MIMO 2021: tiriamo le somme

Pubblicato 16 giugno 2021

Il pubblico ha mostrato particolare apprezzamento per la formula “ibrida” del Milano Monza Motor Show alla sua prima edizione.

MIMO 2021: tiriamo le somme

Il Milano Monza Motor Show 2021 si è tenuto dal 10 al 13 giugno a Milano e a Monza. A distanza di pochi giorni dalla chiusura, si tirano le somme di quella che è stata la prima manifestazione motoristica in Italia in questo periodo falcidiato dalla pandemia. Una delle particolarità del MIMO sono state le pedane statiche nelle quali erano esposte le auto e dove erano posizionati dei QR code che potevano essere scansionati dal pubblico per ottenere informazioni sulle auto. In totale erano presenti in pedana 130 modelli e oltre 70 vetture green nell’area test drive.

Il pubblico ha mostrato particolare apprezzamento per questa natura “virtuale” della manifestazione; sono state 57.835 le scansioni totali dei codici QR delle vetture esposte a Milano e 76.264 le pagine dei modelli esposti visitate sul sito ufficiale del MIMO, generando in totale 134.099 contatti per le novità in pedana. 

Le regine del MIMO sono state le hypercar di lusso. Le più scansionate sono state infatti la Bugatti Chiron Super Sport, 9.714 scansioni totali, seguita dalla Bugatti Bolide con 5.281, e dalla Pagani Imola con 3.086. Il pubblico ha mostrato particolare apprezzamento anche per le novità elettriche. Tra le anteprime elettriche esposte al MIMO la più scansionata sono state l’Audi RS e-tron GT (1.210 visualizzazioni), seguita da Porsche Tycan Cross Turismo (1.026), Ford Mustang Mach-E (590), KIA EV6 (558), BMW iX (538), Cupra Born (505), Hyundai Ioniq5 (391), Opel Mokka-e (357), Honda-e Advance (339), Volkswagen ID4 GTX (297) e Škoda Enyaq (275).

Supercar che dominano anche tra le vetture con motori ibridi. Tra le anteprime ibride le più cliccate sono state la Lamborghini Sian con 2.933 scansioni, e la McLaren Artura con 1.826 scansioni. Molto bene anche la Toyota Yaris Cross Premiere full hybrid che ne ha totalizzato 832 e la Peugeot 308 Plug-In Hybrid con 753. Tra le vetture italiane più cliccate spiccano l’Alfa Romeo Giulia GTAm, con 2.076 scansioni, la Maserati MC20 (1.361 scansioni), la Ferrari Roma (1.078), la Pagani Zonda F (1.053), e la Dallara Stradale Club Italia (891).

Aggiungi un commento
Ritratto di Oxygenerator
16 giugno 2021 - 17:30
La scansione del QR code, non costa nulla……
Ritratto di AndyCapitan
16 giugno 2021 - 21:09
1
si vabbe....e quindi?.....le supercar che hanno scansionato di sicuro non verranno comprare almeno dal 99% degli scansionatori....dove sarebbe il ritorno?.....ma!
Ritratto di gt3mc12
16 giugno 2021 - 19:00
Gran belle macchine, la più bella per pura e formale eleganza barocca, il posteriore con l'ala e l'estrattore d'aria, grazie a Pagani e al fotografo
Ritratto di MS85
16 giugno 2021 - 21:54
Pensavo che la tristezza dell’evento non si potesse superare. Poi arriva il conteggio dei risultati dell’evento che riesce persino a battere l’evento stesso.
Ritratto di Andre_a
16 giugno 2021 - 23:00
9
L'ultimo Motor Show a cui sono stato prima di questo era Bologna una ventina di anni fa. Per me i pro sono stati: Milano è molto bella, non c'ero mai stato; è gratis; c'era meno gente di quel che pensavo. I contro: c'era meno gente di quel che pensavo (che personalmente mi fa piacere, ma alle organizzazioni non credo); nessun'auto mi ha davvero fatto emozionare, niente che mi abbia fatto pensare wow! fantastica! spero di poterla guidare un giorno! Ci sono rimasto davvero male da questo punto di vista.
Ritratto di Meandro78
17 giugno 2021 - 07:51
La plasticazza virtuale non può interessare.
Ritratto di MS85
17 giugno 2021 - 09:21
Oltre ad essere poca, il problema è che in ampia maggioranza era gente che passava di lì per lo struscio. Per rifarla così il prossimo anno o alla metà del prezzo per le case oppure meglio non farla.
Ritratto di Andre_a
17 giugno 2021 - 14:58
9
Io penso che siano una pubblicità "generica". Cioè, credo che pochissimi visitino un motor show alla ricerca della prossima auto, ma magari possono essere colpiti a lungo termine da un particolare marchio o modello. Quando andai a Bologna non avevo neanche 18 anni, ma quella Honda S2000 gialla me la ricordo come se fosse ieri.
Ritratto di MS85
17 giugno 2021 - 16:22
Sì, il problema è che a Milano è mancata molt adella forza che aveva Torino. Non parliamo di saloni tradizionali, che stanno effettivamente tutti un po' morendo. Ma devono comunque essere mirati. Parigi prima della pandemia aveva già annunciato che avrebbe modificato la formula e quello che avevano descritto non era altro che il salone del Valentino. Qui l'idea di partenza era quella ma con risultati molto deludenti. E non era solo questione di regole covid, è proprio che non intercetti un pubblico interessato. Al Valentino non c'erano i fissati che si fanno ore di macchina per andare magari da Bologna al GIMS (pur essendoci gente da fuori regione). Però chi c'era era lì per le auto. A Milano il grosso era lì per lo shopping e incidentalmente si faceva qualche selfie con le macchine. Più gli spazi erano inadatti, anche non ci fossero stati i limiti covid, a riprodurre la formula con qualcosa di simile ad uno stand. Giusto due pedane buttate alla meno peggio che però fanno effetto esposizione in un centro commerciale. Per i test drive è difficile valutare. Il numero è stato per tutti ridicolo, in parte qui il covid sicuramente a pesato, ma poi c'era la prospettiva di fare un test drive nel traffico che certo non aiutava. In conclusione in 4 giorni son stati fatti i test che due anni fa si facevano in poco meno di una giornata.
Ritratto di Andre_a
17 giugno 2021 - 16:51
9
Non so se le cose siano cambiate, ma quando sono stato a Bologna le file erano chilometriche: non capisco la gente che pagava il biglietto per starsene almeno una mezza giornata in coda invece di girare per i padiglioni. Piuttosto rinuncio all'anteprima e la noleggio fra un po'. Discorso diverso per eventi più piccoli, come il 4x4 fest di Carrara, dove in una giornata piena riesci a girare gli stand, guardare le esibizioni più interessanti e fare qualche prova.
Pagine