NEWS

Milano tira il freno: non più di 30 all’ora

30 maggio 2013

Nel capoluogo lombardo sta per partire un esperimento che in una quindicina di strade della città imporrà il limite dei 30 km/h.

Milano tira il freno: non più di 30 all’ora
RALLENTAMENTO GENERALE - Forse è la volta che in milanesi smetteranno di avere la fama di andare sempre di fretta. Chissà? L’amministrazione comunale milanese ha infatti varato una nuova organizzazione del traffico contenente la sperimentazione del limite di velocità a 30 km/h in quindici vie e piazze di due grandi quartieri di MIlano: Melzo e Lazzaretto. In quelle strade le auto e le moto dovranno rispettare il limite dei 30 km/h. Il provvedimento è stato assunto come una sperimentale di tale regolamentazione. A volerlo è stato soprattutto l’assessore alla Mobilità e Ambiente, che ha sottolineato come l’iniziativa rientri nel progetto dell’amministrazione comunale volto a dare vita alla città una mobilità compatibile.
 
DUE ZONE, QUINDICI STRADE - Nella zona Melzo le arterie interessate sono le vie Frisi, Melzo, Sirtori, Lambro, Mascagni, Malpighi e una parte di piazza Otto Novembre. Per quel che riguarda il quartiere Lazzaretto, le vie interessate sono Panfilo Castaldi, Lazzaro Palazzi, Felice Casati (da via Lazzaretto a corso Buenos Aires), Alessandro Tadino (da viale Vittorio Veneto a via San Gregorio), Lecco, Lodovico Settala (da viale Vittorio Veneto a via San Gregorio), largo Bellintani e piazza Oberdan (nel tratto di collegamento tra via Alessandro Tadino e corso Buenos Aires). Il provvedimento, oltre a istituire il limite di velocità, vieta il transito nelle stesse vie di veicoli superiori ai 35 quintali. Oltre a ciò nel prossimo futuro ci sarà la realizzazione di due corsie ciclabili, da ricavare ai lati della carreggiata stradale.
 
Credi che sia utile la limitazione della velocità delle auto a 30 km/h in città?
No, è inutile tanto nessuno la rispetta
95%
  • No, è inutile tanto nessuno la rispetta
    95%
  • Sì, limita smog e pericoli
    5%
  • Non so
    0%
Aggiungi un commento
Ritratto di 19miki90
30 maggio 2013 - 19:46
2
non serve a nulla abbassare i limiti a caso!
Ritratto di lucios
30 maggio 2013 - 22:10
4
....la gente di sinistra odia le macchine?
Ritratto di Subaru_Impreza
30 maggio 2013 - 22:37
ahahah Silvio direbbe "sentimento di profonda invidia nei confronti di chi, con lavoro e sacrifici, si è assicurato una condizione di benessere economico" ahahah
Ritratto di plantini
31 maggio 2013 - 12:27
Sono di sinistra...anzi no, sono comunista...ma che ti rispondo pure...
Ritratto di lucios
31 maggio 2013 - 20:31
4
.....mica sei obbligato....cmq non sono di destra se lo vuoi sapere, è solo che sempre più spesso le amministrazioni sinistroidi applicano norme (nella maggior parte dei casi illogiche) contro gli automobilistici, in onore di una fantomatica politica verde e naturista.........un po' come i verdi che dicono di prendere i mezzi pubblici a Roma.........ma daiiiiiiiiiiiiiiiii
Ritratto di Subaru_Impreza
31 maggio 2013 - 20:57
Sai cosa significa essere comunisti? Hai mai letto Karl Marx? Ti sembra che gli attuali politici di sinistri applichino alla lettera gli ideali del comunismo? O pensano a criticare Berlusconi quando loro sono i primi ad avere non so quante case ed i primi ad assicurarsi una bella poltroncina da cui non si alzerebbero neanche sotto tortura, fregandosene come la destra, più della destra, del benessere "comune" ??? In una civiltà così industrializzata pensi che si possano ancora applicare i principi di Marx, ovvero le fabbriche in mano allo stato perchè i capitalisti sfruttano gli operai? Dai non scherziamo, non fare il bambino che te la prendi perchè un utente ha fatto una osservazione (secondo me giusta) sui comuni (tutti) di sinistra.
Ritratto di plantini
1 giugno 2013 - 20:43
...il socialismo scientifico, o comunismo per essere differenziato dal socialismo utopico, basa la sua principale teoria sulla proprietà collettiva dei mezzi di produzione, ossia la statalizzazione del potere economico. Il comunismo si contrappone al capitalismo, dalle cui rovine sorgerebbe una società senza classi sociali, dove la proprietà privata si limita agli effetti personai (casa, macchina, per intenderci). Ti invito a non confondere il comunismo, quello di Marx, con i "regimi comunisti" che sono sorti nel mondo e che non hanno mai abbandonato la prima fase, ossia quella di "dittatura del proletariato", come invece sostiene la teoria marxista. L'unica cosa negativa di un eventuale e impossibile comunismo in Italia, che tanto spaventa il "cavaliere" è che, probabilmente, la Ferrari non esisterebbe...ma noi staremo tutti molto meglio. Chiudo qui il discorso e non lo riprendo più...su queso sito solo macchine ...il mio era solo uno sfogo in risposta ad una frase errata. Forse quella giusta sarebbe stata "ma le amministrazioni di centrosinistra pensano di risolvere i problemi ambientali in questo modo assurdo?". Un caro saluto ad entrambi, amici come prima. p.s. io "Il Manifesto del Partito Comunista" e "Il Capitale" non li ho solo letti, li ho studiati.
Ritratto di Subaru_Impreza
1 giugno 2013 - 20:51
Era proprio quello che cercavo di dire, che le dittature come quella di Stalin erano ben lontane dagli ideali di comunismo... non pensare che sia così scontato, molti non lo sanno. Tu mi sembri uno piuttosto informato quindi anche io non mi dilungo ulteriormente. Io dico solo che, secondo me, in base a quello che vedo e sento tutti i giorni, è proprio l'indole dell'essere umano che va contro al comunismo, perchè tende ed aspira a primeggiare sugli altri, più o meno consciamente. La maggioranza di rode il fegato quando il vicino di casa compra l'auto più grossa della propria, invece è una cosa che dovrebbe lasciare indifferenti, al massimo fare i complimenti al vicino se se la è guadagnata onestamente. Contraccambio i saluti e ovviamente amici come prima, non era una risposta polemica la mia, ma molti (non mi sembra il tuo caso) quando parlano di comunismo prima dovrebbero sapere cos'è.
Ritratto di plantini
1 giugno 2013 - 20:59
...e aggiungo...è proprio per questo che il comunismo resterà purtroppo sempre una splendida utopia. Ciao.
Ritratto di lucios
3 giugno 2013 - 23:54
4
....mamma mia...da una semplice osservazione, siam passati a discorsi filosofici sul concetto di comunismo e socialismo....io volevo solo dire che spesso è di orientamento tipico di sinistra colpire le automobili.........spesso con scarsissimi risultati a costi, non proprio bassi, per i cittadini......mi sa che m'accatt nu ciucc!
Pagine