NEWS

LaFerrari, McLaren P1 e Porsche 918 Spyder: la sfida

21 novembre 2015

Sul circuito di Portimao si sono sfidate le tre supercar del momento, le sportive ibride più raffinate che si siano mai viste.

LaFerrari, McLaren P1 e Porsche 918 Spyder: la sfida
SUPERSFIDA - Il noto giornalista inglese Chris Harris ha riunito sul circuito di Portimao (Portogallo) tre automobili sportive dalle prestazioni esaltanti, con potenze nell’ordine dei 1.000 CV e vendute a cifre vicine (o superiori) al milione di euro: sono le Ferrari LaFerrari, McLaren P1 e Porsche 918 Spyder. La prova è da considerarsi una vera e propria esclusiva, giacché mai nessuno era riuscito a mettere le automobili l’una contro l’altra ed a valutarle in maniera così approfondita. Di recente altri hanno messo a confronto le tre supercar "definitive", ma mai così accurati e approfonditi. Il video è stato apprezzato dagli internauti, tanto da raccogliere oltre 400.000 visualizzazioni nei primi due giorni successivi al caricamento su YouTube.
 
TRE PILOTI - In compagnia di Harris ci sono il giornalista ed ex pilota Tiff Needell e Marino Franchitti, pilota scozzese che ha partecipato in cinque occasioni alla 24 Ore di La Mans. Marino è fratello del più noto Dario Franchitti, leggenda del motor sport statunitense e vincitore quattro volte del campionato IndyCar Series. In loro compagnia c’erano anche i tecnici di tutte e tre le case per dare supporto al test assicurandosi che le auto, fornite ufficialmente da Ferrari, Porsche e McLaren, fossero sempre nelle migliori condizioni possibili. Per mettere d'accordo la McLaren e la Ferrari sulla questione gomme è stata coinvolta la Pirelli che ha fornito alcuni set di Pzero Corsa per la P1 e LaFerrari in modo che potessero competere ad armi pari. La 918 Spyder monta pneumatici Michelin Sport Cup 2.
 
I NUMERI - La Ferrari LaFerrari è stata realizzata in 499 esemplari, impiega un modulo ibrido da complessivi 963 CV e costa circa 1,2 milioni di euro. Pesa 1.255 chili, valore eccellente per un’automobile della sua stazza (è lunga 470 cm) ed inferiore alle due concorrenti: la McLaren P1 pesa a secco 1395 chili, mentre la Porsche si attesta a 1675 chili. La P1 impiega anch’essa un modulo elettrico e sviluppa un totale di 916 CV, ma in questo caso il motore termico è un V8 biturbo da 3.8 litri; la sportiva di Maranello utilizza invece un V12 aspirato da 6,3 litri, unità di maggior prestigio ed evoluzione del motore presente sotto il cofano della F12berlinetta. La P1 è stata costruita in 375 unità e poteva essere acquistata a circa 1 milione di euro. La Porsche 918 Spyder impiega un motore a benzina strettamente imparentato con l’unità montata sulla vettura che la Porsche ha schierato alla 24 Ore di Le Mans: ha frazionamento V8, cilindrata di 4,6 litri e sviluppa 608 CV, a cui si aggiungono i cavalli sviluppati dalle due unità elettriche che spingono le ruote anteriori. La potenza complessiva raggiunge così gli 887 CV. I 918 esemplari erano in vendita ciascuno a 791.000 euro, ma la vettura provata costa 864.000 euro, grazie al pacchetto Weissach che introduce contenuti più esclusivi e taglia 41 chili dal valore citato in precedenza.
 
VINCE LA MCLAREN - Il miglior tempo sul giro è stato ottenuto al volante della McLaren P1 (1’53’’57), più veloce di pochi centesimi rispetto alla Porsche 918 Spyder (1’53’98) e alla Ferrari LaFerrari (1’54’’25). Su circuito di Portimao, con quel pilota e in quelle condizioni atmosferiche, questo è stato il risultato. La pista è lunga 4,6 chilometri. Il record sul giro appartiene a Nicolas Lapierre ed alla sua Peugeot 908 HDi FAP, vettura da endurance del 2007 che ha completato un giro in 1’30’’68.


Aggiungi un commento
Ritratto di matthias72
21 novembre 2015 - 18:57
1
Peccato che questa prova è stata completamente falsata dal fatto che Mclaren e Porsche montavano gomme semi slick mentre LaFerrari gomme stradali...
Ritratto di EasterRuben
21 novembre 2015 - 19:46
LaFerrari e la Mclaren avevano entrambe Pirelli PZero Corsa stradali, la Porsche Michelin Sport cup 2. Che noia le gomme.
Ritratto di Francesco110
21 novembre 2015 - 19:46
"la Pirelli che ha fornito alcuni set di Pzero Corsa per la P1 e LaFerrari in modo che potessero competere ad armi pari" nell'articolo è scritto questo come hai capito che la LaFerrari montava gomme stradali? Tra l'altro c'erano i tecnici della Ferrari sul posto quindi nel caso fosse stato questo il problema ci avrebbero messo un secondo a cambiare gomme.
Ritratto di gaswagen
22 novembre 2015 - 10:51
Per violazione della policy del sito.
Ritratto di gaswagen
22 novembre 2015 - 10:53
Per violazione della policy del sito.
Ritratto di Luzzo
21 novembre 2015 - 19:14
cos'è uqle punto bianco che si vede di continuo nel filmato porsche?
Ritratto di Vespa Primavera
21 novembre 2015 - 19:31
Suppongo un riflesso di luce, visto che le riprese sono fatte da dentro l'abitacolo...
Ritratto di Subaru_Impreza
21 novembre 2015 - 19:30
Sicuramente una Porsche con 100cv in meno e 500 kg in più batte nel tempo sul giro LaFerrari... adesso l'acqua va in salita...
Ritratto di Francesco110
21 novembre 2015 - 19:58
Cavalli e peso sono importanti ma non sono tutto, un circuito non è una drag race, equilibrio, trazione, stabilità, ripartizione dei pesi, frenata, circuito stesso e non di meno immediatezza d'uso sono tutte caratteristiche che possono fare la differenza prese singolarmente figuriamoci tutte insieme soprattutto se si parla di differenze di decimi di secondo. Poi erano presenti tecnici Ferrari e dubito sarebbero rimasti ad assistere ad una truffa. Come ogni test effettivo su strada le variabili ci sono e sono inevitabili. L'alternativa è mettere le auto sui rulli e valutare i grafici che ne derivano in stile test per i consumi, ma sarebbe veramente triste ed inutile. Alla fine il risultato è che sono quasi alla pari e che la P1 riesce a farsi valere anche se in genere sia la meno amata. Le McLaren sono meglio di quello che si vuol far credere spesso sono bistrattate da chi le prova dicendo che non emozionano e magari è vero ma di record ne hanno fatto più di uno quindi tirando le somme tanto male non sono. La Porsche alla fine ha girato sul Nurburgring in 6 minuti e 57 secondo quindi che nonostante il peso sia efficace non c'è dubbio.
Ritratto di Francesco110
21 novembre 2015 - 20:01
Poi anche io potessi permettermene una preferirei la LaFerrari ma la preferirei per un gusto mio personale, le altre non sono da meno.
Pagine