NEWS

La Fiat Viaggio è un flop in Cina

25 marzo 2017

A causa delle scarse vendite la FCA ha deciso di fermare la produzione dei modelli Fiat Viaggio e Ottimo, pensati e realizzati per il mercato cinese.

La Fiat Viaggio è un flop in Cina

FINE DI UN PROGRAMMA - Non è passato tanto tempo da quando la joint venture FCA-GAC nel giugno 2012 avviò la produzione dei modelli Fiat Viaggio (qui sopra, chiamata Fei Xiang in Cina) e Ottimo (foto qui sotto) nello stabilimento cinese di Changsha. Eppure la casa italo americana ha deciso la fine del programma. All’origine dell’iniziativa ci sono gli scarsi risultati ottenuti dai due modelli: quasi 70 mila nel 2014, 30 mila nel 2015 e 13 mila nel 2016. Ciò mentre la capacità produttiva dello stabilimento in questione è di circa 140 mila unità annue.

SUCCESSO DELLE SUV - Con un trend del genere non c’è da stupirsi dello stop. A maggior ragione se, come sembra, le capacità produttive relative verranno impiegate per la produzione di modelli Jeep. Il mercato cinese da un paio di anni a questa parte sta privilegiando le suv, riducendo sempre di più le attenzioni verso le berline. Dunque il flop delle Fiat Viaggio e Ottimo potrà essere ribaltato con i modelli Jeep.

LA CARTA JEEP - Al momento la joint venture FCA-Gac produce in Cina tre modelli Jeep: Cherokee (stabilimento di Changsha), Renegade e Compass (Guangzhou). Complessivamente le vendite nel 2016 sono state 130 mila unità e per i primi due mesi di quest’anno le statistiche riportano già vendite per 28 mila veicoli, più del doppio dello stesso periodo del 2016. Le Fiat Viaggio e Ottimo sono modelli progettati sulla base della piattaforma della Alfa Romeo Giulietta, già impiegata anche per l’americana Dodge Dart.



Aggiungi un commento
Ritratto di stefbule
25 marzo 2017 - 19:34
11
Non è stato un'Ottimo Viaggio...
Ritratto di remo la barca
25 marzo 2017 - 20:15
Complimenti.
Ritratto di alex_rm
25 marzo 2017 - 20:17
Può darsi che non sono auto adatte al mercato attuale cinese dove anche lì c'è stato il boom dei suv e loro preferiscono comprare auto che diano uno status level come la BMW serie 2 4 porte a trazione anteriore.
Ritratto di alexlato2010
5 aprile 2017 - 21:22
non è vero, anzi è il contrario. Il cinese compra un'auto se gli piace, indipendentemente dal marchio. Il 90% degli europei, quando si dice "lusso" pensa ad Audi, BMW e Mercedes; pochi a Lexus e DS; pochissimi a Cadillac ed Infiniti. In Cina DS triplica le vendite ogni anno, tant'è che ha una sua serie limitata al mercato cinese ma soprattutto vende quanto Audi o Mercedes. Poi ci sono quei cinesi "europeizzati" che pretendono una tedesca ma molti cinesi vanno su marchi alternativi. Siamo noi europei che ci facciamo "infinocchiare" dai tedeschi. (Ovviamente non io)
Ritratto di marcoluga
6 aprile 2017 - 09:27
Io credo in tutta onestà che il discorso potrebbe essere ripreso pari pari cambiando la nazionalità: Siamo noi europei che ci facciamo "infinocchiare" dagli italiani Siamo noi europei che ci facciamo "infinocchiare" dai francesi Siamo noi europei che ci facciamo "infinocchiare" dagli inglesi E comunque in 40 anni di auto se proprio mi sono sentito infinocchiato da qualcuno non è certo dai tedeschi, non dico altro...
Ritratto di alexlato2010
6 aprile 2017 - 14:16
Bhe spendere 90 mila euro per un'Audi A4 Avant e poi vedere che la 508 SW costa 43 mila e va meglio... ti senti di essere stato preso per i fondelli!
Ritratto di nicktwo
25 marzo 2017 - 21:10
mi sembra logico che anche in cina diffusasi l' eco della giulia, uno se deve conprare una berlina italiana (e non) non ripiega, con tutto il rispetto, su una viaggio ma esige l' eccellenza della berlina di arese... infatti l' altro giorno centinaia di giulia vendute in pochi secondi on line ( e chi e' nel settore sa quanto la macchina deve essere convincente per venderla "senza contatto")... insomma, hai capito i gusti auto dei cinesi come si stanno iperbolicamente evolvendo? ...saluti
Ritratto di Tonio K.
26 marzo 2017 - 19:34
Hai detto bene: se comprano straniero vogliono qualcosa di valido, se no ci sono le cinesi che costano meno. Per quanto riguarda l'asta: puo' essere che sia stata genuina, ma teniamo presente che qui sono specialisti in furbate... Qualcuno mormora che siano state comprate dai concessionari. Non sarebbe la prima volta che fanno numeri del genere. Comunque penso che la Giulia sia senz'altro un oggetto del desiderio: nel caso le rivenderanno ai clienti veri ovviamente a prerzo maggiorato! Alla Jeep auguro di vendere tanto ma la nomea della marca non e' molto buona da queste parti: si dice che siano troppo poco affidabili
Ritratto di Gianni.ark
25 marzo 2017 - 21:43
...che poi la Ottimo non sarebbe neanche brutta...
Ritratto di merlin0
26 marzo 2017 - 10:31
Sono d'accordo con te, se fosse stata venduta in Italia un pensiero lo avrei fatto
Pagine