NEWS

Lamborghini LM002: l’antesignana della Urus

10 ottobre 2017

Aveva il motore della Countach e fu il primo esperimento della Lamborghini con i fuoristrada, in attesa della suv Urus prevista a dicembre.

Lamborghini LM002: l’antesignana della Urus

RADICI NEL PASSATO - Diversamente dalla Ferrari che non si è mai cimentata con un’auto a “ruote alte” la Lamborghini ha prodotto fra il 1986 e il 1992 un fuoristrada potente e massiccio quando ancora non esisteva la categoria delle suv ad alte prestazioni: l’auto si chiama Lamborghini LM002 e rimane una fra le auto più particolari realizzate dalla casa emiliana, per via della sua carrozzeria imponente, delle enormi ruote e del cassone posteriore, adatto più ad un veicolo da lavoro che non ad un “mostro” da 450 CV. Il costruttore rende omaggio alla LM002 a circa 2 mesi dall’esordio della Lamborghini Urus, la prima vera suv della casa che verrà presentata il 4 dicembre.

NATA PER L’ESERCITO - L’idea Lamborghini LM002 risale alla fine degli Anni 70, quando la casa progettò un fuoristrada molto spartano ed essenziale (non aveva le portiere laterali), la Ceetah (foto qui sotto), destinato all’impiego in contesti militari per conto di un’azienda che collaborava con l’esercito degli Stati Uniti. La Ceetah però non ebbe fortuna e venne costruita in pochi esemplari a causa dei problemi finanziari della Lamborghini. L’azienda non abbandonò del tutto il programma, ma lo riprese nel 1981 su indicazione dell’ingegnere Giulio Alfieri, che lo modificò trasformando la Ceetah in una vettura per la strada. Alfieri costruì un primo prototipo dell’auto e lo chiamò LM001, ma quella vettura aveva il motore posteriore (come le vere sportive) e restava ancora un progetto sperimentale. Poco tempo dopo la LM001 venne trasformata nel prototipo LMA, il motore passò davanti all’abitacolo e l’auto assunse sembianze vicine a quelle definitive.


Nella foto qui sopra la LM002 con la sua ispiratrice, la concept Ceetah nata come veicolo militare.

300 ESEMPLARI - La Lamborghini LM002 venne mostrata per la prima volta nel 1986, dove suscitò scalpore alla luce delle sue caratteristiche tecniche: la carrozzeria è in alluminio e fibra di vetro, il sistema di trazione integrale molto evoluto e il motore V12 5.2 arriva dalla Countach Quattrovalvole, quindi sviluppa 450 CV a 6.800 giri. La LM002 raggiunge i 200 km/h e adotta pneumatici della Pirelli sviluppati su misura, adatti sia a terreni cedevoli che ai climi caldi. Il costruttore bolognese si appoggiò a un’azienda di Bilbao (Spagna) per la costruzione della carrozzeria, che veniva poi inviata nello stabilimento di Sant’Agata Bolognese e qui abbinata al motore, alla meccanica e agli interni, realizzati su indicazione del cliente e molto lussuosi se paragonati alle forme “solide” della carrozzeria. La Lamborghini LM002 venne costruita in soli 300 esemplari, le cui quotazioni oggi possono arrivare a 400 mila euro.

VIDEO
loading.......
Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
10 ottobre 2017 - 19:30
Bellissimo; rude ma lussuoso e con il motore da supercar, è stato venduto principalmente negli Stati Uniti e agli sceicchi che si spostavano velocemente tra le dune del deserto. Ancora oggi molto affascinante ed evocative.
Ritratto di Fr4ncesco
10 ottobre 2017 - 19:36
Evocativo***
Ritratto di Rav
10 ottobre 2017 - 20:52
2
Mi pare che una di queste ce l'avesse Tina Turner... è talmente brutto e rude che ha il suo fascino. Peccato che l'Urus, seppur bello, sarà il solito suvvone prestazionale senza davvero nulla di "fuori dal comune".
Ritratto di Moreno1999
10 ottobre 2017 - 21:19
4
Abominevole. Sinceramente vedo tanto lusso, non troppo fascino. (Quasi) caduta nel dimenticatoio dell'immaginario collettivo...forse anche giustamente
Ritratto di Edoardo98
10 ottobre 2017 - 22:34
5
Fantastica, davvero speciale. Meriterebbe una reinterpretazione moderna, si perchè la Urus non può dirsi a tutti gli effetti erede di questa. Gli interni poi sono la cosa più stramba di questo mezzo e sono tuttora lussuosissimi.
Ritratto di Agl75
10 ottobre 2017 - 22:51
Ricordo che dopo la Ceetah, o meglio, dopo il fallimento del progetto ceetah, la Lamborghini fu liquidata. Il progetto LM001 prima (col motore dietro) e 002 dopo, furono tentativi per recuperare lo sforzo già speso per il progetto ceetah. A legger l’articolo pare tutto rosa e fiori ma il fascino della Lamborghini è anche che ha fatto di tutto (il fondatore aveva già prima l’omonima azienda di trattori) e poi ha cambiato 3 proprietà, passando anche in mano di cialtroni. Per fortuna è arrivata l’Audi. Adesso ci riprovano col SUV ma i tempi ora sembrano maturi. Poi per me dalla gallardo in poi è pura passione sportiva e l’idea del suv non mi esalta ma devono aumentare gli utili...
Ritratto di marcoveneto
11 ottobre 2017 - 08:43
molto piu bello questo che un Hummer, scelto tra l altro al posto di questo Ceetah dall'esercito americano...fatto sta, che dopo corsi e ricorsi storici, questa avrà un'erede (l'Urus) l'Hummer invece... è fallita da un pezzo...
Ritratto di phoenix
11 ottobre 2017 - 13:58
La Lamborghini LM-002 secondo uno studio di un noto mensile è l'auto con la più "brutta reputazione" al mondo visto che buona parte sono possedute da esponenti dei cartelli della droga sud-americani e da signori della guerra.
Ritratto di ELAN
12 ottobre 2017 - 10:22
1
Ricordo Alberto Tomba a Sestola su questo bestione bianco, in sfilata... che ricordi. Aveva pure una Delta HF Integrale nera, mentre io, che non scio tanto peggio anzi, in quegli anni cominciavo a guidare con la Panda 30 di mia madre. Ovviamente con la Colombari non avrei avuto chances.
Ritratto di nik66
12 ottobre 2017 - 12:03
rustico e campagnolo, ma bellissimo, la hummer (validissima per carità) esteticamente gli fa un baffo
Pagine