NEWS

Michelin Connect: i pneumatici con l’app

5 luglio 2018

Riservata agli sportivi Pilot Sport Cup 2, l’app Michelin Connect indica pressione e temperatura della gomme e aiuta a migliorare i tempi in pista.

Michelin Connect: i pneumatici con l’app

GOMMISTA FAI DA TE - Non basta conoscere le traiettorie e avere padronanza dell’auto per “staccare” temponi in pista. Un bravo pilota deve anche curare i dettagli, come ad esempio la pressione dei pneumatici, un aspetto fondamentale nella guida di tutti i giorni che diventa basilare quando si vuole guidare al limite fra i cordoli. È per questo motivo che un gruppo di appassionati si è rivolto due anni fa alla Michelin chiedendo un sistema pratico e intuitivo per ottenere informazioni sullo stato dei pneumatici, considerato che pochi hanno gli strumenti necessari e l’esperienza adatta per intervenire sulle gomme e migliorare così il comportamento dell’auto in pista. Il costruttore francese ha accolto questa richiesta e dopo 27 mesi di lavori ha presentato il sistema Connect, un kit composto da quattro sensori, un ricevitore e un’app che permette anche ai meno esperti di lavorare di “fino” sui pneumatici.

PER LE SPORTIVE - l kit Michelin Connect è stato messo a punto per i pneumatici Pilot Sport Cup 2, gomme ad alte prestazioni da 19” a 21” montate sulle sportivissime Ferrari 488 GTB, Porsche Cayman GT4 e 911 GT3, oltre che sulle versioni sportive di berline compatte: i PS Cup 2 sono stati scelti per le Honda Civic Type R, Renault Megane RS e Volkswagen Golf R. I pneumatici per il kit Connect sono quasi identici a quelli “normali”, ma costano in media 10 euro in più l’uno e hanno al loro intero una sorta di asola dov’è posizionato il sensore che misura la pressione e la temperatura, collocato in posizione protetta e non vicino alla camera d’aria per evitare interferenze. I sensori inviano i dati ad un ricevitore da montare nell’abitacolo, che si alimenta attraverso una porta usb. Da qui le informazioni arrivano all’app, dove sono mostrate al guidatore con una grafica intuitiva e facile da interpretare. Il kit costa 400 euro e sarà ordinabile in Italia da inizio 2019. La Michelin ci ha spiegato che i sensori durano almeno tre anni senza dover essere sostituiti o ricaricati, quindi si possono estrarre e montare su nuovi pneumatici.

A PORTATA DI DITO - Al centro del sistema Michelin Connect c’è l’applicazione per smartphone (con sistema operativo iOS e Android), che aiuta il guidatore a migliorare i tempi sul giro in pista attraverso poche ma efficaci informazioni. Inserendo il tipo di automobile guidata, ad esempio, viene mostrata la corretta pressione di esercizio dei pneumatici in base ai valori consigliati dal costruttore: il colore è verde se adeguata, quindi il pneumatico non è troppo gonfio o sgonfio, ma diventa rosso se errata. Lo stesso vale per le temperature: è sufficiente perciò una rapida occhiata all’app per ottenere informazioni prima disponibili soltanto fermandosi ai box. I dati presenti sull’app rivelano inoltre al guidatore come i pneumatici influiscono sullo stile di guida, visto che cambiamenti alla pressione rendono l’auto più sottosterzante (quindi con la tendenza ad “allargare” la traiettoria di una curva con il frontale) o sovrasterzante (con il posteriore). Nell’app è presente una banca dati con decine di circuiti al mondo, pertanto dopo il via si accende il cronometro per il tempo sul giro.

Aggiungi un commento
Ritratto di studio75
5 luglio 2018 - 17:23
5
li monta anche la Cupra ma avrei preferito i Pirelli Pzero color edition (mi sa che costano troppo...)