NEWS

GM: una nuova piattaforma per le elettriche

Pubblicato 13 marzo 2020

La General Motors ha annunciato i dettagli della nuova piattaforma modulare che utilizzerà per oltre 10 modelli.

GM: una nuova piattaforma per le elettriche

UN NUOVO APPROCCIO - Il gruppo americano General Motors ha diffuso i dettagli della sua futura strategia riguardo ai veicoli elettrici, che vedrà il costruttore proporre al pubblico diverse tipologie di vetture a batteria sfruttando tutti i marchi di proprietà (Chevrolet, Cadillac, GMC and Buick). Il punto cardine è la nuova piattaforma modulare di terza generazione (nelle foto) che renderà possibile l’ingegnerizzazione di modelli di diversa forma e dimensione; si potrà passare agevolmente dalle compatte ai pick-up, crossover e suv di grandi dimensioni. 

PIATTAFORMA MODULARE - Libertà di progettazione che è consentita dalla possibilità di installare sotto il pianale i nuovi accumulatori composti da celle “a sacchetto” che possono essere impilate, all’interno del pacco batteria, sia verticalmente che orizzontalmente. La nuova piattaforma supporta diversi tagli che vanno dai 50 ai 200 kWh, che consentiranno percorrenze fino a 640 km, oltre alla ricarica rapida (dai 200 ai 350 kW di potenza con architettura delle batterie da 400 volt e 800 volt) e motori, progettati internamente, che prevedono la trazione anteriore, posteriore e integrale.

COSTI RIDOTTI - Al fine di ridurre la complessità, la piattaforma e i sistemi di propulsione sono stati progettati congiuntamente; la GM prevede inizialmente 19 diverse configurazioni di batterie e unità di propulsione. Sfruttando la joint venture con la LG Chem, il costruttore americano è riuscito poi ad abbassare i costi delle batterie, che utilizzeranno una chimica proprietaria a basso contenuto di cobalto, al di sotto dei 100 dollari al kWh. 

QUALI MODELLI? - Il primo dei 10 modelli per il quale verrà impiegata la nuova piattaforma sarà la prossima Chevrolet Bolt EV, che sarà lanciata alla fine del 2020, seguita, nell’estate del 2021, dalla Bolt EUV 2022. Quest’ultima sarà il primo modello non appartenente al marchio Cadillac a essere dotato del Super Cruise, l’avanzato sistema di assistenza alla guida della GM. Un altro modello atteso è l’Hummer EV, che sarà commercializzato con il marchio GMC nel 2022; la produzione dovrebbe iniziare nell'autunno 2021 nell’impianto di Detroit-Hamtramck, il primo stabilimento della casa esclusivamente dedicato alle elettriche.





Aggiungi un commento
Ritratto di otttoz
13 marzo 2020 - 14:41
insieme alla decisione della bmw rendono evidente che il futuro obbligato per la mobilità sarà quello dell'elettrificazione con produzione dell'energia da fonti rinnovabili poi forse verrà l'idrogeno come sembrano proporre i giapponesi con l'impianto di fukushima...https://www.rinnovabili.it/energia/idrogeno/idrogeno-solare-fukushima...https://www.rinnovabili.it/energia/idrogeno/idrogeno-solare-fukushima/
Ritratto di Giuliopedrali
14 marzo 2020 - 09:04
Bene.