NEWS

Filippine: demolizione di massa per le supercar

1 agosto 2018

Il governo del presidente Duterte ha deciso misure drastiche per combattere la piaga dell’evasione delle tasse d’importazione sulle auto di lusso.

Filippine: demolizione di massa per le supercar

MESSAGGIO CHIARO, CHIARISSIMO - Altro che ganasce fiscali, nelle Filippine il presidente Rodrigo Roa Duterte va molto più in là: le auto oggetto di vicende fiscali, le demolisce. E alla maniera delle condanne a morte del Medio Evo la demolizione viene effettuata pubblicamente, nello spirito del motto maoista “punirne uno per educarne cento…”. Dopo che nel febbraio scorso c’era stata la demolizione a mezzo ruspa di una trentina di vetture alto di gamma, l’altro giorno nella provincia di Cagayan, è stata la volta di un’altra sessantina di macchine, tra cui anche supercar come una Lamborghini Aventador.

TASSAZIONE FORTISSIMA - Oggetto di queste mattanze di belle auto sono vetture che sono state importate nel paese senza pagare tutte le tasse previste dalla locale normativa fiscale. In pratica queste vetture sono state importate di contrabbando. Infatti nelle Filippine l’import di auto comporta il pagamento di una tariffa doganale pari al 40% del valore del veicolo; quindi c’è da pagare l’Iva, pari al 10%, e infine c’è la Ad Valorem Tax, che varia dal 15% al 100% a seconda della cilindrata. 

FUNZIONARI CORROTTI - L’azione dimostrativa voluta dal presidente Duterte rientra nella vasta azione anticorruzione portata avanti dal governo del presidente. Il riferimento è alla corruzione perché spesso chi vuole comprare un’auto di lusso, ovviamente di importazione, cerca di trovare qualche funzionario doganale accondiscendente affinché la pratica si svolga tralasciando i doveri verso il fisco. Dunque, oltre a punire i corrotti scoperti, con la demolizione delle auto “contrabbandate” Duterte lancia un pesante e convincente ammonimento a chi pensa di risolvere il problema dei balzelli corrompendo i funzionari preposti all’esazione.

VIDEO
Aggiungi un commento
Ritratto di Blueyes
1 agosto 2018 - 10:51
Selvaggi. Inutile argomentare oltre.
Ritratto di palazzello
1 agosto 2018 - 10:54
Noooo!!! Invece di rottamarle date a me una sola di questeeeeee supercar!!!!
Ritratto di Goly
1 agosto 2018 - 11:04
Che senso ha? Una volte sequestrate si possono rivendere allo sceicco di turno, sono nuove ! In questo modo i cittadini filippini e lo stato cosa ci guadagnano ? Però il metodo adottato andrebbe benissimo in italia per demolire i milioni di veicoli obsoleti giacenti nei centri dopo i sequestri
Ritratto di UnAltroFiattaro
1 agosto 2018 - 14:45
Si infatti... Potrebbero rivenderle così recupererebbero il doppio dei soldi: quelli della tassazione che presumo poi facciano pagare una volta scoperta l'evasione e quelli guadagnati dalla rivendita di queste supercar. Questo è solo un spot governativo di cui ne avranno parlato in tutto il mondo!
Ritratto di Roomy79
1 agosto 2018 - 20:26
1
Cosi all’asta le compra un prestanome di quello che aveva evaso le tasse...duterte e un dittatore pazzo, ma da noi ormai siamo all’opposto, il ricco di turno evade 100 milioni...ne paga 40 e siamo a posto (vedi rossi). Forse con certi personaggi questa e l’unica soluzione, farebbe da monito agli altri, da noi si spende in media il 30% percento in piu delle dichiarazioni dei redditi annue, fate voi
Ritratto di 19andrea81
2 agosto 2018 - 10:47
Ma facendo così non fa altro che buttare via dei soldi !!! Che te ne frega chi compra la macchina dopo ?! Importante è farci dei soldi !!! Per poi non parlare che a volte queste macchine sono anche degli serie limitati
Ritratto di flavio84
1 agosto 2018 - 17:55
Sai cosa gliene interessa?è il piu ricco del paese, chissa quante ne avrà, e chissa se paga le tasse!!!
Ritratto di Alfiere
1 agosto 2018 - 11:12
1
Non ha senso: espropri e rivendi per fare cassa, altrimenti si bruciano solo soldi e si inquina, che selvaggi!. Ma soprattutto, il senso di queste tassazioni del tutto irragionevoli mi sembra quello di favorire l'evasione...
Ritratto di morino
1 agosto 2018 - 11:59
Chissà quanti filippini lavorano in nero in Italia. Da oggi sappiamo come comportarci….
Ritratto di Ercole1994
1 agosto 2018 - 12:17
Dopo questa notizia, non mi avvicinerò nemmeno con un dito alle Filippine. È un colpo al cuore il video....
Pagine