NEWS

L’Antitrust contro Autostrade per l’Italia: non ha abbassato i pedaggi

Pubblicato 21 luglio 2021

Aspi aveva ricevuto a marzo una sanzione pari a cinque milioni di euro: a distanza di mesi il costo del pedaggio è rimasto lo stesso nei tratti in cui la viabilità è più difficoltosa.

L’Antitrust contro Autostrade per l’Italia: non ha abbassato i pedaggi

L’ANTITRUST CONTRO AUTOSTRADE - È ormai iniziato il periodo clou per il traffico autostradale a causa degli spostamenti che molti italiani effettueranno per raggiungere la località prescelta per le vacanze estive. In attesa di capire se ci sarà l’ennesimo incremento sui pedaggi (potrebbe scattare dal 1° agosto al termine della sospensione dell’adeguamento prevista per il 31 agosto), Autostrade per l’Italia deve mettere in conto un nuovo provvedimento ai suoi danni avviato dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. La misura arriva in seguito alla sanzione pari a 5 milioni di euro che era stata inflitta ad Aspi nel mese di marzo per non avere ridotto il costo del pedaggio nelle tratte con notevoli problemi di viabilità. 

IL NUOVO PROCEDIMENTO - A distanza di mesi dalla sentenza, non c’è stata alcuna riduzione dei pedaggi, almeno per quanto riguarda le zone in cui il traffico è maggiore. Proprio per questo l’Antitrust ha deciso ora di muoversi concretamente e avviare un procedimento di inottemperanza nei confronti di Autostrade per l'Italia. Nella nota in cui viene annunciato l’avvio del procedimento, si parla anche espressamente di quali siano i tratti interessati. Il riferimento è alle “autostrade A/16 Napoli/Canosa, A/14 Bologna/Taranto, A/26 Genova Voltri-Gravellona Toce e, per le parti di sua competenza, A/7 Milano-Serravalle-Genova, A/10 Genova-Savona-Ventimiglia e A/12 Genova-Rosignano, in violazione degli articoli 20, 22, 24 e 25 del Codice del Consumo. "In queste tratte - si legge nella nota dell’Antitrust - si erano registrate importanti riduzioni delle corsie di marcia e/o specifiche limitazioni della velocità massima consentita, con conseguente notevole disagio non solo per i consumatori ma anche per gli autotrasportatori, in termini di code, rallentamenti e significativo aumento dei tempi di percorrenza".

LA REAZIONE DI ASPI - Non è tardata ad arrivare la presa di posizione di Autostrade per l’Italia, che ha voluto così giustificare il comportamento tenuto in questi mesi. “D’intesa con il MIMS e nell’ambito della più ampia gestione della concessione, ha attivato già dal 2020 riduzioni o azzeramenti del pedaggio a favore dell’utenza nelle tratte oggetto di sensibili disagi a causa di lavori di manutenzione, per un totale di 77 milioni di euro di minori ricavi nel periodo 2020-21. In tali tratte rientrano, peraltro, proprio quelle segnalate a suo tempo dall’Antitrust (dove erano presenti riduzioni di carreggiata, poi risolte, imposte dall’Autorità giudiziaria), il cui procedimento riguarda eventi non attuali, ma avvenuti tra dicembre 2019 e gennaio 2020".





Aggiungi un commento
Ritratto di stefbule
22 luglio 2021 - 01:07
12
Avranno fatto i loro conti. Molto probabilmente ci guadagnano di più tenendo i prezzi così e pagando la multa. Mica so scemi.
Ritratto di lucios
22 luglio 2021 - 10:26
4
L'A/16 è un far west, l'unica cosa certa sono gli autovelox messi spesso alla fine di ogni ponte con restringimento di carreggiata o cantiere!
Ritratto di Iside Ristori
22 luglio 2021 - 11:48
1
Venerdì 16 luglio, a26. Fino ad Ovada nessun rallentamento. Da li in poi, fino ad arrivare a Pietra ligure 2h e un quarto . Sempre fermi ... Mai messa la terza marcia. 23€ di pedaggio. Vergognosi. Non riesco ad immaginare ad agosto quando la chiuderanno completamente per tre settimane. Prima ed ultima volta in Liguria per questo estate. Piuttosto si va in Romagna. Da Milano si fa prima. Iside .
Ritratto di Dario 61
23 luglio 2021 - 06:20
Ma come aveva proclamato a suo tempo qualche importante esponente politico, dopo la caduta del ponte Morandi,” gli toglieremo la concessione”! Pagheranno tutto!... si, come no... Li hanno puniti severamente caricandoli di soldi ( Faccende che accadono solo in Italia.)
Ritratto di mariofiore
23 luglio 2021 - 10:20
Concordo totalmente con lei. Li hanno fatti diventare ancora piu ricchi. Se si riferisce ai 5 stelle, con l'operazione Autostrade hanno dimostrato di essere o stupidi o in malafede. I pedaggi non sono diminuiti mentre la qualità del servizio è crollata. Inoltre il costo dei carburanti lungo la strada è vergognosa. Al punto che io faccio sempre il pieno prima di partire.
Ritratto di franzio
23 luglio 2021 - 07:47
"ha attivato già dal 2020 riduzioni o azzeramenti del pedaggio a favore dell’utenza nelle tratte oggetto di sensibili disagi a causa" Ma quando? Ma dove?
Ritratto di Dario 61
23 luglio 2021 - 10:23
Infatti, chi l’ha mai viste queste riduzioni di pedaggio?