NEWS

Quasi due terzi della mobilità avviene con l'auto

31 maggio 2012

L’Osservatorio Autopromotec di Bologna ha compiuto uno studio circa le modalità in cui avvengono gli spostamenti degli italiani e il risultato parla chiaro: l’automobile è la regina della nostra mobilità, con il 65,5% degli spostamenti effettuati sulle quattro ruote.

NON C’È CONFRONTO - Partendo da una ricerca dell’Isfort (Istituto Superiore di Formazione e Ricerca per i Trasporti) l’Osservatorio Autopromotec di Bologna ha calcolato come è suddivisa la “torta” della mobilità. L’automobile esce dall’elaborazione come la scelta (per amore o per forza) assoluta con il 65,5%. Al secondo posto ci sono gli spostamenti a piedi o in bicicletta (18,8%), seguiti da quelli con i mezzi pubblici (11,4%) e da quelli in moto (4,2%). 

CAMMINARE MENO ATTRAENTE -  Va comunque segnalata anche una crescita dell’impiego dei mezzi pubblici, la cui quota è salita di 0,7 punti. A quanto pare invece si vuole camminare e pedalare meno, visto che la riduzione della relativa parte degli spostamenti è calata di 2 punti. 

GESTIRE BENE L’AUTO - Come morale di questa realtà, l’Osservatorio Autopromotec sottolinea l’esigenza di mantenere le auto in buono stato di conservazione, a partire dal sottoporle regolarmente e seriamente alle revisioni periodiche. Ciò onde evitare che il cattivo stato di efficienza faccia loro emettere troppe sostanze nocive e che diventino pericolose per la circolazione. Se si vuole è un parere interessato, visto che viene da chi si occupa di officine ed autoriparazioni, ma sulla opportunità di tenere sotto controllo e gestire al meglio l’automobile non ci possono essere dubbi. 

Aggiungi un commento
Ritratto di Cinque porte
31 maggio 2012 - 22:15
Ne sono felice! Forza le quattro ruote! (possibilmente a cinque porte ;D)
Ritratto di giuseppe26
1 giugno 2012 - 13:52
concordo!
Ritratto di Bmw Xdrive
31 maggio 2012 - 22:18
MA VA!!!!!!!! NON CI VOLEVA UN GENIO PER CAPIRE CHE QUASI TUTTI GLI ITALIANI USANO LA MACCHINA ANCHE PER FARE BREVI SPOSTAMENTI BASTEREBBE VENIRE A ROMA O ANDARE A MILANO IN QUALSIASI ORA DELLA GIORNATA
Ritratto di Joeilpilota
31 maggio 2012 - 22:24
Da aggiungere il dato stitistico mai smentito, del trasporto SU GOMMA di tutte le merci pari all'80%.
Ritratto di MatteFonta92
1 giugno 2012 - 07:56
3
Credo che questa percentuale tenderà a diminuire, vista la situazione economica attuale. Ho già sentito su tg locali che la gente sta cominciando a preferire i mezzi pubblici alle auto.
Ritratto di omnia
1 giugno 2012 - 09:31
...che è una non"notiza" ! Si è detto e ridetto che amiamo particolarmente l'auto, ma come ho già detto in altri commenti, la situazione del nostro paese è tragica. Io e come me moltissimi Italiani non possiamo permetterci di prendere i mezzi pubblici, semplicemente perchè NON CI SONO!! Vivo per'altro in una città collinare dove anche l'uso della bicicletta risulta particolarmente impegnativo... Comunque accantonando la critica, è doveroso riflettere sul fatto che effettivamente lo spazio nelle nostre città si fa sempre più esiguo e il parco circolante è, nonostante la crisi, in aumento o comunque stabile. Bisogna invertire la tendenza e ingegnarsi in soluzioni alternative.
Ritratto di Luk maserati
1 giugno 2012 - 11:30
2
la comodità della propria auto è imbattibile. Quanto ai mezzi pubblici, finchè non ci saranno investimenti seri a potenziarne e migliorarne i servizi e qualità diminuendo i costi al fruitore (con i tagli del governo è utopistico) non rappresenteranno mai un'alternativa seria.
Ritratto di lornova
1 giugno 2012 - 15:07
Io odio i ciclisti e anche i motociclisti. Questi ultimi perché guidano in maniera irresponsabile diventando un pericolo per sé e per gli altri utenti della strada. Ma i ciclisti li odio proprio in maniera incondizionata, si sentono i salvatori del mondo e ti giudicano male perché non vuoi (o non puoi!) andare in (scusa la parola) bicicletta. D'altra parte cosa aspettarsi da gente che gode a infilarsi un sellino nella parte più comunista del corpo?
Ritratto di brobby22
1 giugno 2012 - 17:00
però non ho mai giudicato male un automobilsta...al massimo ci si chiede perchè per fare un paio di km si debba sempre usare l'auto: se imparassimo tutti ad un uso più contenuto dell'auto ci sarebbe aria più respirabile! ma forse questo automobilista "incaz...ato nero" dovrebbe provare ad andare in bici senza una ciclabile di protezione e con le auto che ti sfrecciano a destra e a sinistra senza nemmeno vederti. Poi ovviamente ci sono le eccezioni: bici senza luci di sera (comportamnento odioso e pure pericoloso),bici che attraversano senza dare precedenza, mamme che girano in bici coi figli senza prestare attenzione a dove vanno,ecc... Però se usassimo di più la bici ne gioverebbe anche il fisico,nn credi?
Ritratto di lornova
1 giugno 2012 - 17:22
Ricordati che c'è anche chi NON PUÒ andare in bici, magari per motivi di salute. Se è un percorso che posso fare a piedi, lo faccio a piedi, altrimenti prendo l'auto o i mezzi pubblici. Alle biciclette vieterei la circolazione su strada (in alcuni paesi è così).
Pagine