NEWS

Ford Focus, tanti “occhi” in più

19 settembre 2018

Dotata dei più moderni ed efficienti sistemi di assistenza alla guida, l’ultima edizione della Ford Focus è una media davvero sicura. 

Ford Focus, tanti “occhi” in più

TECNOLOGIA A PIENE MANI - La nuova Ford Focus punta su una dotazione di dispositivi sicurezza da vettura di alta gamma. Pur avendo già saggiato a fondo prestazioni e qualità dinamiche nella prova pubblicata nel numero di ottobre 2018 di alVolante (quello in edicola dal 10 settembre), non abbiamo perso l’occasione di esaminare anche all’autodromo di Modena i suoi numerosi sistemi di assistenza alla guida. Alla base di tutto c’è il Ford Co-Pilot360, basato su 2 telecamere, 3 radar e 12 sensori, che gestisce molteplici sistemi: dal mantenimento della corsia all’illuminazione “intelligente”, dall’assistenza al parcheggio al cruise control adattativo con Stop&Go (quest’ultimo, solo in presenza del cambio automatico). Questi sistemi possono essere di serie o optional (a prezzi tutt’altro che proibitivi), mentre sono sempre standard la frenata automatica di emergenza con riconoscimento di pedoni e ciclisti, l’Intelligent speed assist e il Post-Impact braking (che in caso di forte impatto mantiene attivati i freni, riducendo il rischio che l’auto si muova e vada a impattare con altri veicoli).


Il cruise control regola la velocità anche in base ai limiti riportati sui cartelli e a quelli memorizzati nelle mappe del navigatore.

LA SICUREZZA IN TRE PACCHETTI - Fra gli optional, al prezzo di 500 euro il pacchetto Co-Pilot comprende il cruise control con radar di distanza, il sistema che “legge” e ripete nel cruscotto i segnali con i limiti di velocità, quello che mantiene automaticamente al centro della corsia, l’allarme anti-colpo di sonno, gli abbaglianti automatici e l’Evasive steering assist (il servosterzo “lavora” in modo da facilitare le manovre d’emergenza). Anche il pacchetto Parking costa 500 euro, e comprende l’Active park assist upgrade e la telecamera posteriore (oltre al Door Edge Protector, il furbo dispositivo di protezione che fuoriesce automaticamente quando si aprono le porte preservandone il profilo). Con il Blis pack (300 euro) si acquisiscono invece il sistema di monitoraggio dell’angolo cieco dei retrovisori e il Cross Traffic Alert con Active Braking: una funzione addizionale utile quando la vettura esce da un parcheggio in retromarcia mentre arriva un altro veicolo: dapprima avvisa con un cicalino, ed eventualmente frena. 

GARANTISCE UNA TOTALE ASSISTENZA - Abbiamo provato la maggioranza dei dispositivi che equipaggiano la nuova Ford Focus, a partire dall’evoluto cruise control adattativo, che consente di mantenere la velocità di crociera prescelta (da 30 a 200 km/h), rallentando però in caso di traffico antistante e di segnali coi limiti di velocità; al contempo, abbiamo verificato come l’auto mantenga la corsia di marcia anche in curva, semplicemente tenendo due dita appoggiate al volante, e come, grazie alla funzione Stop&Go, riesca a fermarsi e ripartire da sola nella marcia in colonna: un vero anti-stress nel traffico. Il sistema funziona davvero bene: anche se non abbiamo avuto la possibilità di provarlo in un curvone a elevata andatura, frena progressivamente col dovuto anticipo, riparte morbidamente e corregge fluidamente la direzione riconoscendo anche le linee e la segnaletica orizzontale più sbiadite.


Il cruise control adattativo con funzione Stop&Go è in grado di fermare e far ripartire l'auto in autonomia nella marcia in colonna.

TUTELARE GUIDATORE E PASSEGGERI - La frenata autonoma d’emergenza (che equipaggia di serie anche le versioni con cambio manuale) è sempre attiva, e può evitare l’impatto con altri veicoli o l’investimento di pedoni e ciclisti, anche di notte, sfruttando l’azione congiunta di radar e telecamere. Noi l’abbiamo provata fino a 30 km/h e non ha sbagliato un colpo, neppure nel riconoscimento di un esile manichino, precedendo l’“inchiodata” con un avviso acustico e uno visivo. L’Evasive steering assist tutela la sicurezza nel caso si identifichino veicoli fermi (o che procedono molto lentamente) nella nostra corsia: il sistema aiuta il guidatore nell’evitamento dell’ostacolo rendendo lo sterzo più leggero se si sterza troppo lentamente, oppure più pesante se, al contrario, la manovra di evitamento viene attuata troppo violentemente. 

QUESTIONE DI SPAZI - L’Active park assist upgrade, infine, garantisce l’assistenza automatica nel parcheggio sia in quelli in linea (nei quali dà un ausilio anche in uscita) sia in quelli a pettine. Gestisce la scelta dello spazio di parcheggio, il cambio (automatico), lo sterzo, l’acceleratore e i freni: il guidatore deve solo tenere premuto un pulsante. Il test è stato piuttosto semplice, soprattutto perché i blocchi di gommapiuma che simulavano le auto parcheggiate erano parecchio distanti fra loro, e non c’è stato alcun problema, né in entrata, né in uscita. In ogni caso, non abbiamo rilevato alcuna incertezza nel funzionamento dei sistemi, che, nelle condizioni citate, si sono dimostrati davvero affidabili.


Il sistema Cross Traffic Alert con Active Braking, in uscita in retro da un parcheggio, prima segnala la presenza di un'auto poi frena in autononomia.

VIAGGI SICURI E… CONNESSI - Con 1.250 euro si acquista il Design pack Vignale, che include anche i cerchi in lega di 18’’, che include il sistema di illuminazione Full Led Adattativo, col quale la distribuzione del campo illuminato dai fari si adatta all’andamento della strada, alle condizioni di guida, alla velocità e ai veicoli che arrivano di fronte, evitando l’abbagliamento dei guidatori: il dispositivo è in grado di anticipare le curve,  illuminandone il manto di asfalto e consentendo di visualizzare con congruo anticipo eventuali ostacoli. Come ciliegina sulla torta, la nuova Focus dispone dell’esclusivo sistema Ford Pass Connect (di serie, 300 euro solo per la versione Business), col quale si può restare sempre connessi tramite smartphone con la propria auto. Basta che ci sia la copertura del proprio gestore telefonico, e anche a migliaia di chilometri di distanza si può dialogare con la propria auto e attivare una notevole quantità di funzioni: apertura e chiusura delle porte, attivazione del “clima”, avviare o spegnere il motore, e tanto altro. 

VIDEO
loading.......
Ford Focus
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
34
46
26
12
18
VOTO MEDIO
3,5
3.485295
136
Aggiungi un commento
Ritratto di Magnificus
19 settembre 2018 - 18:39
Si sì tutto interessante ma io vorrei vedere la RS prima possibile
Ritratto di Giuliopedrali
19 settembre 2018 - 18:54
Davvero una bella macchina, dentro dà l'idea di essere proprio in una macchina, piuttosto seriosi gli interni, più fantasioso il design esterno, peccato che ormai medie così abbiano prezzi piuttosto altini...
Ritratto di Fr4ncesco
19 settembre 2018 - 18:57
Ahaha, che palle sta roba, però non sono più tanto avverso a questa tecnologia perchè so come guido io, ma non mi fido degli altri e con tutti mongoli che guidano guardando il telefono e gli impediti che ci sono, ben vengano queste assistenze alla guida. L'unico sistema che trovo utile per me è quello Stop&Go per non affaticare troppo la gamba, per il resto so come e quando accendere i fari, guardare negli specchietti e guidare diritto, lol.
Ritratto di Metalmachine
19 settembre 2018 - 21:08
Come non darti ragione ...optional inutili ....ma studiati appunto per il marketing ...tanto ormai alla gente non interessano più i cavalli , i multilink, o appunto guidare.... Basta spippolare sul telefono e son tutti contenti ... Io come sistema di sicurezza imposto per legge e di serie su tutte le vetture , metterei un sensore che rileva le onde del telefono e che impedisca l’accensione dell’auto.... Vuoi telefonare? Ti fermi , spengi l’auto e telefoni ....
Ritratto di Fr4ncesco
19 settembre 2018 - 21:40
Assolutamente sì, abilitato solo a chiamare il 112.
Ritratto di dottorstrange
20 settembre 2018 - 09:47
Questi sistemi sono utili a tutti, anche il miglior pilota al mondo ha un colpo di sonno o una distrazione. Basta una volta x rimanerci o farci rimanere qualcuno. Ricordatevelo.
Ritratto di dottorstrange
20 settembre 2018 - 09:47
Quindi brava Ford, un'ottima politica. L'auto non mi piace molto, ma le metto una stella in più dopo questo articolo.
Ritratto di Metalmachine
19 settembre 2018 - 21:02
Da me in zona c’è ne sono già diverse... Personalmente non mi fa impazzire , troppo goffa ....linea un po’ forzata ... Anteriore in stile ford e va bene...ma il posteriore secondo me non ci incastra niente col resto della linea ....
Ritratto di ziobell0
20 settembre 2018 - 10:01
sinceramente trovo che la maggior parte delle "innovazioni" tecnologiche siano superflue se poi il risultato è quello di guidare sempre più distratti ed attaccati ad uno schermo. Roba da proibire a meno di non avere la guida autonoma. Per il resto, al pari della fiesta, linea troppo anonima. Ad un prezzo salato.
Ritratto di Al Volant
20 settembre 2018 - 15:18
Io invece sono proprio curioso di vedere la versione ACTIVE dal vivo.
Pagine