NEWS

“Fregare” il Telepass non è reato

15 ottobre 2012

I giudici di secondo grado di Messina hanno assolto un automobilista che per 24 volte non aveva pagato il pedaggio transitando mentre la barra era alzata per il precedente passaggio di un’auto regolarmente dotata di Telepass.

OPINIONI A CONFRONTO - Usare l’autostrada senza pagare il pedaggio sembrerebbe una cosa illegale ma evidentemente anche di questo comportamento ci sono interpretazioni diverse, persino molto autorevoli. Per esempio, quella della Corte d’Appello di Messina, la quale ha mandato assolto un automobilista accusato appunto di avere superato la barriera del Telepass in velocità viaggiando molto vicino a un’altra vettura che lo precedeva e aveva fatto alzare regolarmente la sbarra con il dispositivo Telepass; e tutto ciò non una volta, ma ben 24 volte, sempre nella stessa autostrada, la Messina-Palermo.

NESSUN SOTTERFUGIO - Denunciato per truffa, nel procedimento di primo grado l’automobilista - un commerciante di Barcellona Pozzo di Gotto - era stato condannato a 8 mesi per truffa, ma aveva fatto ricorso in appello sostenendo che lui non faceva nulla di nascosto, e la Corte d’Appello gli ha dato ragione, affermando che il suo comportamento era ed è regolare.

SCONTRO GIURISPRUDENZIALE - I responsabili di Telepass, nonostante la sentenza della Corte di Appello di Messina, sostengono però con convinzione e determinazione che il comportamento messo in pratica dall’automobilista prima condannato e poi assolto è illegale e configura il reato di truffa, sostenendo che la cosa è anche sancita da una sentenza della Corte di Cassazione. Soltanto che a contraddire l’opinione della Telepass non è un automobilista stanco di pagare, ma i giudici di una Corte di Appello. A questo punto c’è da aspettarsi il ricorso in Cassazione della società Telepass, e magari da auspicare una sistemazione della norma in maniera che non consenta interpretazioni così contraddittorie



Aggiungi un commento
Ritratto di maxante
15 ottobre 2012 - 18:09
Il quadro è desolante! Inetti i legislatori e giusto il comportamento dei giudici, quest'ultimi non devono arrogarsi il diritto di legiferare ma di applicare ferreamente il codice.
Ritratto di luca1117
17 ottobre 2012 - 08:58
mi rifiuto di credere che nn ci sia fra mille e più cavilli dei vari codici quello che possa fare al caso del nostro furbetto; fra l'altro in primo grado questo mascalzone era stato condannato, potevano confermare la sentenza no?Se i giudici devono applicare come una macchinetta e nn interpretare in maniera equa le leggi, allora nn serve studiare anni ed anni e sopratutto nn sn giustificati gli stipendi che prendono. E' loro la responsabilità di certe sentenze ridicole! Oppure non è abbastanza evidente che un comportamento simile è ingiustificabile? E' vero, il quadro è desolante, con certi "erogatori di giustizia" è veramente desolante!!!!!E se un magistrato sbaglia deve risponderne!
Ritratto di maxante
21 ottobre 2012 - 17:42
Seguito a credere che nella nostra società tali comportamenti vanno puniti a regola di legge, se esiste una legge sbagliata deve essere corretta, non può essere lasciato al singolo giudice la scelta di decidere a seconda del proprio umore o interesse, o peggio secondo l'umore della massa, spero in una giustizia nella quale ogni figura esercita il proprio compito senza erigersi a figure non proprie, il poliziotto esercita il codice e le direttive, il giudice applica la Legge irrogando le sanzioni se previste, il legislatore pensa la Legge e la impone previa analisi degli appositi organi dello stato. Se e qualora la giustizia dovesse essere di libero arbitrio del singolo giudice la nostra non sarebbe giustizia ma una dittatura! Cacciamo i legislatori incapaci che permettono simili aberrazioni. Anch'io che pago il telepass regolarmente (ma anche il bollo, l'assicurazione, la revisione e quant'altro) mi indigno ma non col giudice, ma con la massa di cogl**** che permettono ai furbi di farla franca.
Ritratto di luca1117
22 ottobre 2012 - 09:04
e secondo te, fra quei cogl................ non c'è anche quell'azzeccagarbugli che invece di confermare la prima sentenza è andato a scovare, da ipergarantista (dei furbetti), un cavillo che ha dato ragione a questo "signore"? Ma il garantismo assoluto c'è solo per chi infrange la legge? Ribadisco: magistrati del genere devono rispondere del loro operato, come qualsiasi professionista degno di questo nome!
Ritratto di ROSII
15 ottobre 2012 - 18:37
allora passiamo tutti per il telepass, sai che code, e paga uno solo
Ritratto di P206xs
15 ottobre 2012 - 18:42
ah ah ah Che paese di M..da!!! la legge italiana è ridicola!!!e più ridicoli ancora i giudici!!
Ritratto di lucios
15 ottobre 2012 - 19:11
4
....banane vivamo?......MA COMO VULIMO I' ANNANZI?
Ritratto di lucios
15 ottobre 2012 - 19:11
4
....banane vivamo?......MA COMO VULIMO I' ANNANZI?
Ritratto di Paolo-Brugherio
16 ottobre 2012 - 12:37
6
Pregasi tradurre in italiano: è una questione d'educazione rendersi comprensibili anche a chi non è della tua terra!
Ritratto di IloveDR
16 ottobre 2012 - 12:44
4
pure un cinese lo capisce!!! pignoleria sterile...
Pagine