NEWS

L’IIHS boccia i fari di 30 auto

31 marzo 2016

L’unica a salvarsi nei test dell'ente americano IIHS è la Toyota Prius+, ma solo quando dotata dei fari a led.

L’IIHS boccia i fari di 30 auto
CONCLUSIONI A SORPRESA - L’organizzazione statunitense indipendente Insurance Institute for Highway Safety (IIHS) ha esaminato i sistemi di illuminazione montati su trentuno fra le automobili di lunghezza media più popolari in vendita sul mercato statunitense, stilando poi una classifica non priva di sorprese e spunti di riflessione: la Toyota Prius monovolume è l’unica ad aver ottenuto una valutazione soddisfacente, mentre i tradizionali fari con lampadine alogene sono risultati in alcuni casi più efficaci rispetto agli impianti di più recente introduzione. Gli autori della ricerca sottolineano come quasi la metà degli incidenti registrati negli Stati Uniti avvenga in condizioni di luce scarsa o assente. Da qui l’esigenza di valutare anche l’efficacia dei sistemi di illuminazione, la cui rilevanza è molto spesso sottovalutata: enti e associazioni si limitano a valutare gli standard di sicurezza attiva e passiva delle automobili, ma non esaminano l’efficacia dei gruppi ottici.
 
PER RIFERIMENTO UN FARO IDEALE - I tecnici dell’IIHS hanno effettuato i rilevamenti su un tratto di strada rettilineo e lungo curve di raggio diverso, a sinistra ed a destra. L’indagine (la puoi trovare qui) ha riguardato i fari di serie, quelli a pagamento ed eventuali optional a richiesta, per un totale di ottantadue sistemi di illuminazione. Le automobili sono state poi raggruppate nelle fasce buono, accettabile, marginale (cioè appena sotto alla sufficienza) e scarso, determinate in base ad una serie di fattori: la profondità del fascio luminoso, il bagliore e la presenza del sistema per disattivare gli abbaglianti in maniera automatica. L’IIHS ha effettuato le rilevazioni lungo un circuito di prova. Si è servita di un apposito macchinario (tramite il quale misurare il fascio luminoso) ed ha poi creato una sorta di faro ideale, scelto come sistema di riferimento. Gli esperti hanno esaminato anche l’intensità del bagliore, parametro da tenere in considerazione per non disturbare chi proviene in senso opposto.
 
GIUDIZIO A DUE FACCE - La Toyota Prius V (nota in Italia come Prius +) è stata l’unica ad aver ottenuto la valutazione migliore, ma solo quando presenti i fari a led ed il sistema per la gestione degli abbaglianti. I fari anabbaglianti a led illuminano la strada per circa 122 metri in rettilineo e fino a 64 metri in curva, mentre gli abbaglianti si spingono fino a 152 metri e 67 metri. I fari anabbaglianti a led della Prius V consentono all’automobilista di individuare un ostacolo sul margine destro della strada anche quando viaggia a 112 km/h, velocità che si riduce ad 80 km/h quando sono montati i fari alogeni.  L’IIHS sottolinea però che la dotazione dell’esemplare testato è disponibile solo per il livello di allestimento al vertice. I fari di serie, in maniera opposta, rientrano nella fascia “scarso”. Sono inseriti nella categoria “accettabili” i fari dell’Audi A3, della Infiniti Q50, della Lexus IS, della Volkswagen CC e della Volvo S60. 
 
TECNOLOGIE NON SEMPRE UTILI - Le Audi A4, BMW Serie 2 e Serie 3, Chrysler 200 e Ford Mondeo sono nella categoria “marginale”, mentre la Kia Optima, le Mercedes CLA e Classe C e la Volkswagen Passat rientrano nella fascia peggiore. Dallo studio emerge poi come i fari alogeni della Honda Accord americana siano più efficaci di sistemi più moderni e tecnologici. Stesso discorso per i sistemi che ruotano i fari quando si affronta una curva: non sempre tali impianti migliorano le condizioni di guida, come testimoniano gli scarsi risultati ottenuti dalle Cadillac ATS, Kia Optima e Mercedes Classe C. Il sistema della Optima viene giudicato molto efficace, ma produce un bagliore fastidioso. L’IIHS è un’organizzazione non profit specializzata nell’effettuare test di sicurezza in maniera indipendente, opera dal 1959 e venne fondata da alcune compagnie assicurative con il preciso intento di ridurre il numero di vittime ed incidenti sulle strade.
Aggiungi un commento
Ritratto di Flavio Pancione
31 marzo 2016 - 19:33
7
Molto interessante!! In linea di massima tra quelle che conosco, mi trovo! Anche se i full led della serie 1, li trovo comunque abbastanza migliori degli altri alogeni BMW . Tuttavia quelli in assoluto che ho trovato eccezionali sono stati gli xeno della Classe C (w204). In generale infatti trovo gli xeno come fascio e in generale, migliori. I led secondo me principalmente sono ottimi per il loro colore neutro, ovvero il bianco, che aiuta a percepire in maniera piu efficace i dettagli soprattutto con chi ha qualche difficoltà alla vista. Gli alogeni, possono sicuramente competere come fascio, infatti sulla VW CC li trovai buoni ma come colore, dal mio punto di visra, non ci siamo.
Ritratto di MAXTONE
31 marzo 2016 - 20:32
Ciao Flavio io sulla mia IS, purtroppo sprovvista dell'impianto allo xeno, ho montato le favolose Osram Break Dark o qualcosa di simile Ora non ricordo Il nome preciso ma posso dire che dopo aver sostituito anabbaglianti/abbaglianti e anche posizione (tanto per avere una tonalità uniforme) il fascio di luce non solo e' raddoppiatoma sono scomparsi anche i "buchi neri" che c'erano prima nella zona subito ai lati dell'auto, penso di aver praticamente raggiunto le xeno in termini di efficienza e spendendo solo 115€ per tutte, se avessi dovuto montare l'impianto allo xeno mi sarebbe costato molto di piu e non e' detto, trattandosi di un impianto aftermarket, che avrebbero reso allo stesso modo.
Ritratto di Highway_to_Нell
31 marzo 2016 - 22:13
I fari della mia Giulietta sono nettamente migliori di questa Toyota Prius V che in confronto sembra di essere al buio
Ritratto di troy bayliss
1 aprile 2016 - 10:47
1
ma nn credo proprio(a meno che nn siano allo xenon).Io, sulla mia giulietta, odio questi fari alogeni anche in abbinamento ai led di posizione(belli)..ovvero hai queste luci bianche e gli alogeni gialli...ma dai...rimpiango di nn aver acquistato la leon coi led a gratis
Ritratto di osmica
1 aprile 2016 - 11:14
Indubbiamente. Lo sappiamo tutti che con i fari della Giulietta illumini anche Marte.
Ritratto di MAXTONE
1 aprile 2016 - 15:56
Ma in realtà e' il nostro sistema solare a basarsi sulla luce dei fari della Giulietta: In realtà ciò che noi percepiamo come sole altro non sono che i fari di una Giulietta posta in orbita geostazionaria.
Ritratto di osmica
1 aprile 2016 - 22:55
Vero! Da quando il mio vicino ha la Giuelitta, ogni volta che torna a casa dall'ufficio, distante 20km, non ho bisogno di usare le luci di casa.
Ritratto di fiattaro
2 aprile 2016 - 13:15
questa è buona
Ritratto di SR71s
31 marzo 2016 - 20:24
Questi stanno a scervellarsi sui sistemi di serie scovando il pelo nell'uovo di fari anche tecnologicamente costosi da realizzare (Xenon, adattativi e LED) e quì in Italia abbiamo i sottosviluppati che montano gli Xenon 5000K (se va bene) sulle parabole, senza lavafari e senza regolazione automatica della profondità. Che poi questi macachi sono talmente stupidi che non capiscono che il 99% della gente lo nota che sono posticci, quindi anzichè fare il figurone come credono, fanno semplicemente la figura dei pezzenti che non si possono permettere quelli originali. Altro che IIHS.
Ritratto di Alexio935
31 marzo 2016 - 21:25
Che poi il 95% sono montati così male che accecano. Da ritiro del libretto
Pagine