La GMC Acadia perde peso e centimetri

12 gennaio 2016

La seconda generazione della suv americana è più corta di quasi 20 cm e perde fino a 320 chili rispetto alla vecchia serie.

La GMC Acadia perde peso e centimetri
NUOVO APPROCCIO - La GMC traccia una profonda linea di demarcazione e stravolge l’impianto della suv Acadia, modello rinnovato completamente per il 2016: la vettura non è solo di 18,4 cm più corta della serie uscente, ma pesa fino a 318 chili in meno e guadagna così un’impostazione molto più turistica e stradale. La Acadia ha esordito al Salone dell’auto di Detroit. Negli Stati Uniti sarà in vendita dalla primavera e si posizionerà nella fascia di mercato riservata ai cosiddetti suv di taglia media, che in Europa verrebbero considerati grandi: la Acadia misura in lunghezza 492 cm e sfida le Ford Explorer e Hyundai Santa Fe. La GMC è un marchio nell’orbita del gruppo General Motors, da sempre specializzato in fuoristrada e suv.
 
PERDE UNA TAGLIA - La casa non spiega il motivo di una rivoluzione tanto significativa, alla luce per di più degli ottimi risultati di vendita registrati dalla serie uscente: la GMC Acadia è stata introdotta nel 2006 e l’anno scorso ha venduto 93.393 unità, performance migliore dal debutto. I tecnici della GM hanno deciso però di stravolgere l’impostazione del corpo vettura. La vettura misura 492 cm in lunghezza, 191 cm in larghezza (-9 cm) e 174 cm in altezza (-10 cm), mentre il passo risulta anch’esso più corto di 16 cm. Questa generale riduzione delle misure esterne determina un massiccio dimagrimento, ottenuto scegliendo materia di ultima generazione: la GMC dichiara una riduzione fino a 318 chili rispetto alla Acadia oggi in vendita.
 
 
SOSPENSIONI STRADALI - La GMC Acadia rimane comunque una vettura molto spaziosa e sfruttabile: il volume del bagaglio, calcolato con cinque passeggeri a bordo, si attesta ad un valore (dichiarato) di 2237 litri. L’abitacolo può contare fino a tre file di sedili ed arriva ad ospitare un massimo di sette persone. L’impronta turistica della Acadia si riflette nella geometria delle sospensioni, comune a molte vetture stradali: quelle anteriori sono di tipo Multilink e quelle posteriore hanno uno schema a cinque bracci. La trazione integrale è di tipo elettronico e prevede il selettore Active Twin Clutch, grazie al quale è possibile ottimizzare il comportamento su strada in relazione alla tipologia di percorso. Le varianti a due ruote motrici sono a trazione anteriore.
 
DUE BENZINA - La gamma motori della GMC Acadia include due unità a benzina. Del tutto nuovo è il quattro cilindri turbo, da 2.5 litri, per cui la GMC non rivela al momento i valori di potenza e coppia. Note sono invece le percorrenze: l’azienda dichiara 10,2 km/l in città e 11,9 km/l in autostrada. Il 2.5 è riservato alle versioni a due ruote motrici, per le quali è disponibile lo Start&Stop. A listino ci sarà anche un possente V6 aspirato, da 3.6 litri, che sviluppa 20 CV in più rispetto al motore precedente: ora la potenza massima raggiunge quota 314 CV. In questo caso la percorrenza media scende a 10,6 km/l, relativa però alla variante a due ruote motrici. Per entrambe il cambio è automatico a 6 rapporti. Nella dotazione sono incluse le connettività Apple CarPlay e Android Auto, il sistema multimediale IntelliLink ed il sistema OnStar, grazie al quale è possibile connettersi ad internet dall’abitacolo. Non mancano tutti i più moderni sistemi di sicurezza e assistenza alla guida.
Aggiungi un commento
Ritratto di Ricar
12 gennaio 2016 - 17:43
I designer gmc sono bravi a renderla così brutta...
Ritratto di giovi11
12 gennaio 2016 - 17:57
3
Secondo me è molto bella è un peccato che non la importino
Ritratto di Fr4ncesco
12 gennaio 2016 - 18:27
Gran bella macchina, dimensioni e linee descrivono pienamente il mio concetto di SUV e gli americani sono maestri in questo. Fortunatamente non hanno ceduto alle linee "nippo-europee", che tentano di far apparire dinamico un mezzo che invece deve trasmettere grandezza e solidità. Piuttosto compra un berlina. Forse è più corto per essere in linea con i concorrenti, ma trasmette lo stesso fascino e ci guadagna anche in guidabilità.
Ritratto di AMG
12 gennaio 2016 - 20:00
Minestra fredda. Un'auto che non ha nulla di nuovo o emozionante, inoltre prende moltissimo da Cherooke nella fiancata e Grand Cherooke nel posteriore
Ritratto di Claus90
13 gennaio 2016 - 11:58
I SUV venduti in europa sono decisamente più raffinati dal punto di vista del design, ho l'impressione che in america si punti solo sulle grosse dimensioni senza badare troppo all'estetica, tanto basta che è grosso.
Ritratto di monodrone
13 gennaio 2016 - 15:13
Americana, nulla di più.