NEWS

Mercedes Vision Van: il furgone del futuro

7 settembre 2016

La Mercedes svela un concept che dà una visione di come si evolverà il furgone nei prossimi anni.

Mercedes Vision Van: il furgone del futuro

UN CARICO DI FUTURO - Se oggi un corriere recapitasse un pacco con un mezzo del genere, probabilmente si penserebbe che la consegna è opera dei marziani, ma in realtà il Mercedes Vision Van vuole solo rappresentare come la casa tedesca immagina i furgoni dei prossimi anni. Difficile dire quanti anni: difficile dirlo, ma c’è da credere che dietro le linee così inusuali e avveniristiche ci siano veramente i “fondamentali” dei prossimi modelli Mercedes nel campo dei veicoli commerciali.

PROPOSTE PER IL DOMANI - Mercedes Vans, divisione del gruppo Daimler dedicata appunto al settore dei veicoli commerciali, ha svelato oggi la sua strategia “adVANce” per i prossimi anni. Non si tratta di un semplice prodotto o una serie di prodotti, ma una vera e propria filosofia basata sulla innovazione più spinta, con il ricorso alle tecnologie più moderne, tutte volte a intercettare le necessità della nuova economia e delle nuove forme di articolazione della società. In pratica Mercedes Van con il suo programma adVANce vuole collocare la sua offerta in tema di trasporti nell’ambito della trasformazione in atto nella struttura e nella urbanizzazione delle città, del modo di fare affari e del sempre più profondo ricorso alla tecnologia, con la digitalizzazione che arriva in ogni fase del ciclo economico e il web sempre più essenziale per ogni attività.

FORME ORIGINALISSIME - Bandito ogni spigolo e ogni asperità stilistica, per il Vision Van gli stilisti della Mercedes hanno immaginato una forma totalmente arrotondata, in un corpo unico, senza neanche il minimo angolo. In questa impostazione di fondo, sono poi inseriti gli elementi del frontale, con i gruppi ottici moderni e a led, così da poter essere di dimensioni contenute e contribuire con il proprio profilo a definire l’immagine del veicolo. Altro elemento chiave, è la mascherina, che trasmette immediatamente una forte connotazione tecnologica del veicolo. 

SEMPRE CONNESSO - Come sottolineato dalla casa, il Mercedes Vision Van prevede il top della connettività, così da interfacciare il veicolo con tutti i soggetti implicati e interesasati nel lavoro di trasporto e recapito, da chi ha spedito a chi deve ricevere. Non solo. Grazie alla collaborazione con aziende specializzate, il Vision Van è stato realizzato pensando alle più moderne forme di svolgimento delle attività di recapito, il così detto “ultimo miglio”. Con la start-up americana Matternet, per esempio, è stato messo allo studio un modo di operare che vede l’interazione tra il veicolo stradale Vision Van con i droni. Una combinazione che risulta più efficiente, più veloce e più economica maniera per ricevere le merci.

ZERO EMISSIONI - E del Vision Van guarda al futuro e alle esigenze future anche la scelta del motore. La Mercedes ha infatti realizzato il veicolo utilizzando un motore elettrico da 75 kW, con autonomia che può variare da 80 a 270 km.

Aggiungi un commento
Ritratto di riccardolfini
7 settembre 2016 - 19:33
Su un'auto ci può stare che non abbia spigoli ma su un furgone con queste proporzioni qualche teorico in più aiuterebbe a dare forza all'insieme...al di la di questo è molto bello e parecchio avveniristico per essere un furgone, specialmente l'interno
Ritratto di Claus90
7 settembre 2016 - 20:11
Sicuramente alcuni concetti,alcuni spunti saranno presi da questo concept, tutto sommato questa esercitazione lascia il tempo che trova.
Ritratto di underwood
7 settembre 2016 - 20:20
alè, dal Citan a questo, dalle stalle alle stelle ... forse si sono resi finalmente conto di quanta pena faccia il Kangoo con la stella a tre punte?
Ritratto di AlexTurbo90
8 settembre 2016 - 01:30
"Il furgone del futuro". "Il TIR del futuro". "L' auto del futuro". Ma parlare un po' di "presente", no eh?
Ritratto di luigi sanna
8 settembre 2016 - 15:16
5
Perche il futuro in quanto tale, non esiste. Il presente lo hai sotto gli occhi (passato travestito da presente), visto che per la mobilità si sfrutta un brevetto vecchio più di un Secolo. Questi sono esercizi di stile, poi magari lo fanno, ma con dei motori a gasolio.
Ritratto di doppiad2000
8 settembre 2016 - 08:52
2
Bello!! Molto bello, l'importante è che sia anche pratico. Buffo che abbia lo stesso nome dell'IVECO VISION, concept di furgone del futuro presentato pochi mesi fa...
Ritratto di luigi sanna
8 settembre 2016 - 15:18
5
Non credo che l'Iveco abbia il copyright, Vision sta per Visione.... purtroppo siamo ancora alle visioni.
Ritratto di doppiad2000
8 settembre 2016 - 15:55
2
E' vero, però ci potevano essere altri mille nomi da dare a un furgone futuristico che non fosse già stato "usato", se no tutti gli esperimenti di stile si chiamerebbero "concept"
Ritratto di Dr.Torque
8 settembre 2016 - 10:53
Se sognate il futuro fatelo fino in fondo e togliete anche il pilota: guadagnerete volume di carico. Guida autonoma e consegna merce informatizzata, tanto avete già previsto il robot interno che preleva da scaffale e porge all'esterno. Invece il drone che svolazza qua e là non l'ho proprio capito...
Ritratto di caronte
12 novembre 2016 - 16:09
Non né posso più di questi prototipi elettrici.Chissa quando arriverà questo futuro.