza diretta (dalla mie parti quasi tutte le giap che conosco non sono gasate, e agli impianti vedi sempre le solite: Punto, Panda, Corsa, Fiesta, Alfa, Bmw, Clio), nonché dalle parole di quell'impiantista ("io te lo faccio ma già lo so che tra 40.000 km verrai qui e mi romperai le..........perchè qualcosa non va"), le giap sono off limits!
Ritratto di MAXTONE
29 dicembre 2015 - 13:11
Ogni impiantista dice cose diverse, i luoghi comuni poi tipo "sulle giapponesi non trovi i ricambi" che andavano negli anni 80 sono duri a morire ancora oggi...figuriamoci per gli impianti a GPL, a mio padre hanno installato in GPL sulla Punto 1.2 16v per il quale parlare di semplice inaffidabilità e' un eufemismo: in salita non va neanche a spinta, fiacca da morire, passaggio benzina-gpl come sulle auto anni 70 e perdita di coppia avvertibile, il tutto condito da rumori inspiegabili e inquietanti provenienti dal serbatoio. Ma se l'avesse portata da uno bravo la musica sarebbe stata ben diversa. Per il Rav 4 vale un discorso simile. Nel senso che va gasato da un bravo installatore e non da "uno dei tanti", ricorda sempre che è l'installatore che fa la differenza, a parità di impianto.
Ritratto di lucios
29 dicembre 2015 - 14:15
4
Posso assicurarti che dalle mie parti è il migliore. A quanto vedo però tu dai molto più risalto alle prestazioni che all'affidabilità. La Punto di cui tu parli ha un 1.2 a gpl che è un polmoncino, però io ho un amico che fino ad ora ha fatto 200.000 km a metano senza problemi. Sugli stereotipi riguardo ai ricambi invece ormai credo che non ci siano più problemi in tal senso.
Ritratto di MAXTONE
29 dicembre 2015 - 14:38
Non vorrei dare troppo risalto alle prestazioni in quanto l'affidabilita' e' per me valore imprescindibile ma posso assicurarti che restare "appeso" ai 70 orari su un falsopiano della Monti Lepini con una fila di TIR imbufaliti dietro di te che potrebbero e vorrebbero andare almeno a 90 e' una cosa che non auguro neanche al peggiore dei miei nemici, mi riferivo ovviamente alla mia di Punto con relativo impianto, certamente sarà un caso isolato tuttavia ho voluto portarlo a esempio per farti capire che e' l'installatore l'elemento chiave di un impianto ancor più dell'impianto in sé.
Pagine