NEWS

Marchionne: “Non una semplice vendita per Magneti Marelli”

29 agosto 2016

L’obiettivo è piuttosto trovare un partner che consenta alla FCA di poter contare sul contributo di Magneti Marelli per lo sviluppo delle vetture.

Marchionne: “Non una semplice vendita per Magneti Marelli”

GIOCHI DI PAROLE - “Non siamo interessati a una semplice vendita della Magneti Marelli, che per noi ha un valore strategico” ha affermato Sergio Marchionne (sopra in una foto di repertorio) un paio di giorni fa a Roma, dove ha incontrato la stampa in occasione di una sua lezione agli studenti della università Luiss. La frase potrebbe apparire come una smentita delle volontà della FCA di vendere la sua azienda specializzata in componentistica elettrica ed elettronica (qui per saperne di più). In realtà quella espressione “semplice” si cela un proposito ben più articolato e che lascia intravedere prospettive diverse. Marchionne ha infatti anche detto che la Magneti Marelli “sta lavorando per la fornitura di una importante piattaforma per lo sviluppo tecnologico”. Insomma, per il gruppo Fiat Chrysler la Magneti Marelli è una realtà troppo implicata nell’attività di sviluppo dei veicoli per pensare di venderla come una qualsiasi altra parte del gruppo.

NECESSITÀ FINANZIARIE E INDUSTRIALI - D’altra parte, è innegabile che l’operazione Magneti Marelli porterebbe al gruppo FCA una massa di quattrini molto utile per la realizzazione dei programmi per i prossimi anni, che passano dalla riduzione del debito (4,7 miliardi di euro). Nasce quindi dalla combinazione di questi due elementi il disegno (peraltro non esplicito) di Marchionne: trovare un partner che sia interessato alle attività della Magneti Marelli, ma che accetti di non procedere a una acquisizione pura e semplice ma sia disposto a partecipare a una qualche forma di partnership con la FCA. Questo affinché quest’ultima possa continuare a utilizzare le competenze della società italiana, che come noto è tra i leader mondiali in tema di impianti di illuminazione, tecnologia per i motori, dispositivi di assistenza alla guida.

IPOTESI CREDIBILE - È in questo quadro che ha assunto e assume rilievo l’ipotesi dell’accordo con la coreana Samsung Electronics che starebbe trattando appunto con la FCA per avere la Magneti Marelli. Perché se è vero che Marchionne ha anche affermato che sono in diversi a volere la Magneti Marelli, è anche vero che l’ipotesi Samsung presenta alcuni aspetti che la rendono la più credibile. La Samsung notoriamente è la maggior rivale della Apple nel settore dell’elettronica di telecomunicazione, e non è una novità che come la concorrente californiana anche la Samsung pensa al settore automotive nelle sue più recebnti declinazioni. Agganciare una realtà come la Magneti Marelli sarebbe un ottimo modo per attrezzarsi in questa strategia. 

CONTATTI IN AMBITO EXOR - A fronte del disegno di Marchionne a proposito del futuro contributo della Magneti Marelli all’attività FCA, c’è poi un altro aspetto che depone a favore di una qualche soluzione FCA-Samsung: la presenza comune di Marchionne e Lee Jae Yong, vicepresidente della Samsung Electronics nel consiglio di amministrazione della Exor, la finanziaria di casa Agnelli che detiene il pacchetto azionario di controllo della FCA. Da questa presenza comune possono nascere le idee e le soluzioni formali per individuare la forma di partnership che soddisfi le necessità delle due parti, quella italo americana della FCA e quella coreana della Samsung. E le ultime indiscrezioni di stampa (dell’agenzia Bloomberg di questo pomeriggio) parlano di un progetto complessivo di vera e propria alleanza nell’ottica dello sviluppo comune delle nuove tecnologie automobilistiche. Leggi “guida autonoma”.



Aggiungi un commento
Ritratto di Luzzo
30 agosto 2016 - 09:01
Vedrai che alla fine venderanno ( anche 'solo' il 51%) mantenendo una posizione privilegiata se e quando si forniranno da MM
Ritratto di Luzzo
30 agosto 2016 - 12:25
Ma infatti cedendola ( restandoci magari dentro) ti tieni una agevolazione nella prima scelta delle novità e agevoli la vendita di componenti a terzi che non a acquisterebbero direttamente da un concorrente - fattore psicologico notevole.Penso per FCA possa bastare una partecipazione ' di peso ' e monetizzare il resto
Ritratto di Luzzo
31 agosto 2016 - 08:18
Non gratis. Esistono in genere accordi con i fornitori per avere ad esempio una prelazione o una esclusiva per tot di tempo ( fu il caso dei primi common rail, è stato il caso della frenata automatica sulle citycars) . Poi di pagare paghi, a prezzi commerciali: anche adesso FCA paga MM per i componenti che acquista, e anche adesso FCA acquista tanto anche da concorrenti di MM
Ritratto di NinoFarina1950
30 agosto 2016 - 10:05
Grande Marchionne! Fai crescere il desiderio.
Ritratto di lorenzo.forte
30 agosto 2016 - 10:00
Il valore di Magneti Marelli va ben oltre il suo prezzo. La sua presenza a l'interno del gruppo significa anche rete di distribuzione, tecnologia e ampio catalogo di pezzi di ricambio. Io vedo molto bene un'alleanza con Samsung per aggiungere il know-how elettronico, che è ormai essenziale in questo settore.
Ritratto di Highway_To_Hell
30 agosto 2016 - 10:18
Nessun costruttore possiede il 100% di una grande azienda di componentistica, un solo costruttore ne possiede la quota di controllo (l'accoppiata toyota-denso), quasi tutti hanno quote rilevanti in una (o più) di dette aziende. Quello che farà FCA, anche per il bene di Magneti Marelli, sarà riallinearsi alla prassi adottata da tutta l'industria automotive. Certo, aspettatevi sempre qualche ciaparat che parlerà di "acqua alla gola" o di "svendita del patrimonio nazionale", ma prendete sempre loro e i loro deliri per quel che sono...
Ritratto di Gianlupo
1 settembre 2016 - 14:29
La tua incapacità mentale è un'offesa alla Nazione intera (la parte non marcia almeno), al sacrificio dei tanti che si sono adoperati nei decenni per farti godere di quello di cui potrai ancora godere fino alla tua morte, se ne avrai la "fortuna". Altrimenti, e te lo auguro, assisterai pure tu, come tutti, al collasso e al fallimento dell'Italia, per la quale in tanti hanno dato la vita, con le armi prima e col lavoro in tempi di pace poi. #idrocefalo
Ritratto di Gianlupo
1 settembre 2016 - 16:16
Voi magari... mi sembrate dei collegiali in calore: d4i c4770! Levatevi 'ste fette di salame dagli occhi.
Ritratto di Gianlupo
1 settembre 2016 - 17:03
Se c'è una componente ironica, me ne compiaccio (ma Calboni era intimamente servile, nel suo comico e cinico opportunismo). Invece quella mi pare un'iperbole, più che altro. FU: arcigno io? Ma per me puoi continuare a sf4ncularci all'infinito: io "vivo nel mio mondo" oramai. Proteggo i miei cari, sono corretto con gli altri e... qualche volta avrò pure il diritto d'incazzarmi? Un saluto.
Ritratto di Gianlupo
1 settembre 2016 - 17:45
FU: invece devi sfottere! Che ci stiamo a fare qua? A pettinarci a vicenda? Subaru, effettivamente, credo che stesse scherzando (nel tuo caso era chiaro): dev'essere il postprandiale, hai ragione.
Pagine