NEWS

Lykan, prima supercar medio orientale

31 gennaio 2013

Sette esemplari, 750 CV e un prezzo di 2,5 milioni di euro. Questi i numeri principali della W Motors Lykan.

Lykan, prima supercar medio orientale

NON SOLO CALCIO - Famosi soprattutto per l’hobby di “sperperare” i petrol-dollari in squadre di calcio, yatch e collezioni di prestigiose vetture, gli sceicchi arabi hanno scoperto una nuova frontiera. Sari El Khalil ha fondato a Beirut, in Libano, la W Motors, prima casa medio orientale a costruire supercar. Si chiama Lykan HyperSport la vettura che ha l’onore e l’onere di battezzare il neonato marchio, è stata presentata al recente Qatar Motor Show e sarà in vendita entro la fine dell’anno ad un prezzo di 2,5 milioni di euro circa. Ne saranno costruiti solo 7 esemplari e sarà seguita da una seconda variante, sempre in serie limitata, la Lykan Supersport.

TI “REGALA” UN OROLOGIO - Il perché di un prezzo così stratosferico è presto detto: oltre all’esclusività del prodotto, la W Motors Lykan ha interni rivestiti in diamanti, oro e platino e compreso nel prezzo c’è un orologio, il Cyrus Klepcys, che da solo, costa quasi quanto una Ferrari California (150.000 euro). Il motore è un sei cilindri boxer (dovrebbe essere un Porsche ampiamente elaborato dalla Ruf) montato in posizione centrale-posteriore in grado di erogare 750 CV e una coppia di 1.000 Nm che consentono alla Lykan di bruciare lo 0-100 km/h in 2,8 secondi e di raggiungere i 395 km/h.
 
 
PARTNER FAMOSI - La sua carrozzeria della W Motors Lykan, costruita facendo largo uso di fibra di carbonio, così come i lussuosi interni parlano anche un po’ italiano. La W Motors infatti, ha pensato bene di affidarsi a partner commerciali di livello. Tra questi figurano la Ruf Automobile Germany, famosa per le elaborazioni “ufficiali” delle Porsche, l'azienda di ingegneria Magna Steyr e l'italiana Studiotorino, specializzata nella modifica artigianale di fuoriserie.




Aggiungi un commento
Ritratto di alfista1996
31 gennaio 2013 - 12:38
1
E chi l'avrebbe mai detto,una supercar medio-orientale!
Ritratto di plantini
31 gennaio 2013 - 14:00
Quasi quasi me ne compro un paio...
Ritratto di juvefc87
31 gennaio 2013 - 14:19
HANNO collaborato con importanti tecnici, il risultato è ottimo specie nel frontale, ma con 750 cv raggiungere 395 km/h mi sembra utopistico..
Ritratto di apm
31 gennaio 2013 - 14:57
Ma anche zero fantasia, sembra un misto fra R8 (dalle portiere ai fanali posteriori), LFA (posteriore e fari anteriori "alti") e il resto preso da qualche gioco stile Ridge Racer
Ritratto di FED 88
31 gennaio 2013 - 15:20
con quella cifra mi compro una bellissima F12 berlinetta super accessoriata mi costruisco una casa nuova bellissima e con il resto dei soldi mi giro il mondo in tranquillita ;)
Ritratto di davitonin
1 febbraio 2013 - 13:45
1
in quanto noi comuni mortali ci accontentiamo di costruire qualcosa e girare il mondo con gli spiccioli che ci avanzano da un'affare andato bene, questi costruttori fanno le gite spaziali e girano letteralmente attorno il mondo con il ricavato di queste imprese stratosferiche mentre ci alloggiamo nei loro alberghi di lusso e li facciamo arricchire ancor più ;)
Ritratto di MatteFonta92
31 gennaio 2013 - 17:52
3
Per essere bella è bella, però è una "cafonata", se mi permettete il terime, cose come gli interni in diamante e un orologio che da solo costa 150.000 € sono fuori dal mondo. E comunque, io sapevo di un'altra supercar araba, la Laraki Fulgura, prodotta dal 2002 dalla Laraki, un marchio di supercar marocchino, quindi in teoria sarebbe quella la prima supercar araba, a meno che per "araba" intendano appartenente allo stato degli Emirati Arabi Uniti.
Ritratto di Subaru_Impreza
31 gennaio 2013 - 19:50
In questo caso c'è poco da commentare, ostentare in questo modo la ricchezza è solo patetico e un insulto ai comuni mortali. Penso che gli arabi dovrebbero aprire qualche libro di filosofia (e lo dice solitamente uno molto concreto) perchè concepire la vita in questo modo se uno ci riflette non ha veramente senso. Premesso ciò la linea non è originale e un motore 6 cilindri mi sembra un po' fuori luogo, un miraggio la velocità di punta dichiarata.
Ritratto di saolo996
1 febbraio 2013 - 03:46
D'accordissimo su tutto, ma la velocità dichiarata se l'auto fosse leggera al punto giusto sarebbe non così tanto un miraggio... La McLaren F1 fermava il tachimetro poco prima con "soli"680 cv su 1140 kg! Per il resto è così pacchiana che non la comprerei mai, se non l'avessi letto avrei aggiunto che solo uno sceicco potrebbe far sfoggio di sì tanto cattivo gusto!!!
Ritratto di Valerio Ricciardi
2 febbraio 2013 - 00:30
...quei cafonacci kitsch e pieni di soldi con i bagni dalle rubinetterie d'oro sono il misero rimasuglio di quella che fra il settimo e il tredicesimo secolo dopo Cristo fu il vertice della cultura e dell'eleganza intellettuale mondiale. Non solo usiamo i numeri arabi, ma i nomi delle stelle son quasi tutti arabi, le carte nautiche del mediterraneo, del Mar Nero e dell'Atlantico orientale migliori le disegnavano loro, nella metallistica d'arte erano i primi, l'astrolabio prima del sestante è stato il miglior strumento di navigazione esistente.. son loro che ci han tramandato e poi fatto arrivare agli amanuensi nei conventi medioevali le opere di filosofia dei greci... la scuola salernitana di medicina diffuse le conoscenze di Galeno (greco) tramandate dagli arabi... nella matematica portarono avanti le concezioni pitagoriche sviluppando teoremi su teoremi... fa tristezza vederli ridotti ad un generico livore antioccidentale, al disprezzo per i nostri costumi e per le nostre libertà accompagnato però al consumismo più becero... Come noi in confronto all'Impero romano dell'età di Adriano o Traiano, anche loro sono il pallido rimasuglio decomposto di una grandissima civiltà... le civiltà hanno cicli, il nostro è stato il Rinascimento delle Cento Città ed il XIV-XV-XVI secolo, i cinesi nel Quattrocento facevano commerci sino al Madagascar con una flotta di duecento giunche lunghe 100 metri l'una... l'Illuminismo è stato fondamentalmente mitteleuropeo... adesso vedo declino culturale e di gusto ovunque (da noi c'è gente che forse rivoterà per l'ennesima volta uno che ai tempi di De Gasperi, Pertini o Giorgio Amendola sarebbe stato irriso come un povero magliaro che cerca di piazzare merce avariata...) Io ho la sensazione che questa ostentazione di ricchezza pacchiana (dei pochissimi che possono farlo, l'arabo medio è un povero Cristo spesso vessato a lavorare per una paga da fame e sottoalimentato) sia una reazione alla sensazione di essere ormai declinati come cultura rispetto ai loro tempi d'oro. Quanto alla macchina, direi che non passerà alla storia, è la solita cosa fritta e rifritta con lo stile dei robot transformers dei bambini...
Pagine