Il Salone di Torino 2018 inaugurato dal ministro Toninelli

6 giugno 2018

Il responsabile dei Trasporti ha aperto la rassegna torinese con un discorso che apre a prospettive di una mobilità sostenibile.

Il Salone di Torino 2018 inaugurato dal ministro Toninelli

DEBUTTO “A TEMA” - L’inaugurazione del Salone dell’Auto di Torino Parco Valentino 2018 è stata l’occasione per la prima uscita del neo ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Danilo Toninelli (al centro nella foto sopra e nel video più in basso), esponente di punta del Movimento 5 Stelle. Il capo del dicastero che si occupa di opere pubbliche (come la TAV) e di mobilità, due argomenti per i quali Torino rappresenta il punto nodale, per una questione geografica nel primo caso e per l’esistenza nella regione dell’industria automobilistica nel secondo.  

OMAGGIO ALLA CITTÀ - Alla presenza delle autorità intervenute, con in testa il sindaco Chiara Appendino e il presidente della Giunta regionale Sergio Chiamparino, il ministro ha tenuto un breve discorso sottolineando le potenzialità di Torino, definita “splendida città” ricordando anche di avervi vissuto un anno e mezzo. L’argomento auto lo ha affrontato dichiarandosi favorevole a una mobilità sostenibile.
 
SOSTEGNO ALL’INNOVAZIONE - In particolare il neo-ministro (qui a sinistra allo stand di alVolante insieme al sindaco di Torino e al direttore Guido Costantini) ha definito positivo l’impegno in atto da parte dell’industria per un “passaggio da una mobilità ancora inquinante a una mobilità sostenibile, sia dal punto di vista economico che ambientale”. In questo quadro del settore, Toninelli ha detto che il “compito del ministero sarà di accompagnare costantemente questo evoluzione nel modo migliore, perché il fine è di creare lavoro ed efficienza ma soprattutto di migliorare la qualità della vita di tutti i cittadini italiani”.

A PRESTO UNA DECISIONE PER LA TAV - Nel suo discorso Toninelli non ha parlato della TAV, ma durante il giro del Salone ha risposto a domande in merito, dicendo che l’argomento sarà valutato nelle prossime settimane per prendere una decisione sulla base delle valutazioni sulla reale convenienza dell’opera.

Aggiungi un commento
Ritratto di otttoz
6 giugno 2018 - 11:25
Toninelli c'è tanto da fare, lascia perdere le cerimonie,vogliamo sostanza!
Ritratto di Vincenzo1973
6 giugno 2018 - 12:48
se aspettiamo lui, allora stiamo freschi
Ritratto di Porsche
7 giugno 2018 - 10:30
hanno presentato un programma che è una barzelletta.... Che triste fine sto paese
Ritratto di jefff
6 giugno 2018 - 15:28
Ehm, Toninelli e sostanza nella stessa frase proprio non ci possono stare... Vogliono la TAV ma pure no, limitano le auto diesel private ma comprano i bus di Torino a gasolio, invocano i dazi alla Cina come Trump ma si dimenticano che le Maserati le dobbiamo pure esportare... come al solito dichiarano tutto ed il contrario di tutto.
Ritratto di Porsche
7 giugno 2018 - 10:29
si poi la questione dazi è proprio da asilo. Salvini dici si ai dazi di Trump che ditruggono le nostre esportazione. 5S che vogliono chiudere l'ilva. Se ragionassimo come hanno fatto loro in campagna elettore si potrebbe tranquillamente affermare che in pratica sono al soldo della Merkel....
Ritratto di Spock66
6 giugno 2018 - 15:33
Questo salone dell'auto fa veramente ridere, visitato due anni fa era penoso, sembrava una piccola sagra di periferia.. quattro tendoni con poche auto sotto.. io già non capisco i saloni classici, cosa vai a vedere auto che basta andare al concessionario sotto casa, ma almeno questi hanno una grande componente di scenografia negli stand (e tanta gnokka), al Valentino manco quello...
Ritratto di otttoz
6 giugno 2018 - 16:45
ma le strade le riasfaltano?
Ritratto di GeorgeN
6 giugno 2018 - 19:25
speriamo che Toninelli faccia qualcosa sul caso vw-dieselgate condannando la Germania a pagare multe e a risarcire danni morali e ambientali (senza risarcire i proprietari)... e triplicare il bollo ai possessori di auto coinvolte del vw-dieselgate... un pò di giustizia sociale, ci vuole... e magari mettere freno alle vendite del gruppo vw mediante dazio al 40%
Ritratto di Porsche
7 giugno 2018 - 10:29
facciamo 50% che è meglio
Ritratto di Robyevo
7 giugno 2018 - 15:12
A cosa serve una manifestazione del genere in una città come Torino se poi ogni momento bloccano le auto e nn stanno a guardare le vere cause dell inquinamento, in primis i roghi dai campi o i riscaldamenti obsoleti. Sindaco Appendino arrogante e incompetente!