Nuovo stile per la Lincoln Continental 2016

13 gennaio 2016

La Continental ritorna nella gamma Lincoln dopo anni di assenza e inaugura un nuovo design che vedremo anche su altri modelli.

Nuovo stile per la Lincoln Continental 2016
NOME STORICO - La Lincoln Continental è una vera e propria istituzione dell’automobilismo statunitense, dopo aver servito presidenti (JFK compreso) e motorizzato generazioni di americani della upper class: la prima serie della berlina risale al 1938, mentre l’ultima è uscita dai listini nel 2002. Il suo nome è caduto da allora nel dimenticatoio. Viene però ripreso dalla generazione numero dieci, esposta al salone di Detroit, che riprende la maggior parte delle linee viste sul prototipo del 2015 e conferma il ruolo della Ford quale realtà consolidata nella fascia di mercato riservata alle automobili di lusso: il marchio Lincoln appartiene all’Ovale Blu e rappresenta un’alternativa alle “solite” Audi, BMW e Mercedes, non solo negli Stati Uniti ma anche in Cina.
 
CHE STRANE QUELLE MANIGLIE - La Lincoln non ha diffuso per il momento tutte le informazioni sulla Lincoln Continental del 2016, quindi rimangono ad oggi sconosciute le dimensioni esterne ed il peso. Sarà comunque una berlina molto possente e di sostanza, lunga circa 520 cm e larga 200 cm. Lo stile esterno risulta più lineare della precedente ammiraglia, privo dei virtuosismi che hanno reso la Lincoln un marchio fra i più anticonformisti del panorama automobilistico mondiale: non vi sono più la calandra a V, il taglio a gomito della vetratura laterale ed i fanali anteriori molto tirati all’insù. L’unica stranezza rimane la forma delle maniglie: si chiamano E-latch e vengono integrate nella cromatura alla base dei finestrini, così da lasciar sgombra la fiancata. Le portiere si aprono schiacciando un pulsante integrato nelle maniglie stesse e si richiudono in maniera automatica.
 
 
LUSSO DA PRIMA CLASSE - La Lincoln Continental del 2016 avrà fari anteriori che si illuminano all’avvicinarsi del conducente, telecamere esterne che facilitano le operazioni di parcheggio ed un tetto in cristallo fra i più ampi del mercato, che occupa quasi integralmente la superficie del padiglione (la parte anteriore è apribile). Sulla Continental debuttano poi sedili posteriori regolabili su 30 posizioni, riscaldabili e dotati della funzione massaggio, che si adattano alla forma ed al peso della persona seduta. In questo modo la Lincoln promette viaggi con lusso da prima classe, fattore a cui contribuisce anche la generosa disponibilità di centimetri per le ginocchia di chi siede dietro. In opzione è previsto l’impianto audio della Revel, che trae giovamento dalla posizione in cui sono collocate le maniglie interne: secondo la casa, il sistema E-latch ha permesso ai tecnici di collocare gli altoparlanti nella posizione ideale per ottenere la migliore resa acustica. L’impianto audio offre le modalità di ascolto Stereo, Pubblico e Sul palco.
 
SOLO V6 - La ricerca del massimo comfort di bordo sulla Lincoln Continental si esprime nella presenza del sistema che attutisce i rumori interni (Active Noise Control), dei rivestimenti in pelle su tutta la plancia e di tre ambienti interni, che rimandano per esempio ai colori di uno chalet. A livello tecnico sono previste la trazione integrale, il sistema che distribuisce la coppia fra le ruote posteriori (Dynamic Torque Vectoring) ed un motore V6 3.0 di nuova concezione, turbo, per cui vengono dichiarati 405 CV e 400 Nm di coppia. Nella dotazione sono inclusi anche il regolatore di velocità adattivo ed un sistema per gestire il comportamento su strada, che prevede le modalità Comfort, Normal e Sport. La Continental arriverà sul mercato statunitense nell’autunno 2016. Non la vedremo in Europa.
Aggiungi un commento
Ritratto di MAXTONE
13 gennaio 2016 - 11:38
Tra questa e la Genesis certamente molto più personale la Continental, il comparto meccanico e' di prim'ordine e non è bellissima ma ha stilemi forti tipici del marchio con la particolare coda a cassettone dall'austera enorme fanaleria che è un po il marchio di fabbrica della Lincoln e soluzioni audaci che saltano subito agli occhi come la inedita collocazione delle maniglie sia dentro che fuori. E anche come lusso e accuratezza degli interni non credo ci siano dubbi su quale delle due sia superiore.
Ritratto di VEIIDS
13 gennaio 2016 - 12:38
Quoto. Non riesco proprio a capire come mai Hyundai e Kia siano diventate nell'immaginario collettivo dell'uomo "medio" delle auto tecnologiche avanzate. Io, ad esempio, non riesco a trovare nessun campo in cui si presentino come leader. Nei motori sono scarsetti, le auto sportive non le sanno fare, gli interni sono migliorati ma restano ancora indietro alla concorrenza, i cambi automatici sono ancora vecchio stile, i prezzi non sono competitivi come un tempo, ecc.. Personalmente ritengo i gruppi Honda e Toyota anni luce avanti, ma nessuno si degna mai di ricordare l'eccellenza di Honda nei motori oppure di Toyota in tutte le nuove propulsioni e forme di mobilità (vedere car sharing Toyota a Grenoble). Secondo me questa è innovazione, non gli scimmiottamenti vari dei coreani.
Ritratto di AMG
13 gennaio 2016 - 15:25
Sono d'accordo per il parere sulla Continental, che devo dire gradisco molto, anche per via del ritorno del modello e l'impatto d'immagine della Lincoln. Il paragone con la Genesis tuttavia seppur sta in piedi io lo trovo fuori luogo (ma questo per le mie personali riflessioni sulla Genesis che si possono anche leggere nell'articolo dedicato). Devo dire che l'unico neo è nel design esterno, già il prototipo era stato accusato dalla Bentley per plagio, ora il modello definitivo non se n'è granché discostato. Una mancanza grave che mi dà sì fastidio, la Flying Spur si sente in molte curve... Mentre sono una gradita sorpresa gli interni, di prima qualità. Le soluzioni più o meno particolari delle portiere le apprezzo perché come un tempo, le auto piacciono anche per le soluzioni particolari che adotta quel singolo modello, rispetto a i tanti concorrenti uguali. Pratiche? Mah, sicuramente un elemento particolare, e tanto ci basta.
Ritratto di Fr4ncesco
13 gennaio 2016 - 11:50
Il frontale è molto Volvo e Jaguar, però nel complesso è davvero elegante e importante. Più personali invece posteriore, molto americano e laterali, con la linea di cintura alta e le particolari maniglie. Il nome invece garantisce lusso e comfort di alti livelli. Sarà sicuramente all'altezza delle concorrenti.
Ritratto di VEIIDS
13 gennaio 2016 - 12:25
Anche la console attorno allo schermo del sistema multimediale ricorda molto le nuove Jaguar.
Ritratto di AMG
13 gennaio 2016 - 15:26
Vero il frontale Jaguar, la fiancata Bentley.
Ritratto di mirko.10
13 gennaio 2016 - 14:39
2
Emblematici quei raschiavetro cromati in parte ricurvi per la maniglia d'apertura spotelli, danno nell'occhio e sembrano disturbare la linea decisa. Auto costosa e di grande qualita' ma mi ricorda troppo il ritorno della peugeot 508 berlina.
Ritratto di giovi11
13 gennaio 2016 - 15:38
3
Peccato che non arrivi
Ritratto di LOL25
13 gennaio 2016 - 17:20
Un po' Volvo, un po' Jaguar, un po' Maserati. Zero originalità, però non è brutta
Ritratto di jabadais
14 gennaio 2016 - 08:41
Vero, anche io ci ho visto un mix dello stile jaguar con il la vecchia quattroporte...
Pagine