La McLaren Senna in versione Visual Carbon Fibre

28 febbraio 2018

Questa edizione speciale ancora più estrema della supercar è stata messa a punto dal reparto MSO.

La McLaren Senna in versione Visual Carbon Fibre

NUOVA VARIANTE DALLA MCLAREN - Il mondo delle supercar conoscerà presto il nuovo ingresso: la nuova McLaren Senna in livrea Visual Carbon Fibre. La nuova vettura della casa inglese è concepita per la pista ma è omologata anche per la strada. Il tema “Carbon fibre”, da cui la vettura prende parte del nome, è stato concepito e verrà realizzato su ogni vettura da McLaren Special Operations (MSO); unisce elementi unici comela fibra di carbonio a vista per il corpo vettura con interni in Alcantara. Dettagli e finiture in giallo everde, invece, richiamano la livrea del casco di Ayrton Senna, il leggendario pilota brasiliano della Formula 1 che con la McLaren ha vinto tre campionati del mondo. 

CARBONIO A CARO PREZZO - Il prezzo non è certo alla portata di tutti: ai 945.000 euro di partenza, bisogna aggiungere altri 350.000 euro per la lavorazione del carbonio e degli altri particolari da parte della MSO. Cinquecento è invece il numero di McLaren Senna che verranno prodotte e sono tutte già assegnate. La carrozzeria in fibra di carbonio a vista è l’aspetto individuale più evidente della McLaren Senna Carbon Theme by MSO. Composta da 67 pezzi, la carrozzeria intera richiede quasi 1,000 ore lavoro per la sua produzione. La profilatura in Solar Yellow delle pedane esterne, l’ala posteriore e le lame aerodinamiche anteriori e posteriori attive, richiedono richiede quasi 250 ore di lavoro da parte di MSO, unitamente ai alle pinze dei freni  in Laurel Green questi dettagli,  sono un riconoscimento ed un tributo ai colori del casco del leggendario pilota brasiliano di Formula 1.

“S” DI SENNA - All’interno della McLaren Senna Visual Carbon Fibre, spiccano i pistoni delle portiere in Laurel Green come le cuciture a contrasto sui sedili in Carbon Black Alcantara. Il volante presenta una striscia centrale in pelle, color giallo. Entrambi i sedili riportano la “S” di Senna sul poggiatesta; lo stesso dettaglio si ritrova in una finitura satinata in fibra di carbonio a vista sui piatti dell’ala posteriore, un risultato che si ottiene con un  processo altamente specializzato nel quale ogni logo in finitura opaca viene incorporato in un pannello in fibra di carbonio lucido. Il logo Senna spicca anche sul paraurti anteriore.

NUOVI CERCHI - La McLaren Special Operations sfrutta il palco di Ginevra per presentare un nuovo tipo di cerchio disponibile per la McLaren Senna. I cerchi standard sono disponibili in tre rifiniture diverse, ma il nuovo cerchio MSO a 7 raggi Hybrid Carbon Fibre è la sola alternativa disponibile offerta da McLaren per la Senna.  Il cerchione con attacco rapido centrale è composto da alluminio forgiato con fibra di carbonio e pesa 7.5kg (cerchio anteriore) senza il pneumatico; in pratica, è il 10% più leggero rispetto ad una ruota standard della McLaren. Questo nuovo cerchio garantisce inoltre un 10-15% in meno di resistenza alla rotazione, migliorando così accelerazione, frenata e risposta a dello sterzo.

McLaren Senna
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
20
6
1
1
3
VOTO MEDIO
4,3
4.258065
31
Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
28 febbraio 2018 - 17:55
Esteticamente niente di esaltante.
Ritratto di francesco.87
28 febbraio 2018 - 21:29
cmq il prezzo è un pò troppo alto, la 488 pista ha prestaizoni leggermente inferiori, e costa 1/3
Ritratto di studio75
1 marzo 2018 - 07:44
5
è il prezzo da pagare per avere un auto a edizione limitata che, probabilmente, aumenterà di valore.
Ritratto di caymanesse
1 marzo 2018 - 13:18
il classico escamotage.. visto che le prenotazioni sono andate a ruba hanno deciso di produrne altre 500 oltre alla tiratura limitata dichiarata in precedenza senza perdere la faccia. Dopotutto in onore di Senna si può fare questo e altro...
Ritratto di PaoloPerego
1 marzo 2018 - 13:23
Auto estrema e...di elite esclusiva. Beato chi potrà "aggiungerla" alla sua collezione.
Ritratto di andrearocca
1 marzo 2018 - 13:58
A me non piace per niente esteticamente la migliore resta sempre la f1.
Ritratto di Arreis88
1 marzo 2018 - 15:52
Confermo l'impressione che mi ha fatto alla presentazione. Lontana anni luce dalla 720s.