NEWS

Milano, Ecopass in tilt

19 gennaio 2011

È difficile ottenere il via libera dal sistema informatico per entrare nel centro di Milano: il “cervellone” dell’Ecopass funziona male dal 10 gennaio, dopo la ripresa natalizia.

UN INIZIO DA INCUBO - Peggio di così il 2011 non poteva cominciare per l’Ecopass, il ticket che consente ai veicoli più inquinanti di entrare nel centro di Milano: dal 10 gennaio, dopo la ripresa natalizia (durante le feste non si doveva versare il pedaggio), la rete informatica è in tilt, causando gravi disagi agli automobilisti che hanno già regolarmente pagato la tassa d’ingresso, ma che non riescono ad avere il via libera dal “cervellone” centrale (un messaggio di risposta via mail o sms).

DOPPIA BEFFA - Dall’automobilista che ha già subìto l’addebito su carta di credito di 100 euro per un carnet multiplo agevolato, senza avere l’ok dal sistema informatico, alla signora che si ritrova con un ticket giornaliero senza il messaggio di conferma sul cellulare, è panico: tutti temono la doppia beffa. La multa di 85 euro per accesso in area Ecopass, dopo averlo regolarmente pagato. Si contano oltre 26.000 telefonate al call center Ecopass (02 0202, a pagamento) da parte di cittadini che tentano di ricevere almeno una conferma di un addetto. Con estenuanti attese, la voce preregistrata che invita a restare in linea per non perdere la priorità acquisita, fax da inviare.

MULTE? RICORSO - Le associazioni dei consumatori sono sul piede di guerra: in caso di multe a casa di chi ha regolarmente pagato l’Ecopass (arriva entro 90 giorni dall’inesistente infrazione), promettono di inondare di ricorsi i giudici di pace di Milano.

INTANTO LO SMOG SALE - E se l’obiettivo del pedaggio era ridurre lo smog, il vicesindaco De Corato sottolinea che, “dal 2006, le concentrazioni medie di PM10 a Milano sono calate del 25%, con una forte accelerazione in coincidenza con l'entrata in vigore di Ecopass”. Sarà. Ma nel 2011 ci sono già state 14 giornate fuorilegge. Peggio rispetto all’anno scorso, quando fino a metà gennaio la soglia dei 50 microgrammi per metro cubo era stata superata 10 volte. E nelle scorse ore la centralina Arpa di via Senato segnava 144 microgrammi di PM10, quasi tre volte oltre la soglia consentita.





Aggiungi un commento
Ritratto di Fabietto16
19 gennaio 2011 - 14:22
Siamo sempre al solito discorso, l' ECOPASS serve all'inquinamento o è solo un ulteriore tassa? secondo chi ci governa è per l'inquinamento portando come dato un calo del 25% dando merito all'ecopass, ma non sarà che la stragrande maggioranza dei milanesi si è vista costretta a sostituire l'auto comprando un Euro 4/5, proprio per non pagare l'ecopass!quindi il merito è dei nuovi motori,non della tassa!!!ma poi mi chiedo se pago 2/5/10 € di ecopass la mia auto non inquina???non prendiamoci in giro l'ecopass è solo una tassa, che ora è anche difficile se non impossibile da attivare, rischiando la multa!!!
Ritratto di Al86
19 gennaio 2011 - 23:05
Se volevano farlo per combattere l'inquinamento doveva essere come a Londra, dove hai la scelta, o paghi per entrare in città con l'auto, oppure allo stesso prezzo lasci l'auto in un parcheggio fuori città e incluso nel ticket del parcheggio hai la possibilità di prendere tutti i mezzi pubblici cittadini per tutta la giornata, ma dato che siamo in Italia...
Ritratto di P206xs
19 gennaio 2011 - 15:08
1
speriamo che scoppi...e che l'onda d'urto distrugga la casa della moratti....
Ritratto di TONY8
19 gennaio 2011 - 21:33
Commento rimosso perché l'utente è stato disattivato. La redazione.
Ritratto di e.engelmann
20 gennaio 2011 - 01:03
In realta' la "politica alla mobilita'" del Comune di Milano e' dettata unicamente da due criteri: - Fare bella figura facendo credere che ci si sta impegnando per migliorare l' ambiente - Fare cassa Se una misura e' utilie, ma non da' lustro presso i mass media, ne' fa entrae piu' soldi nelle casse del Comune, non c' e' speranza che venga presa. Se, al contrario, una misura soddisfa uno o entrambi i criteri sopra indicati, ha buone chance di venire realizzata. Anche se del tutto inutile o dannosa. L' ecotass avrebbe dovuto soddisfarli entrambi (sul secondo non sono sicuro che sia andata come speravano) e percio' e' stato portato a termine malgrado mille problemi. A farne le spese i cittadini... http://www.sos-traffico-milano.it
Ritratto di rebatour
20 gennaio 2011 - 18:19
che posizionare le centraline in determinati punti fosse come misurare la temperatura d'una casa mettendo il termometro nel forno. Senza arrivare a quasti estremi è chiaro a tutti che non si fa niente per misurare i flussi di traffico e diminuire o eliminare del tutto l'inquinamento da altri fonti (caldaie, ecc). I mezzi pubblici ti fan scappare la voglia di prenderli ed i taxi sono carissimi. In Svizzera hanno i semafori intelligenti, qui abbiamo gli amministratori deficienti.
Ritratto di f.ghierghia
20 gennaio 2011 - 14:48
i soliti burocrati presuntuosi, incompetenti ed arroganti
Ritratto di e.engelmann
21 gennaio 2011 - 00:15
Vorrei pero' ricordare che i nostri amministratori fanno in funzione di quanto gli imponiamo di fare. Senza una pressione e un controllo costante da parte dei cittadini, loro fanno i loro interessi. Esattamente lo stesso che vale per l' amministrazione di un condominio. Purtroppo, pero', gia' a livello di Comune troppa gente pensa che siano cose lontane e che non li riguardano direttamente, e cosi' alla fine i politici sono liberi di fare i comodi loro. E lamentarsi non basta, bisogna tenersi in contatto, cooperare, denunciare casi concreti, proporre soluzioni praticabli. Purtroppo quelli che sono bravi a farsi sentire sono solo quelli animati fa furore ideologico, piu' che dal desiderio di trovare soluzioni ai problemi. Per capire cosa intendo basta guardare la discussione su questo forum: http://forum.milanotrasporti.org/viewtopic.php?f=9&t=4485&p=324937#p324937
Ritratto di gianvitto
21 gennaio 2011 - 21:44
diventerà congestion charge e si pagherà anche se si circolasse con auto a limonata che emettono ghiaccioli ! C'è un referendum con questa ed altre belle proposte che ci aspetta a primavera! Destra e sinistra in fondo sono d'accordo( tra i promotori c'è il trombato ex assessore Croci ) e sperano così di spremere altri soldi con la scusa dell'inquinamento ! facciamolo fallire o votiamo no o tanto vale vendersi la macchina! a proposito guardate il sito delle mamme antismog ! io però la mattina vedo mamme col SUV in seconda fila !
Ritratto di rebatour
22 gennaio 2011 - 11:41
E' un classico