NEWS

La Mercedes obbligata a fermare le vendite dell’Airscarf

16 maggio 2016

Il sistema viola un brevetto e la Mercedes deve interromperne le vendite in Germania. Almeno fino al 25 dicembre, quando scadranno i diritti.

La Mercedes obbligata a fermare le vendite dell’Airscarf

SOLO IN GERMANIA - La Mercedes è uscita sconfitta da un procedimento giudiziario riguardante il sistema Airscarf, le bocchette dell'aria calda montate alla base del poggiatesta (nella foto) di alcune delle vetture cabriolet per scaldare il collo dei passeggeri: in questo modo è possibile guidare con il tetto abbassato pure quando le temperature non sono miti. Un tribunale tedesco ha ordinato all’azienda di pagare una multa e di interrompere la vendita dell’Airscarf sulle automobili commercializzate in Germania, a causa della violazione di un brevetto detenuto dalla società Ludwig Schatzinger: fu quest’ultima a brevettare il sistema nel 1996, ripreso dalla Mercedes in maniera illecita. L’Airscarf (parola traducibile letteralmente con “sciarpa d’aria”) è montato sulle SLC, SL e sulle varianti cabriolet delle C, E ed S.

FINO A NATALE - Il giudice ha stabilito che la Mercedes dovrà versare un indennizzo alla Ludwig Schatzinger ed impegnarsi a non rendere funzionante l’Airscarf sulle vetture non ancora consegnate, risparmiando alla Mercedes il principio della retroattività: la sentenza, secondo quanto riporta il sito di Automobil Woche, si applica alla sola Germania ed è diventata effettiva nel momento in cui è stata emessa (10 maggio). La Mercedes non potrà nemmeno pubblicizzare o diffondere materiale pubblicitario sull’Airscarf. Queste limitazioni avranno tuttavia validità limitata, perché i diritti sulla tecnologia scadono il prossimo 25 dicembre: la Mercedes, da quella data, potrà tornare ad offrire l’Airscarf senza limitazioni.



Aggiungi un commento
Ritratto di mirko.10
17 maggio 2016 - 15:24
2
buongiorno, vorrei una S per la mia cervicale e mi raccomando anche lo sterzo riscaldabile,sa', per l'artrosi alle mani.
Ritratto di Rav
16 maggio 2016 - 21:21
3
Dato che il sistema è in vendita ormai da anni non capisco perchè i detentori del brevetto se ne sono accorti solo adesso, oppure i tribunali tedeschi non sono poi tanto più veloci dei nostri... Detto ciò il blocco delle vendite e l'inibizione sulle vetture già prodotte per i prossimi 6 mesi fa sorridere. Fosse stato per un anno o due ancora aveva un senso, ma per 6 mesi inibiranno la funzione per sbloccarla al primo tagliando con costi quasi pari a zero. A questo punto avrei imposto di far venire il torcicollo anche a tutti i fruitori di Airscarf dal 2004 ad oggi :)
Ritratto di Luzzo
17 maggio 2016 - 14:18
magari se ne sono accorti subito e solo ora hanno trovato il famoso 'giudice di berlino '
Ritratto di opinionista
17 maggio 2016 - 14:16
2
Era montato anche sulle SLK della seconda generazione se è per quello, quindi direi che è una affermazione incompleta
Ritratto di caronte
11 settembre 2016 - 23:12
Le grandi industrie amano gli scandali.