NEWS

Francia: dal 2040 stop ai motori a benzina e diesel

06 luglio 2017

Il programma Climate Plan ha l’ambizione di trasformare il Paese in economia ad emissioni zero.

Francia: dal 2040 stop ai motori a benzina e diesel

GROSSI CAMBIAMENTI - Il Ministro dell’ambiente francese, Nicolas Hulot, ha illustrato oggi il programma generale per trasformare la Francia in una nazione fra le più all’avanguardia in materia di economia verde, quella che rispetta un modello di sviluppo economico basato sul contenimento delle emissioni inquinanti e sul rispetto dell’ambiente: il Paese dovrà rinunciare ai combustibili fossili e incentivare i suoi abitanti a produrre energia pulita in maniera autonoma, ad esempio montando pannelli solari sui tetti delle case. Queste linee guida rientrano nel Climate Plan, un programma di interventi e misure che il Governo si impegnerà a far rispettare nel tentativo di migliorare l’impatto dell’economia francese, Paese da tempo all’opera per diminuire i livelli di inquinamento nell’aria: la sindaca di Parigi, Anne Hidalgo, ha annunciato di voler mettere al bando dal 2025 i motori a gasolio, che emettono sostanze inquinanti più pericolose dei motori a benzina.

SOLO ELETTRICHE - Il documento stabilisce che la Francia dovrà impegnarsi a riconvertire le fabbriche a carbone entro il 2022, terminare le perforazioni sul territorio alla ricerca di gas o petrolio e ridurre il fabbisogno di energia nucleare del 50% entro il 2025. La misura più sorprendente riguarda però le automobili: entro il 2040 sarà proibito vendere vetture con motore a benzina o diesel. Oggi in Francia le vetture elettriche costituiscono soltanto l’1,2% del mercato, quindi i costruttori dovranno impegnarsi per renderle un’alternativa credibile a quelle tradizionali. L’obiettivo finale del ministro è rendere la Francia “carbon neutral” entro il 2050, raggiungendo così un equilibrio per cui le emissioni rilasciate nell’atmosfera saranno minori o uguali a zero. Il programma sarà molto complesso da mettere in pratica: la Francia è infatti un Paese con oltre 60 milioni di persone, molto industrializzato, quindi il passaggio ad un’economia senza emissioni va considerato una vera e propria rivoluzione.



Aggiungi un commento
Ritratto di Claus90
6 luglio 2017 - 19:23
Dati troppo ottimistici questi francesi non credo proprio sia così
Ritratto di liinkss
6 luglio 2017 - 22:50
9
Bisogna ricordare che il progresso è esponenziale . Per cui, se in meno di 10 anni, l'1,2% delle auto sono elettriche, è più che plausibile raggiungere il 100% in meno di 20 anni...
Ritratto di Claus90
7 luglio 2017 - 22:21
mo va là
Ritratto di AMG
6 luglio 2017 - 19:29
Assurdo. Non esiste proprio. E tutta l'energia verrebbe dal solare? ANDIAMO! E nel 2040 stop ai termici? Ridicolo.
Ritratto di Fr4ncesco
6 luglio 2017 - 19:35
2
Fino al 2040 o muore il ciuccio o muore il padrone. Però in più di 20 anni ci saranno sicuramente molti più modelli elettrici.
Ritratto di AlexTurbo90
8 luglio 2017 - 01:30
Esatto!
Ritratto di MicBel75
6 luglio 2017 - 21:00
Dubito anche io che soddisferanno il fabbisogno di energia tramite fonti rinnovabili...finirà col nucleare di cui ne fanno largamente uso. Stop alle emissioni nocive e avanti con scorie radioattive, da smaltire in qualche ex colonia poi sarà Francia Green!
Ritratto di Dirk
6 luglio 2017 - 21:44
Si preannunciano tempi duri per gli 'amanti' dei motori endotermici.
Ritratto di Fr4ncesco
7 luglio 2017 - 11:00
2
Ex colonie che verranno sfruttate per l'estrazione del litio, che di certo non è una fonte rinnovabile.
Ritratto di federico p
7 luglio 2017 - 14:59
2
Per il momento i pannelli solari non sono molto performanti si parla di 10 mq per fare un kWh ma se in un futuro riusciranno a fare meglio si potrà pensare di andare col fotovoltaico
Pagine