Con alVolante al Salone di Francoforte

25 settembre 2017

Weekend alla kermesse tedesca per i lettori di alVolante che hanno partecipato al sondaggio driverview-L’opinione di chi guida.

Con alVolante al Salone di Francoforte

VISITA PER QUATTRO - Nei giorni scorsi, su alVolante.it vi abbiamo mostrato le più importanti novità del Salone dell’auto di Francoforte 2017. Ma per due lettori, estratti fra i partecipanti al sondaggio Driverview-L’opinione di chi guida, siamo andati oltre: lo scorso weekend li abbiamo portati in Germania! Ospiti di alVolante alla kermesse tedesca sono stati Stefano Moramarco di Altamura, in provincia di Bari, accompagnato dalla fidanzata Antonella Loizzo, e Antonio Niro di Campobasso, che ha partecipato con l’amico Domenico Di Sandro, di Isernia. 


Stefano e Antonella in una Maserati.

STEFANO PASSA AL MICROSCOPIO LA FORD ECOSPORT… - Negli affollatissimi padiglioni, ciascuno ha trovato pane per i propri denti. Il super-appassionato Stefano, che pure guida una Jeep Cherokee e ama le suv, ha lasciato il cuore sulla Bugatti Chiron, esposta dietro ali di folla insieme al suo monumentale 16 cilindri da 1500 cavalli. E ha molto apprezzato anche i bolidi italiani: Maserati e Ferrari. Lo stand in cui ha passato più tempo, però, è stato quello della Ford. La EcoSport aggiornata, al debutto qui a Francoforte, con ogni probabilità diventerà al sua nuova vettura: per studiarsela bene una volta tornato a casa, le ha scattato decine di fotografie! Anche Antonella si è gustata le linee grintose delle sportive e quelle futuribili dei prototipi, ma la vettura che le ha ispirato più simpatia è la compatta più compatta che esista: la Smart fortwo, al Salone anche con il prototipo Vision EQ, elettrico e a guida completamente autonoma.  

…E ANTONIO DICE: “AUDI, GRAN MACCHINE” - Anche Antonio ha avuto parole di apprezzamento per le Smart: in famiglia ne ha una, e sa bene come sia imbattibile nell’uso cittadino. Ma la sua vera passione sono le Audi: la casa tedesca, che qui portava al debutto la berlina di lusso A8, aveva uno stand sconfinato. “Sono auto eleganti, ben fatte, e guidarle è un piacere”, ci dice entusiasta. “Io avevo una A6, e un paio d’anni fa l’ho sostituita con una A4 Allroad 2.0 TDI. Ne sono contentissimo, la trazione integrale ti regala una grande sicurezza. Devo dire, comunque, che anche le case italiane ultimamente stanno facendo buone cose. La Stelvio è molto bella!” “Sì, è vero”, gli fa da contraltare l’amico, che di vetture col Biscione ne ha possedute a bizzeffe e le ricorda tutte con piacere. “Peccato che l’Alfa non abbia partecipato al Salone!” In assenza delle Alfa Romeo, Domenico, che ha ancora una GT Junior dei primi anni 70, si è soffermato a lungo allo stand del marchio italiano per eccellenza, la Ferrari, dove si è vista in anteprima la cabriolet Portofino. Nell’uso quotidiano Domenico si gode una BMW X3, della quale a Francoforte è arrivato il nuovo modello. Che lo ha convinto, ma non del tutto: “Le linee sono riuscite, e mi piacciono molto i fanali posteriori a led. I fari, invece, con le luci diurne così spigolose, mi sembrano una ricercatezza eccessiva”. Nessuna riserva, invece, per il prototipo Serie 8: Antonio e Domenico sono stati d’accordo nel definire questa grande coupé un giusto mix di grinta ed eleganza.


Domenico (a sinistra) e Antonio con la BMW Serie 8.

IL SONDAGGIO CONTINUA - È stata la passione per le automobili a far vincere questo weekend al Salone a Stefano e a Domenico. Sì, la passione: perché hanno dedicato qualche minuto del loro tempo partecipando al sondaggio Driverview-L’opinione di chi guida, raccontandoci quali sono i lati positivi e quelli negativi della vettura che guidano, ma anche quelli delle reti di vendita e di assistenza. Hanno quindi contribuito, insieme con altre migliaia di persone, a fornire un’idea sempre più precisa sul mondo dell’automobile, che condividiamo tutti i giorni con voi lettori. Se non lo avete ancora fatto, fatevi sentire qui. La vostra opinione ci interessa molto! 

Aggiungi un commento