NEWS

Kia Optima ibrida: in arrivo nella seconda metà del 2016

29 dicembre 2015

La nuova generazione della berlina Kia Optima avrà una versione con motore ibrido destinata anche al mercato italiano.

Kia Optima ibrida: in arrivo nella seconda metà del 2016
ALLA SPINA - La berlina a quattro porte Kia Optima è stata appena rinnovata e il prossimo anno giungerà sul mercato Italiano dove troverà rivali come Ford Mondeo, Opel Insignia o Ford Mondeo. Inoltre sarà il primo modello lanciato dalla casa coreana ad utilizzare su un sistema di propulsione ibrido plug-in, dove le batterie si possono ricaricare da una fonte esterna. Il modello arriverà in Italia nella seconda metà del 2016 e assumerà il nome Kia Optima PHEV, acronimo inglese che definisce la principale caratteristica del sistema ibrido: le auto del tipo Plug-in Hybrid Electric Vehicle adoperano un pacco batterie generalmente più prestazionale rispetto alla ibride tradizionali, collegabile alla rete elettrica casalinga. In questo modo le pile si posso ricaricare anche di notte e non solo quando l’auto è in movimento.
 
ELETTRICO PIÙ POTENTE - La Kia Optima PHEV (nelle foto la versione per il mercato coreano) si basa su un sistema ibrido composto da un motore benzina, da un motore elettrico e dal cambio automatico. Quest’ultimo rinuncia al convertitore di coppia e “ingloba” il motore elettrico, che sviluppa il 42% di potenza in più rispetto al motore della precedente Optima Hybrid: la Kia dichiara una potenza massima di 50 kW, equivalenti a circa 68 CV. L’odierna Optima Hybrid non è mai arrivata in Italia. Il motore elettrico viene alimentato da un pacco batterie ai polimeri di litio, tecnologia più affidabile (anche se meno evoluta) nel paragone con quella agli ioni di litio: la casa dà per sicura un’autonomia in modalità elettrica di 50 chilometri. Le batterie si trovano al di sotto del divano posteriore. Il motore termico è un benzina a quattro cilindri, da 2 litri, che sviluppa 156 CV e 189 Nm. Si avvale dell’iniezione diretta.
 
 
RICARICA IN TRE ORE - La potenza combinata raggiunge invece i 205 CV, mentre sul valore medio di consumo influiscono i 50 chilometri di autonomia in modalità elettrica: la casa si rifà alle norme statunitensi e dichiara un consumo medio di 42 km/l, che scende a 17 km/l quando la carica delle batterie è esaurita. Le pile si possono ricaricare in meno di tre ore da un impianto con presa a 240 volt. La Kia Optima PHEV si riconosce per alcuni elementi specifici, come ad esempio la presa di ricarica nel parafango anteriore, i cerchi in lega dallo stile esclusivo, i profili cromati sui battitacco ed il logo EcoPlug-In, che verrà destinato a tutte le Kia con alimentazione ibrida plug-in.
Kia Optima
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
18
28
15
10
10
VOTO MEDIO
3,4
3.419755
81


Aggiungi un commento
Ritratto di AlexTurbo90
29 dicembre 2015 - 18:46
Ha un non so che di BMW questo frontale...
Ritratto di Davide-S
30 dicembre 2015 - 11:09
1
Invece a me ricorda la BMW nel posteriore, in particolare nei fanali...
Ritratto di Pelide
30 dicembre 2015 - 06:00
Non capisco se queste ibride/elettriche sono davvero convenienti oppure no. Alcune case ci hanno puntato molto (troppo?), altre invece lo snobbano per principio rischiando di essere divorate dalla concorrenza tra alcuni anni.
Ritratto di MAXTONE
30 dicembre 2015 - 14:02
1
Non soli: Affidabilità nettamente superiore a quella di un diesel grazie alla parte termica molto più semplice (mentre quella elettrica e' a prova di bomba almeno nel caso del gruppo Toyota), costo tagliandi fino al 40% inferiore e il piacere di muoversi in silenzio e a emissioni zero tanto nel garage o parcheggio condominiale quanto nel pieno centro cittadino. Non solo: L'autorevole rivista inglese Autocar mettendo a confronto la IS 300h con le rivali a gasolio ha rilevato come la Lexus abbia consumato meno delle dirette rivali nell'utilizzo reale di tutti i giorni facendo una media tra ciclo urbano, extraurbano e autostrada.
Ritratto di monodrone
30 dicembre 2015 - 10:08
Bella anche se non è il mio genere. Ottima in ibrido.
Ritratto di FedericoBentyaga
30 dicembre 2015 - 13:25
Secondo me, è una bella auto. Speriamo che in Italia abbia successo.
Ritratto di MAXTONE
30 dicembre 2015 - 13:41
1
La bmw ce la vedete solo voi: Davanti le bmw hanno il doppio rene e questa non lo ha (ha il Tiger nose non c'entra nulla), dietro le bmw hanno fanaleria a scalino mentre questa ha fari dritti solo leggermente degradante verso il basso nella parte interna. Di profilo le bmw non hanno la terza luce laterale e hanno la piega di Hoffmeister, semmai potrebbe ricordare SAAB con la finestratura che va a salire verso la coda.