NEWS

Frangivento Charlotte: supercar, elettrica e italiana

04 maggio 2017

Realizzata con il contributo di 20 aziende automotive nazionali, ha quattro motori elettrici, trazione integrale e 900 CV di potenza

Frangivento Charlotte: supercar, elettrica e italiana

DISEGNATA DA PIROLO - Il settore delle supersportive elettriche è sempre più affollato di prototipi in cerca di un futuro possibile e di facoltosi clienti desiderosi di possederle. A arricchire l’elenco delle vetture a emissioni zero da sogno è la FV Frangivento, azienda torinese già salita alle cronache al recente Motor Show di Bologna con la concept car Asfanè, con la Frangivento Charlotte (nelle foto), naturale evoluzione dell’antesignana. Un modello presentato alla 14° edizione del Top Marques di Monaco, la principale fiera del lusso europea. Come la precedente, la nuova supersportiva è frutto della collaborazione tra l’imprenditore e progettista torinese Paolo Mancini e il designer Giorgio Pirolo, nonché del supporto di “20 eccellenze dell'automotive” italiano come Pirelli, Brembo e Sparco.

MATERIALI DI LUSSO - La Frangivento Charlotte ha linee decise e aerodinamiche con il parabrezza che appare la prosecuzione del cofano e grandi spoiler nella parte bassa per convogliare l’aria sotto la scocca e per creare l’adeguata deportanza per un’elevata tenuta di strada. Lunga 4,6 metri, larga 2 e alta 1,1, la hypercar torinese ha un telaio modulare in alluminio, carrozzeria “battuta a mano” e numerosi elementi in carbonio e materiali di derivazione aeronautica che ne limitano il peso in ordine di marcia a 1.500 kg. Originale nello stile è pure l’abitacolo, caratterizzato da un volante rettangolare, da un display centrale che funge da cruscotto e sistema di infotainment e l’impiego di materiali di lusso come i pulsanti in argento, la plancia in legno pregiato impreziosita da un Moretto veneziano, ossia un gioiello della tradizione orafa veneziana.

QUATTRO MOTORI - A muovere la Frangivento Charlotte sono quattro motori elettrici con una potenza complessiva di 900 CV derivata dalle due unità anteriori da 177 CV e dal duo posteriore da 272 CV. Motori che forniscono una trazione integrale e prestazioni da supercar: 305 km/h di velocità massima, 2,6” per lo scatto da 0 a 100 km/h e 7,8” per raggiungere i 200 km/h, sempre con partenza da fermo. Le batterie hanno una capacità da 70 kWh e dovrebbero assicurare un’autonomia di 500 km secondo il ciclo combinato europeo. La Charlotte sarebbe predisposta alla guida autonoma. L’intento dei responsabili della Frangivento è avviare una produzione a tiratura limitata della Charlotte, ma non si conoscono ancora i tempi di realizzazione e il prezzo. 





Aggiungi un commento
Ritratto di 11kar11
4 maggio 2017 - 14:03
A quando la FrangiFlutti? :-)
Ritratto di AMG
4 maggio 2017 - 19:40
Detta anche "La Supposta II", no dai... Poi che arrivi un'automobile concreta data dall'eccellenza di varie aziende nostrane... Non i soliti concept che sperimentano (sull'estetica ultimamente molte lasciano a desiderare) ma non sfiorano mai il concreto
Ritratto di caronte
25 giugno 2017 - 08:45
Né mi piace né mi disgusta.