NEWS

Mazzanti Evantra Millecavalli: su strada per lo sviluppo

31 agosto 2017

Un prototipo sportiva toscana Evantra Millecavalli ha trascorso l’estate a macinare chilometri.

Mazzanti Evantra Millecavalli: su strada per lo sviluppo

VELOCE COME POCHE - L’azienda toscana Mazzanti è al lavoro da tempo sulla coupé Mazzanti Evantra Millecavalli, sportiva costruita in maniera artigianale destinata a ritagliarsi un piccolo spazio nell’industria italiana delle automobili: una volta ordinabile diventerà l’auto più potente mai realizzata nel nostro paese. Millecavalli infatti è la potenza del suo motore, un V8 biturbo da 7.2 litri, che farà entrare la coupé nell’Olimpo delle supersportive: la Mazzanti dichiara infatti un tempo sullo 0-100 km/h di 2,7 secondi e una velocità massima superiore a 400 km/h. Prestazioni di questo genere hanno impegnato a lungo l’azienda di Pontedera, che ha passato l’estate 2017 ad affinare il comportamento su strada dell’auto, come dimostrano le fotografie scattate per documentare la fase dei test di sviluppo.

IN BUONE MANI - Il costruttore non ha sottovalutato l’importanza dei test su strada della Mazzanti Evantra Millecavalli (ai quali si riferiscono queste foto), tanto da ingaggiare come responsabile dello sviluppo il noto collaudatore Loris Bicocchi, ex pilota coinvolto nella messa a punto di alcune delle più note supercar: Bicocchi ha curato per anni il comportamento su strada delle Lamborghini e ha supervisionato la messa a punto delle Pagani Zonda, Koenigsegg CCX e Ktm X-Bow. Il collaudatore bolognese è stato impegnato fino a pochi mesi fa con la Bugatti Chiron, quindi sa dove migliorare una vettura capace di raggiungere i 400 km/h. La Evantra Millecavalli è un affinamento della Evantra, dotata di un motore V8 7.0 da 751 CV, aggiornata nella carrozzeria (in fibra di carbonio) e dotata di una nuova aerodinamica: la Millecavalli è più larga di 10 cm, ha un’ala posteriore fissa e una sorta di cresta che unisce il tetto con l’alettone. Verrà costruita in 25 esemplari.

Aggiungi un commento
Ritratto di Claus90
31 agosto 2017 - 18:04
Molto bella quest'auto artigianale italiana, bisogna avere solo il conto in banca illimitato.
31 agosto 2017 - 18:57
Linea eccessivamente carica di prese d'aria e appendici che sembra essere disegnata da un ragazzino delle medie. Mi chiedo dov'è quella pulizia estetica e quell'armonia che distingue le supercar italiane. E poi si sono scordati di finire l'alettone? Il motore e le prestazioni sono incredibili, senza ricorrere ad inutili sistemi ibridi. Ma poi perchè è l'auto più potente mai realizzata in Italia?
Ritratto di Ercole1994
1 settembre 2017 - 08:47
Beh, di certo è meno tamarra della Italdesign Zerouno. In realtà, la hypercar più potente fatta nel nostro paese, dovrebbe essere la FXX K, solo che 1050 cv li eroga con l'accoppiata motore termico-motore elettrico, visto che senza quest'ultimo, la potenza è di 860 cv. La Millecavalli, invece li eroga dal solo motore termico, quindi può essere considerata a tutti gli effetti la hypercar italiana più potente in assoluto.
1 settembre 2017 - 11:03
Però sono comunque 860CV termici della Ferrari contro i 750CV termici della Mazzanti quindi il motore a combustione più potente mai realizzato è quello della FXX K. Cioè l'affermazione della Mazzanti è un po' personale. Inoltre presumo che sia il V8 della Corvette, il powertrain Ferrari è 100% made in Italy.
Ritratto di v8sound
1 settembre 2017 - 12:39
@Fr4ncesco. Quest'auto ha 1.000 cv... "Millecavalli infatti è la potenza del suo motore, un V8 biturbo da 7.2 litri, che farà entrare la coupé nell’Olimpo delle supersportive..." I 751 cv sono dell'Evantra, questa è un "affinamento" e si chiama Evantra Millecavalli. Riguardo l'affermazione che "diventerà l’auto più potente mai realizzata nel nostro paese..." è probabile, ma è una mia interpretazione, sia riferito a modelli omologati per l'uso stradale, escludendo quindi auto da competizione o comunque non utilizzabili su strada ma bensì in pista. L' FXX K infatti non è omologata per l'uso stradale. Se avessero considerato tutte le auto indistintamente si potrebbe allora obbiettare che negli anni '80 la Ferrari turbo in configurazione da qualifica superava i 1.000 cv, giusto per farti un esempio.
1 settembre 2017 - 13:16
Ahhhh ora ho capito, leggendo Millecavalli e non 1000CV mi ha tratto in inganno. Tutto chiaro adesso ;)
Ritratto di Ercole1994
1 settembre 2017 - 13:27
Infatti l'Evantra da 750 cv, è quella base, senza biturbo (se non erro).
Ritratto di flavio84
1 settembre 2017 - 14:18
Pure meno tamarra della pagani
Ritratto di NeroneLanzi
1 settembre 2017 - 08:59
Se sono effettivamente foto di una vettura destinata ai test è abbastanza normale avere superfici aerodinamiche provvisorie e regolabili. Servono per poter provare più configurazioni che possano essere settate velocemente.
Ritratto di Raffaelorenz
31 agosto 2017 - 19:41
Dal punto di vista tecnico e inutile, almeno fosse con sistema ibrido, con qualcosa di nuovo, vecchia tecnologia che mostra i muscoli, inutilmente, nel panorama automobilistico non si contano più le supercar ipertrofiche. Buona per far divertire danarosi annoiati e per fare un po di business nel mercato automobilistico di lusso.
Pagine