NEWS

L'auto più piccola del mondo

30 settembre 2013

Un ragazzo texano ha costruito la vettura stradale più piccola al mondo, perfettamente funzionante e capace di viaggiare a 40 km/h.

L'auto più piccola del mondo
“FULL OPTIONAL” - Agli americani si sa, piacciono le taglie extra-large. Che si tratti di panini, di edifici, di autostrade o di automobili, tutto deve essere più grande del “normale”. A giudicare dalla sua creazione però, Austin Coulson, la pensa diversamente. Si deve infatti al ragazzo texano la vettura stradale più piccola mai realizzata, lunga appena 126 cm, larga 65 cm e alta 63 cm e per questo finita dritta nel libro del Guinness dei Primati. Perfettamente funzionante ed omologata all'uso su strada, è stata costruita utilizzando parti della Chevrolet Bel Air del '57, la micro car è in grado di raggiungere, secondo il “costruttore”, i 40 km/h ed è dotata di tutti i “comfort” necessari: fari, indicatori di direzione, un piccolo parabrezza con tanto di tergicristallo, cintura di sicurezza e perfino il clacson. Metti che ad un incrocio non ti vedano arrivare…
Aggiungi un commento
Ritratto di Merigo
30 settembre 2013 - 19:52
1
Austin, il cervello ce l'hai in proporzione?
Ritratto di MatteFonta92
30 settembre 2013 - 20:03
3
Carina... ma non penso sia tanto sicura in caso d'incidente... quante stelle ha ottenuto nei crash test? XD
Ritratto di apm
30 settembre 2013 - 20:37
Insomma una Gaucho PegPerego con la targa
Ritratto di Fr4ncesco
30 settembre 2013 - 21:30
Ho pensato lo stesso xD
Ritratto di federix-5
1 ottobre 2013 - 08:42
questa non è altro che l'ennesima dimostrazione del fatto che il guinnes dei primati è diventato un libro demenziale per celebrolesi oltre che profondamente ridicolo, a questo punto posso targare una micromachines, nessuno può impedirmi di sedermici sopra e andare in autostrada, mi lego la targa sullo zainetto ed ecco fatta l'omologazione visto che, dall'articolo, pare basti questo o poco più... vorrei proprio sapere come farebbe questa cosa ad essere omologata per un uso stradale...se è vero gli americani ancora una volta dimostrano tutta la loro idiozia,