NEWS

La Mercedes prepara l’elettrica con 1.000 km di autonomia

Pubblicato 26 novembre 2021

All'inizio del 2022 la Mercedes presenterà il prototipo EQXX, che porta all’esordio le tecnologie delle elettriche di prossima generazione.

La Mercedes prepara l’elettrica con 1.000 km di autonomia

MANCA POCO - Dopo averne svelato l’esistenza già lo scorso luglio (qui la news) la casa di Stoccarda diffonde una nuova immagine teaser della vettura elettrica Mercedes Vision EQXX, accompagnata ulteriori informazioni che la riguardano. Questa concept car sarà svelata il 3 gennaio 2022.

SUPER EFFICIENTE - Secondo le anticipazioni, la Mercedes Vision EQXX è talmente efficiente da percorrere, in condizioni reali, fino a 1.000 km con una sola carica della batteria. In particolare la casa tedesca si è concentrata ridurre la scarica della  batteria nell’uso autostradale, che è quello più gravoso per le auto elettriche. Alla base di tutto c’è la certosina cura dell’aerodinamica, che, secondo quanto anticipato, sarà da record, con coefficiente di resistenza aerodinamica (Cx) inferiore a quello della EQS, che è di 0,20, e una batteria composta da celle che potranno contare su una densità di energia migliore del 20% rispetto all’attuale ammiraglia della gamma EQ.

STILE FILANTE - Le immagini diffuse finora lasciano intravedere qualcosa dello stile della Mercedes Vision EQXX, che avrà fari a led raccordati da una barra luminosa con la medesima tecnologia. Per aumentare l’efficienza sono assenti gli specchietti retrovisori tradizionali, sostituiti da telecamere. 

IMPORTANTE PER LE TECNOLOGIE - Molto probabilmente la Mercedes Vision EQXX non darà vita a un modello di serie, ma è certo che le tecnologie che porta al debutto troveranno spazio nei futuri veicoli elettrici della Stella a tre punte.





Aggiungi un commento
Ritratto di Check_mate
26 novembre 2021 - 18:21
Ecco, le seconde generazioni delle elettriche seconde me saranno mooolto più interessanti soprattutto per la maturità che raggiungeranno come prodotto meramente commerciale. Attendo fiducioso.
Ritratto di Santhiago
27 novembre 2021 - 14:38
Commercialmente, ci sarà da aspettare la terza... Nella seconda ci potranno essere miglioramenti tecnici importanti, su tutti l'autonomia e le dimensioni delle batterie, ma i costi saranno ancora eccessivi. Ma è una fase necessaria per arrivare ffra qualche anno ad una effettiva sostituzione di mercato
Ritratto di vittorio23
29 novembre 2021 - 15:32
lo penso anch'io, però ci sono ancora due fattori esterni: 1) l'infrastruttura. Non credo che in 10 anni avremo un'infrastruttura sufficiente. 2) infine c'è da vedere come si evolve il prezzo al kwh, dato che già in norvegia si lamentano dei minori introiti relativi alle tasse sui combustibili. Quindi vedo un futuro con prezzi alle stelle.
Ritratto di Fantomas72
27 novembre 2021 - 18:37
Le Mercedes elettriche odierne non sono un gran che....! Tanto bla bla bla..e poi !?
Ritratto di RubenC
27 novembre 2021 - 19:29
1
La EQS non è mica male...
Ritratto di giulio 2021
28 novembre 2021 - 09:30
La EQS sarebbe una gran macchina, certo per 150.000 Euro va bè. però ha il difetto di mettere in secondo piano le "normali" berline Mercedes attuali, cosa provata alla grande all'esposizione auto d'epoca di Padova dove c'era lo stand Mercdes.
Ritratto di v8sound
28 novembre 2021 - 17:28
@ giulio 2021. Tu scrissi una cosa analoga relativamente alla Jaguar I-Pace esposta al Parco San Valentino, ma poi gli acquirenti gli han comunque preferito la F-Pace. Spero che con Mercedes vada diversamente, sto' ancora aspettando la classe C diesel scontata del 50%...
Ritratto di giulio 2021
29 novembre 2021 - 16:36
In effetti di I-pace ne ho vista una sola e ad un Salone all'aperto di concessionari qui in Veneto a parte quella a Torino, e mi diede l'idea di una Alfa 33 gigante, meno bella forse.
Ritratto di Voltaren
29 novembre 2021 - 16:55
@V8sound: ... o anche la Nio ES8 al prezzo di una Golf media, cioè € 30.000. Così scrisse il trollone di Mestre
Ritratto di nafto
28 novembre 2021 - 07:27
Il fatto è che a fare un'auto da decine se non centinaia di migliaia di euro e ricevere consenso tecnico è una cosa. La vera sfida è generare un vero fenomeno tecnologico di massa con auto da circa una decina di migliaia di euro. E questo sembra ancora ben lontano dal probabile se visto in chiave bev
Pagine