NEWS

FV Frangivento Sorpasso: una nuova supercar italiana

Pubblicato 05 aprile 2021

La nuova fuoriserie della torinese Frangivento viene proposta in due versioni, con V10 aspirato (Stradale) o turbo (GTXX), e potenza fino a 850 CV.

FV Frangivento Sorpasso: una nuova supercar italiana

DUE VERSIONI - La Frangivento è una piccola casa automobilistica torinese fondata dal designer Giorgio Pirolo e dall’imprenditore Paolo Mancini, che in questi anni si è fatta conoscere con la Asfanè DieciDieci, presentata nel 2019. Ora è la volta di un nuovo modello, la Frangivento Sorpasso che verrà proposto in due differenti versioni; Stradale (nelle foto) e GTXX, che differiscono per estetica e potenza. La nuova vettura della casa omaggia l’iconico film di Dino Risi con protagonista Vittorio Gassman. Saranno costruite in Italia con l’ausilio di 15 aziende fornitrici, tra cui Brembo e Sparco.

DIFFERENZA DI LOOK - La Frangivento Sorpasso Stradale si caratterizzata per una linea pulita ed elegante, le cui forme sono sottolineate dal colore Grigio Hèrmes, mentre la Sorpasso GTXX, ha una carrozzeria bicolore e un look più aggressivo, che trae ispirazione dalle vetture di Gruppo GT3, che si può notare dalle pronunciate appendici aerodinamiche e dal grande alettone posteriore. 

IL DESIGN - Osservando le immagini diffuse, nella Frangivento Sorpasso Stradale è evidente l’influenza dell’Asfanè. Il designer Pirolo ha dichiarato di essersi ispirato ad iconici modelli che hanno contribuito a scrivere la storia dell’auto, come la Ferrari Dino e la Lamborghini Miura. Il frontale è caratterizzato da un cofano scolpito da quello che la casa chiama “becco d’anatra” che integra anche i sottili fari. Imponenti le prese d’aria nella parte bassa. Particolare la linea laterale, dove spicca la “pinna” sul tetto che confluisce nella parte posteriore dove troviamo un grande estrattore e quattro terminali di scarico posizionati appena sotto ai fanali.

PERSONALIZZABILE - Gli interni della Frangivento Sorpasso saranno, come da tradizione, lussuosi e opulenti. Entrambe possono infatti contare su materiali pregiati come la pelle, lavorata dallo storico atelier torinese Mario Levi Group, e l’Alcantara. Non mancano comunque trovate curiose come l’Avatar Driving Assistant, sviluppato in modo congiunto con un’azienda tecnologia; si tratta di un alter ego digitale con il quale è possibile interagire. Essendo le due versioni della Frangivento Sorpasso concepite per il mercato del lusso verrà dato ampio spazio alla personalizzazione. La casa dispone infatti di specifici programmi che permettono al cliente di lavorare fianco a fianco con gli stilisti al fine di creare la vettura desiderata. Nel caso della GTXX è consentito intervenire anche sul nome; il cliente può infatti decidere di cambiare la sigla “XX” con una cifra a suo piacimento.

ASPIRATO O TURBO - La Frangivento Sorpasso è realizzata in fibra di carbonio, scelta che consente alla vettura di tenere sotto controllo il peso, che si ferma a 1.300 kg. Frangivento Sorpasso Stradale e GTXX differiscono anche per il motore. Entrambe sono spinte da un V10 benzina, in due versioni: da 610 CV per la Stradale e sovralimentato da 850 CV per la GTXX. Entrambe sono dotate di trazione integrale, e un rapporto peso potenza di 1,53 kg/CV. La GTXX scatta da 0-100 in 2”9, da 0-200 in 9”3 e raggiunge una velocità massima di 345 km/h.

QUALCUNO L’HA GIÀ PRENOTATA - La casa dichiara che alcune Frangivento Sorpasso sono già state prenotate da appassionati e collezionisti che riceveranno l’auto a fine luglio. Le prime unità verranno consegnate a Monte Carlo e negli Emirati Arabi, dove FV Frangivento ha aperto un nuovo canale di distribuzione. L’auto sarà anche esposta a breve nello store di Monaco di Baviera in Blumenstrasse 1, aperto dal brand ambassador per la Germania Carlo Pirolo.





Aggiungi un commento
Ritratto di Roomy78
5 aprile 2021 - 12:08
No ma ora vorrei che qualcuno mi spiegasse a cosa serve? Non è comoda, non è spaziosa, non puoi andarci in giro in cinque, non puoi caricarci su nulla. Uno spreco e in insulto per chi fa fatica ad arrivare a fine mese. Basta una Renault Kangoo per umiliarla a livello tecnico sotto ogni punto di vista da persone mature e responsabili.
Ritratto di CB400four
5 aprile 2021 - 12:30
6
Secondo il tuo ragionamento, le moto non dovrebbero esistere.
Ritratto di dr_watson
5 aprile 2021 - 12:47
Le moto sono utili entro certi limiti quando è necessario il trasporto di uno o due individui con un payload di piccole dimensioni.
Ritratto di Danza
7 aprile 2021 - 14:22
Non ci siamo. Per quello che dici tu ci sono (e bastano) gli scooter. Le moto sono un'altra cosa.
Ritratto di dr_watson
5 aprile 2021 - 12:45
Per le persone normali non serve a niente. Servirà a qualcuno che dovrà compensare l'inferiorità con la scheda tecnica di quest'auto.
Ritratto di vittorio23
6 aprile 2021 - 23:02
oppure che ne ha così tanti da non sapere cosa farci.
Ritratto di NITRO75
5 aprile 2021 - 13:19
e si è vero, magari con un bel motore a gasolio da ben 75 cv.....che bella idea che hai degli autoveicoli, sei proprio un appassionato....del resto hai una vettura tra le più commercialmente brutte presenti sul mercato.....
Ritratto di Volpe bianca
5 aprile 2021 - 14:06
Non puoi paragonarla ad una Kangoo....è ovvio che una multispazio sia più comoda e pratica, ma sono due mondi diversi
Ritratto di Roomy79
5 aprile 2021 - 19:17
1
E un troll...
5 aprile 2021 - 23:37
1
Il lockdown genera mostri.
Pagine