NEWS

Arriva in Italia la berlina cinese da 12.000 euro

19 dicembre 2011

Lunga circa 450 cm, la Geely Emgrand EC7 sarà in vendita dall'anno prossimo con un garanzia di 5 anni e 150.000 km. In recenti crash test dell'EuroNCAP ha ottenuto quattro stelle, un risutato impensabile per un'auto cinese fino a poco tempo fa.

COSTA COME UN'UTILITARIA - Le auto cinesi si preparano ad invadere anche l'Europa. Già in vendita in Russia, dagli inizi dell'anno prossimo la Geely Emgrand EC7 (nelle foto) sbarcherà anche in Italia e in Inghilterra. Per chi non ne avesse mai sentito parlare prima, si tratta di una berlina da famiglia lunga circa 450 cm che in recenti crashtest dell'EuroNCAP ha ottenuto 4 stelle su 5 (qui per saperne di più). Dotata di Abs, Esp, airbag frontali, laterali e per la testa, la Emgrand EC7 sarà proposta in Italia a un prezzo particolarmente competitivo: 12.000 euro, comprensivo di una garanzia di 5 anni o 150.000 km.

Geely emgrand ec7 03


ALTRI MODELLI IN ARRIVO
- L'auto sarà distribuita dalla Geely Auto Italia, che entro i prossimi due anni stima di realizzare una rete di oltre 300 punti di assistenza. Nel corso del 2012 arriverà anche una versione a cinque porte della Emgrand EC7, mentre per il futuro sono attese anche una citycar e una crossover.

Geely emgrand ec7 02


ROPRIETARI DELLA VOLVO
- La Geely è una società nata costruendo frigoriferi che, dal 1997, ha iniziato a produrre anche automobili, essenzialmente piccole, vendute a basso prezzo. Sul mercato interno è presente con diversi marchi (Shanghai Maple, Englon, Emgrand e Gleagle) per un totale di 37 modelli e nel 2010 ha venduto 400.000 auto. L'anno scorso la Geely è finita sotto i riflettori per aver acquisito la Volvo dalla Ford, garantendo solidità finanziaria al costruttore svedese.

Aggiungi un commento
Ritratto di mustang54
19 dicembre 2011 - 18:44
2
Frontale Chevrolet/Volkswagen, fari anteriori della BMW X3, posteriore pseudo classe S... però mi piace
Ritratto di Maxschumy
20 dicembre 2011 - 10:12
....i bulloni dei cerchi sembrano quelli dell'Audi A1. Che commento....
Ritratto di mustang54
20 dicembre 2011 - 17:57
2
guarda bene
Ritratto di Gipo
20 dicembre 2011 - 20:09
...hanno cominciato copiando, solo che sono rimasti chiusi nella loro torre d'avorio, protetti da dazi fino al 40%. I cinesi invece, oltre ad essere qualche dozzina in più, conoscono minimo tre lingue, due alfabeti, di cui uno, il loro, d'una complessità ed un rigore pazzeschi. L'italiano medio è già tanto se conosce l'Italiano per benino; anche ai massimi vertici industriali e politici (vedasino paginone di Della Valle sul Corriere e spot sull'Italia in Inglese quantomeno imbarazzante di Rutelli). Adesso possiamo ironizzare su certe ingenuità, ma se non prendiamo contromisure serie (come si fece negli anni ottanta con gli stessi giapponesi, tramite il contingentamento), questi ce lo fanno a squircle senza che nemmeno ce ne accorgiamo. Sottovalutarli equivale a calare la brache.
Ritratto di ACCAROSSA無限
20 dicembre 2011 - 20:27
bhe dipende,l'industria automobilistica giapponese era già presente nei primi del '900 (Daihatsu infatti è la più antica ed è nata nel 1907 se non sbaglio),però loro si sono chiusi nel solo Giappone per tanti motivi....la Cina è pericolosa perchè non si attiene alle normative antinquinamento,non ha mai rispettato l'individuo,tantomeno gli animali e poi mi stà sul ##### perchè non hanno ancora dato l'indipendenza al Tibet,perciò,per me la Cina può anche sprofondare all'inferno
Ritratto di Maxschumy
21 dicembre 2011 - 08:44
quello che intendevo io.
Ritratto di Dareios
21 dicembre 2011 - 11:23
se è per questo la nuova kia rio sembra avere la parte posteriore di una seat. e allora? mi rendo conto che con tutte le auto che ci sono in giro, se non si vogliono/possono tentare strade diverse di design per non buttare tutto all'aria bisogna ovviamente affidarsi al "già visto".
Ritratto di Maxschumy
21 dicembre 2011 - 12:07
più ce n'è e più ci sono somiglianze. Ma quello che contesto io è proprio l'essenza del commento "somiglia a...." perchè non è quello che si chiede ma un giudizio sull'auto nuova in questione e sulle potenzialità che può dare alla persona che può decidere se comprarla o no. Ciao
Ritratto di onlyroma
21 dicembre 2011 - 15:49
Scusami,ma io tutte ste somigianze nn riesco proprio a vederle. Sicuramente se le hai elencate le vedi,mi piacerebbe se specificassi bene quali parti e quali modelli precisi hanno queste somiglianze. è x curiosità,dato che ti credo se le vedi,ma mi piacerebbe riuscire a vederle anche io.ciao
Ritratto di gattila
20 dicembre 2011 - 18:25
Il problema di queste auto non è tanto l'estetica ,il bello e il brutto sono fatti relativi. Ma penso che l'affidabilità sia tutta da verificare e in caso di problemi avere i pezzi e sistemare la macchina può essere un vero rebus. Proprio sulle riviste automobilistiche AL VOLANTE in primis,QUATTRORUOTE e GENTE MOTORI si leggono disavventure incredibili capitate a chi compra queste macchine. Saluti
Pagine