NEWS

Holo: se il triangolo d’emergenza è un ologramma

27 novembre 2017

Il piccolo proiettore è stato inventato da un ingegnere napoletano, che vuole far diminuire il numero di persone travolte mentre sistemano il triangolo.

Holo: se il triangolo d’emergenza è un ologramma

PICCOLO E RESISTENTE - Il triangolo d’emergenza resta ancora nel 2017 il principale accorgimento di sicurezza a cui affidarsi in caso di sosta con l’auto in panne. Secondo il Codice della Strada va collocato in posizione stabile ad almeno 50 metri dalla parte posteriore del veicolo, nonostante ciò possa rivelarsi molto pericoloso di notte o in condizioni di scarsa luminosità: sono molti infatti gli episodi di cronaca in cui una persona viene travolta dopo essere scesa dall’auto ferma a bordo strada. È per scongiurare tragedie simili che l’ingegnere napoletano Fabio Lettieri ha inventato un piccolo proiettore da montare sul cofano posteriore di un’auto o sul “codino” di una moto, chiamato Holo, che proietta a terra un triangolo visibile fino a 30 metri di distanza e avvisare dell’emergenza i veicoli in avvicinamento, risparmiando quindi a un passeggero il rischio di camminare a bordo strada per collocare il triangolo nella giusta posizione. Holo pesa 150 grammi, è resistente all’acqua e promette un’autonomia di circa 5 ore, secondo Lettieri, che ha organizzato una raccolta fondi sul sito internet Ulule per raccogliere capitali in vista della produzione: finora ha ottenuto finanziamenti da 146 persone, che hanno speso ciascuna 29 o 39 euro, ma costruirà i primi 250 esemplari di Holo non appena raggiungerà quota 250 “donazioni”.

Aggiungi un commento
Ritratto di otttoz
28 novembre 2017 - 09:10
ottima idea! è più immediato, non si dimentica il triangolo per strada, è meno pericoloso...
Ritratto di IloveDR
28 novembre 2017 - 09:18
4
ogni iniziativa, ogni strumento utile ad innalzare la sicurezza stradale va incentivata dalle autorità competenti...un caloroso "in bocca al lupo" all'Ing. Lettieri...un piccolo contributo di tutti i lettori di AlVolante e degli utenti di AlVolante.it sarebbero di aiuto...forza e coraggio, invece di scrivere le solite fake news, amici utenti mani al portafoglio!!!
Ritratto di federico p
28 novembre 2017 - 09:58
Si ma il problema rimane se stai su strade strette con curve visto che è solo un proiettore utile in autostrada inutile su strade con curve.
Ritratto di Frank1.4
28 novembre 2017 - 17:32
Si infatti dovrebbe essere comunque accompagnato dal triangolo perché se la macchina si ferma alla fine di una curva ache se si può regolare l'angolazione non sarà mai messo all'inizio della curva...
Ritratto di studio75
28 novembre 2017 - 11:00
5
è utile. se può attaccarsi magneticamente al cofano quando serve e non in modo fisso ci farei un pensierino. Se i cinesi stanno leggendo l'articolo lo stanno già producendo :)
Ritratto di pad
28 novembre 2017 - 18:45
Per violazione della policy del sito.
Ritratto di Lallo5
28 novembre 2017 - 21:22
Un napoletano embè? Forse hai la tua puzza sotto il naso Pad!
Ritratto di Agl75
28 novembre 2017 - 23:15
Ottima idea! Bravo l’Ing che ci ha pensato e sviluppato il prototipo. Sviluppare soluzioni legate alla sicurezza deve essere indispensabile: si salvano vite, si riducono gli incidenti e può diminuire l’assicurazione. Ovviamente da associare al classico triangolo.
Ritratto di studio75
29 novembre 2017 - 16:29
5
ideona...un proiettore di strisce pedonali che si attiva all'accensione dei lampioni la sera per rendere più sicuri gli incroci.