NEWS

McLaren Speedtail: in tre a 400 km/h

26 ottobre 2018

Attesa nel 2020, in soli 106 esemplari, la McLaren Speedtail è l’erede spirituale della mitica F1. Ha 1.050 CV.

McLaren Speedtail: in tre a 400 km/h

PUNTA SULLA VELOCITÀ - Le McLaren più potenti, costose ed esclusive rientrano nella “famiglia” chiamata Ultimate Series, composta dalla Senna, un bolide pronto-pista, e in passato anche dalla P1 (realizzata dal 2013 al 2015). A questi modelli si aggiungerà dal 2020 l'inedita McLaren Speedtail, una supersportiva ibrida meno “corsaiola” della Senna, ma in grado di raggiungere velocità mai avvicinate prima da una McLaren: la casa inglese parla infatti di una punta massima superiore a 400 km/h. Tutto nella Speedtail è funzionale al raggiungimento di velocità massime così elevate, a partire dall'aerodinamica, curata anche nei minimi dettagli per far sì che l'auto “fenda” meglio l'aria quando percorre un lungo rettifilo. Sulla McLaren Speedtail ci sono ad esempio telecamere retrattili al posto degli specchietti laterali, maniglie nascoste e cerchi anteriori carenati, una soluzione che secondo quanto dichiarato evita la formazione di turbini d'aria negli archi passaruota.

OLTRE 500 CM - Gli stilisti della casa inglese hanno disegnato una carrozzeria priva di grandi aperture per il raffreddamento, che servono a raffrescare motore, freni e altri organi interni ma “sporcano” i flussi d'aria. Di conseguenza le feritoie sono ridotte al minimo e appaiono quasi del tutto nascoste alla vista, ma svolgono un ruolo fondamentale per far arrivare aria fresca dove serve: basti sapere che una piccola carenatura sul cofano anteriore guida l'aria verso il parabrezza e la fa arrivare dietro la cabina di guida, dove aiuta ad espellere il calore generato dal motore. Sotto i fari anteriori a led sono presenti inoltre piccole aperture che fanno arrivare aria fresca ai radiatori. La lunga carrozzeria (misura 513,7 cm) della McLaren Speedtail appare così molto pulita ed elegante, complici le due ali monili al posteriore che si alzano o abbassano nei rallentamenti più decisi o quando si vuole percorrere una curva a forte velocità (sono a controllo elettrico). Il peso a secco è di 1.430 kg.

COMANDI SUL TETTO - La McLaren Speedtail è una vettura fuori dal comune anche vista dall'interno, perché il guidatore siede al centro e i due passeggeri si trovano sfalsati alle sue spalle. Questa soluzione è un omaggio alla mitica McLaren F1 del 1993. Di fianco al volante si trovano due schermi per il sistema multimediale (oltre a quello per la strumentazione) e altri due monitor collegati alle telecamere esterne, che fuoriescono dalle portiere all'accensione e rimangono in posizione fino a quando si attiva la modalità di guida Velocity, che permette al guidatore di raggiungere i 403 km/h dichiarati. In questo caso le telecamere rientrano nelle portiere e la luce a terra si riduce di 3,56 cm. Il tasto del programma Velocity si trova sul soffitto dell'abitacolo, insieme a quelli per il cambio, per accendere il motore e abbassare i finestrini. Chi ordina la Speedtali può “divertirsi” personalizzando svariati dettagli interni ed esterni, a partire dal colore della fibra di carbonio fino alle cuciture dei sedili.

TUTTE GIÀ PRENOTATE - Il costruttore inglese ha rilasciato per il momento poche informazioni di carattere tecnico sulla McLaren Speedtail, basata su un telaio monoscocca in fibra di carbonio che dovrebbe essere simile a quello già utilizzato per le 720S e Senna. Anche il motore si annuncia “imparentato” con il V8 4.0 della McLaren Senna, ma un piccolo modulo elettrico fa aumentare la potenza a 1.050 CV. La casa inglese non a caso parla di soli 12,8 secondi per l'accelerazione da 0 a 300 km/h. Questi pochi dettagli non hanno impedito alla McLaren di ottenere subito le prenotazioni per i 106 esemplari previsti, che saranno consegnati dal 2020 ad una cifra di 1,75 milioni di sterline più tasse (in Italia è di 1,89 milioni di euro).



Aggiungi un commento
Ritratto di 82BOB
26 ottobre 2018 - 17:05
Futuristica... anzi, futurista!
Ritratto di ForzaItalia
26 ottobre 2018 - 17:17
molto originale mettere il terzo posto!
Ritratto di slvrkt
26 ottobre 2018 - 21:43
3
considerando che la mclaren F1 lo avevo 25 anni fa...
Ritratto di ForzaItalia
27 ottobre 2018 - 15:35
Originale anche quella!
Ritratto di Giovanni 66
26 ottobre 2018 - 18:10
L'emozione nel guidare un auto e' tra le curve e non nella velocità .voglio dire che alla fine qualunque velocita' essa sia e' priva di emozione e un concetto relativo una volta raggiunto,invece la accelerazione da sensazioni forti sia sul dritto che in curva.
Ritratto di slvrkt
26 ottobre 2018 - 19:34
3
nuova ma gia' datatissima, sembra un concept di quelli che facevano negli anni 80, quando immaginavano il futuro: alla mclaren hanno un disperatissimo bisogno di designer decenti.
Ritratto di Fr4ncesco
26 ottobre 2018 - 20:47
2
Vero, appena l'ho vista mi sembrava uno di quei prototipi non anni '80 ma '50-'60, quelli ispirati agli aerei o le navicelle con pinne e cupole, tipo macchine dei Jetson, ma proprio per questo non mi dispiace affatto!
Ritratto di slvrkt
26 ottobre 2018 - 21:42
3
esattamente, futurismo vintage, ma quelle degli anni 50 erano piu' art deco, questa e' decisamente un prototipo di meta' anni 80 (prima erano piu' squadrate), tipo quelli per le Corvette a motore centrale, o le Isedra, o anche la XJ220 (anche se la Jaguar non era un concept)
Ritratto di luperk
26 ottobre 2018 - 21:42
meglio di una chiron. Io personalmente farei mettere il copriruota anche nelle ruote posteriore, cosi invce l'auto sembra molto disarmonica
Ritratto di Gordo88
27 ottobre 2018 - 08:33
Tecnicamente di sicuro ma stilisticamente non saprei.. questa ha un che di vintage che crea uno strano mix con gli interni tecnologici molto attuali.. poi la lunghezza superiore ai 5 mt poco si addice ad una supercar
Pagine