NEWS

La Lexus premia i designer

10 aprile 2013

Premiati i 12 stilisti che hanno vinto il concorso Lexus Design Award: tra loro, anche un italiano.

La Lexus premia i designer

OLTRE LE AUTO - Nel Dna di Lexus, il marchio di lusso della Toyota, il design ha sempre avuto un ruolo di primo livello: confermato, oltre che dalle forme delle auto della sua produzione, anche da molteplici iniziative che testimoniano dell’attenzione della casa per l’attività dei designer emergenti. L’esempio più recente è il concorso Lexus Design Award, che aveva per tema il movimento, i cui 12 vincitori, provenienti da tutto il mondo, sono stati premiati a Milano durante la Milan Design Week (9-14 aprile): una “sei giorni” di eventi, tutti dedicati al mondo dell’architettura e del design, che ruotano attorno al Salone del Mobile e al Fuorisalone. I lavori che si sono aggiudicati i Lexus Design Award hanno trovato spazio al Museo della Permanente, in via Turati 34.

DAL KAYAK AL PONTE - Fra la opere più interessanti del Lexus Design Award spiccano le lampade a forma di spiga di grano: si illuminano e oscillano “leggendo” i movimenti delle persone che passano loro accanto. Oppure il mini scooter che si ripiega come un coltellino svizzero o, ancora, il ponte con i gradini per salire e uno scivolo per scendere, oppure un kayak ecologico per rilassarsi navigando dolcemente e, ancora, gli origami di porcellana.
 
LA LAMPADA MADE IN ITALY - Fra i premiati del Lexus Design Award, anche un italiano, Rudy Davi: ha creato un’originale lampada, Klava. Ecco come ha risposto alle nostre domande.
 
 
Cosa ha ispirato la tua lampada?
Volevo creare un oggetto dalle forme semplici, ma che trasmettesse un senso di lusso in linea con la filosofia Lexus, e che al suo interno contenesse un concetto di meccanica per collegarla al mondo dell’auto. Inoltre, desideravo che la lampada interagisse con le persone.
 
In quale modo ci sei riuscito?
Il concetto di meccanica risiede nel basamento della lampada, che consente di inclinarla come si desidera, mantenendola sempre in equilibrio. E proprio il movimento compiuto dalla persona per spostare la lampada (che ha la forma di una clava) crea  l’interazione fra l’uomo e l’oggetto.
 
L’automobile che cosa rappresenta per te?
Non è solo un mezzo per muoversi, ma rispecchia anche la personalità del proprietario, come gli oggetti di arredamento. Io, per esempio, ho una Citroën DS: la considero un “pezzo di design”.
 
Cosa pensi delle auto moderne?
Sono oggetti complessi, sembrano computer, ma hanno perso quel calore e quella manualità nell’usarle che avevano quelle di una volta, come la DS “storica”.




Aggiungi un commento