NEWS

Jannarelly Design-1: emozioni “su misura”

10 agosto 2018

Ispirata alle “barchette” degli Anni 50, questa spider “cucita a mano” attinge alle tecnologie più recenti per restituire un piacere di guida antico.

Jannarelly Design-1: emozioni “su misura”

UNA BARCHETTA ESSENZIALE - Frutto della mente di Anthony Jannarelly, già progettista della Lykan Hyper Sport della W Motors, apparsa nel film Fast and Furious 7, questa Jannarelly Design-1 ha uno stile ispirato a quello della Ferrari 250 Testa Rossa degli Anni 50. È una barchetta essenziale, senza tetto o vetri laterali, nata per il puro piacere di guidare. Il motore è un 3.5 V6 aspirato della Nissan, montato in posizione posteriore-centrale, che eroga 304 CV, capaci di spingere gli 805 kg della Design-1 fino a 220 km/h e da 0 a 100 km/h in soli 4 secondi. Nel video qui sotto le prime impressioni di guida di quest’auto molto speciale, che ha un prezzo di partenza di circa 90.000 euro ed è confeziona a mano, nel rispetto dei desideri del singolo cliente. 

VIDEO
loading.......
Aggiungi un commento
Ritratto di puccipaolo
10 agosto 2018 - 20:46
5
Mi mancano solo 100K € da buttare all'aria...ma ad averceli cercherei qualcosa del genere, piuttosto che una berlinona in steroidi, a prescindere dalle prestazioni assolte (ndt. Giulia qv). Questa è un giocattolone che non si compra come unica macchina! La prendi il we come fosse una moto, magari per regalarsi un track day! (e un treno di prneumatici !). Ma se i soldi non sono un problema why not?
Ritratto di MAXTONE
10 agosto 2018 - 21:17
Fate un post anche sulla bellissima Ares Design Panther ispirata direttamente alla De Tomaso Pantera: Tornano, per la prima volta dopo 15 anni, i fari a scomparsa! Un graditissimo ritorno e sono riusciti a farli omologare senza problemi! Adesso niente scuse per gli altri costruttori se vogliono fare remake decenti ad esempio Lotus deve rifare la Esprit uguale alla S1 di Giugiaro con tanto di fari a scomparsa (sollevati erano doppi gemellati) e i particolarissimi cerchi anni 70 "Wolfrace".
Ritratto di puccipaolo
10 agosto 2018 - 21:23
5
Anche a me piacevano molto le sportive con i fari a scomparsa..vedi Ferrari 288! Credio che il motivo delle rimostranze all'omologazione sia per la scarsa protezione in caso di investimento pedoni..sbaglio?
Ritratto di Giuliopedrali
10 agosto 2018 - 21:35
La Ferrari 288 è davvero stratosferica ma l'ultima cosa che mi verrebbe in mente è che mi piaccia per i fari a scomparsa... Devo averla vista al Valentino a Torino questa Jannarelly che ha un che di AC Cobra, stupenda, ma (ripeto sempre le stesse cose) pian piano con tutte queste supercar esotiche restano sempre meno spazi per le supercar italiane, qualcuno se ne accorto...
Ritratto di MAXTONE
11 agosto 2018 - 01:00
Si erano spariti progressivamente per via dell'inasprimento delle normative di investimento sui pedoni e, in parte, perché sollevati disturbavano leggermente il cx ma vuoi mettere il fascino delle Ferrari dotate di fari a scomparsa con quelle di oggi tutte votate esclusivamente all'aerodinamica estrema neanche se uno ci andasse tutti i giorni a fare un gran premio di F1! L' occhio vuole la sua parte e i fari pop up hanno sempre avuto un gran peso sulle Ferrari degli anni 70-80 e 90: le Daytona coi fari sotto il plexiglas erano molto meno fascinose di quelle dotate dei pop up, non oso immaginare una 288 GTO, una Testarossa o una F40 con dei fari incassati...la Testarossa è rimasta splendida nelle prime 2 serie, la prima del 1984 e la 512 TR del 91 le quali ne erano dotate ma quando nel 95 debuttò la 512M questa aveva perso moltissimo fascino, mi viene in mente anche la F355 molto ma molto più bella della 360 Modena almeno per me. Ma se ci pensi i fari a scomparsa hanno dato un grande fascino anche ad auto molto più normali, immaginiamo la Volvo 480, la Mazda Miata prima serie e le varie generazioni di Corvette dalla Sting Ray alla C5 (la quale infatti li perse nel 2004 peggiorando molto), stessa cosa la NSX dopo il restyling quando in luogo dei pop up, Honda adotto' dei bruttissimi fari incassati montati sotto il plexiglas (il quale ha anche il brutto difetto di ingiallire sotto il sole) e la povera NSX passò dall'avere un look affilatissimo ad una faccia dallo sguardo ittico.
Ritratto di MAXTONE
11 agosto 2018 - 01:04
Dimenticavo un altra bellissima auto che deve molto ai fari a scomparsa: La BMW Serie 8 E31.
Ritratto di Giuliopedrali
11 agosto 2018 - 07:37
Posso dire? Bellissime auto che si sognavano in gioventù quelle che citi: alcune Ferrari, le NSX e la BMW 850i da paura, però sinceramente oggi le supercar da paura non mancano, magari andando sull'artigianale, quello che manca sono i sogni popolari, dalle Manta alle 33, quelle si.
Ritratto di MAXTONE
11 agosto 2018 - 12:22
È verissimo, sottoscrivo ogni lettera.
Ritratto di Magnificus
12 agosto 2018 - 09:32
Sulla 33 anche no
Ritratto di Giuliopedrali
12 agosto 2018 - 10:50
Forse sognavi una Opel Kadett...
Pagine